IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Volo di sola andata su Marte: anche 35 italiani tra i 170mila candidati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Volo di sola andata su Marte: anche 35 italiani tra i 170mila candidati   Mer 04 Set 2013, 12:16

Volo di sola andata su Marte: anche 35 italiani tra i 170mila candidati




2022 è un bel numero, se piacciono le cifre. È anche l'anno in cui il primo equipaggio di Mars One sbarcherà su Marte, per non fare mai più ritorno. E chi mai ci andrà, uno potrebbe chiedersi. Incredibile ma vero il progetto ha aperto le iscrizioni per candidature a diventare il primo uomo/donna a porre piede su Marte, e lì rimanerci ripetiamo, e sono piovute in un paio di mesi 170.000 domande, fra cui 35 di nostri connazionali.
Mars One è un'impresa no profit creata da alcuni olandesi in società con privati statunitensi e canadesi. Il progetto è strano, ma, assicurano tutti, molto serio: mandare un'astronave su Marte e popolare il pianeta con persone che vogliono trasferirsi lì a partire dal 2022. Già un paio di nomi illustri del passato spaziale si sono detti disposti ad andare su Marte senza ritorno: Buzz Aldrin, che fu sulla Luna con le missioni Apollo del secolo scorso, e Valentina Tereskova, la prima donna in assoluto ad andare nello spazio 50 anni fa.
foto
Anche 35 italiani tra i candidati per il Pianeta Rosso

video
Video introduttivo al progetto Mars One


«Cerchiamo volontari per Marte»


Ma cosa spinge così tanta gente a candidarsi a una missione già di per sé rischiosissima, comunque senza possibilità di tornare indietro? Lo hanno spiegato a una conferenza stampa tenutasi lo scorso agosto a Washington quattro fra i candidati astronauti. Haaron Hamm, 29 anni direttore di un hotel, ad esempio dice che da quando è nato non sogna altro, mentre Leila Zucker, sposata, 45 anni e medico di pronto soccorso, dice che da sempre ha sognato di essere il primo medico di emergenza nello spazio, talmente motivata da aver scritto una canzone sul suo viaggio su Marte. Austin Bradley, 32 anni e softwarista esperto, si è presentato con due divertenti antennine verdi, tanto per non lasciare dubbi sul fatto che bisogna essere un po' pazzerelli per mettersi in un'impresa del genere.
Andare su Marte comporta molti rischi. Intanto il lancio e il viaggio di ben sei mesi esposti alle radiazioni cosmiche, visto che la protezione del campo magnetico terrestre cessa a una certa distanza, poi l'atterraggio sul pianeta rosso e la sopravvivenza.
Non che i candidati astronauti si siano detti preoccupati più che tanto, "nessuno di noi ha intenzione di morire", ha detto la Zucker cui basterebbe sopravvivere un paio di anni, senza specificare se terrestri o marziani, ma sarebbero disposti anche per un solo anni di sopravvivenza.
Se si leggono sul sito del progetto le motivazioni dei candidati italiani la musica non cambia molto passando da Luigi, 19 anni, studente a Carlo, addirittura fisico teorico di 57 anni. Tutti dicono di essere pronti a lavorare in team e di voler andare su Marte, punto e basta sostanzialmente, anche se aggiungono qualche frase a effetto sulla loro vocazione.
Se mai questi o altri ci andranno è da discutere, il progetto ha un business model quanto meno bizzarro ma validato da esperti e supportato da un paio di premi Nobel: far quattrini con gli sponsor, e qui non serve il Nobel per capirlo, e poi far partecipare in modo collaborativo il pubblico alla preparazione dell'impresa. In altre parole prevedono una lunghissima trasmissione, mesi e mesi, tipo grande fratello e per vederla si pagherà un piccolo gettone. Al di là delle facili battute occorre dire che da mesi in America, e ora anche un po' in Europa, si susseguono le iniziative "private", dato che le agenzie spaziali hanno programmi che proprio non entusiasmano il pubblico, da quello Nasa di mandare astronauti su un asteroide a quello europeo di mandare su Marte una sonda evoluta quanto si vuole ma pur sempre un robot. Proprio questa settimana è uscita l'ennesima "prova" del fatto che la vita terrestre verrebbe da Marte. Gli astronomi ci giocano da 100 anni con queste ipotesi, pare invece che il grande pubblico si diverta di più a riportarla indietro sul pianeta rosso. Speriamo uno dei selezionati per il grande, e definitivo, balzo sia italiano.

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
 
Volo di sola andata su Marte: anche 35 italiani tra i 170mila candidati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» raccolta rifiuti tiro a volo
» I tornado italiani
» ROSSI, Lineamenti geomorfologici dei paesaggi italiani
» Disperata e sola
» Ho 20 anni sono senza amici e mi sento sola

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: SCIENZA/TECNOLOGIA-
Andare verso: