IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

  Progetti militari statunitensi per "controllare il clima" entro il 2025

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Progetti militari statunitensi per "controllare il clima" entro il 2025   Mer 25 Set 2013, 12:21

Progetti militari statunitensi per "controllare il clima" entro il 2025


Intelligence, no. 93, 15 febbraio 1999
dal documento "2025: Weather as a Force Multipler", presentato da personale militare all'Aviazione Militare USA nell'agosto 1996



Riassunto: Nel 2025 le forze aerospaziali USA potranno "possedere il clima" mettendo a frutto le tecnologie emergenti e lo sviluppo di quelle rivolte ad applicazioni belliche. Tale capacità fornisce ai combattenti la possibilità di dare forma a battaglie spaziali con modalità finora impossibili, fornisce opportunità ad operazioni d'impatto in tutto lo spettro del conflitto ed è pertinente a tutti i futuri possibili. Lo scopo di questo scritto è quello di delineare una strategia per l'uso di un futuro sistema di modificazione del clima per il conseguimento di obiettivi militari, piuttosto che per la fornitura di una dettagliata mappa stradale tecnica.
In quanto tentativo ad alto rischio/alto guadagno, la modificazione del clima presenta un dilemma non dissimile da quello della scissione dell'atomo. Mentre a1cuni segmenti della società saranno sempre riluttanti a prendere in considerazione questioni controverse come la modificazione del clima, le tremende capacità militari che potrebbero derivare da quest'ambito vengono ignorate a nostro rischio e pericolo. Dal miglioramento di operazioni amichevoli o dal disturbo di quelle nemiche tramite l'adattamento in piccola scala di moduli naturali del clima fino al completo dominio delle comunicazioni globali e al controllo controspaziaie, la modificazione del clima offre al combattente un'ampia gamma di possibili azioni per sconfiggere o costringere un avversario.
Per una capacità integrata di modificazione del clima sono necessari avanzamenti tecnologici in cinque aree principali: (1) tecniche avanzate di modellamento non-lineare, (2) capacità computazionale, (3) raccolta e trasmissione delle informazioni, (4) schieramento di un sensore globale e (5) tecniche di intervento sul clima. Alcuni strumenti di intervento esistono già da ora ed altri potranno essere sviluppati e raffinati in futuro.
Le attuali tecnologie, che matureranno nel corso dei prossimi trent'anni, offriranno a chiunque disporrà delle necessarie risorse la possibilità di modificare gli schemi climatici e gli effetti corrispondenti, almeno su scala locale. Le attuali tendenze demografiche, economiche ed ambientali creeranno delle tensioni globali che daranno a molte nazioni o gruppi l'impeto necessario a far sì che la modificazione del clima si tramuti da possibilità in capacità reale. Negli USA la modificazione del clima diverrà probabilmente parte della politica di sicurezza nazionale, con applicazioni su scala interna ed internazionale. Il nostro governo perseguirà una politica di questo genere, secondo i suoi interessi, a vari livelli. Tali livelli potrebbero includere: azioni unilaterali, partecipazione ad organizzazioni di sicurezza come la NATO o internazionali come l'ONU, oppure la partecipazione ad una coalizione.
Presumendo che nel 2025 la nostra strategia di sicurezza nazionale includerà la modificazione meteorologica, ne deriverà naturalmente l'uso nella nostra strategia militare nazionale.
Oltre ai significativi benefici che una capacità operativa garantirebbe, un'ulteriore motivazione per perseguire la modificazione del clima è quella di fungere da deterrente e contrasto contro potenziali avversari.
In questo documento dimostriamo che un appropriato utilizzo della modificazione del clima può fornire il dominio del campo di battaglia, fino ad un grado sinora mai immaginato.
In futuro tali operazioni miglioreranno la superiorità di superficie ed aerea e forniranno nuove opzioni per la conformazione e la padronanza del campo di battaglia. La tecnologia è qui a portata di mano, aspettando che noi ce ne appropriamo; nel 2025 potremo "possedere il clima".

Autore/i: Ronald J. Celentano; Tamzy J. House (Consigliere di Facoltà); David Mark Husband; Ann E. Mercer; James B. Near (Consigliere di Facoltà); James E. Pugh; William B. Shields

PERCHÉ L’AUMENTO E LA NEGAZIONE...
DELLE PRECIPITAZIONI?
La risposta: il controllo del clima.
USA...
RUBA LE IDEE DELLO SCIENZ
IATO E LE USA COME ARMI
Nel 1996, durante l’amministrazion
e Clinton, l’Air Force ameri
cana lancia un programma di
sperimentazioni dal titolo "Il clima
come forza moltiplicatrice: possedere
il clima entro il 2025", il quale
propone nuove risorse e tecnologie aventi lo scopo di
assicurare agli Stati Uniti
il controllo del clima
entro il 2025 e diventare così pot
enza aerea e spaziale dominante. Si può leggere testualmente:
"Nel 2025 le forze aerospaziali USA potranno avere il
controllo del clima se avranno capitalizzato
le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle
applicazioni di guerra.
[...] Dal miglioramento
delle operazioni degli alleati e dall'annullamento di
quelle del nemico tramite scenari climatici "su
misura", alla completa dominazione globale delle
comunicazioni e dello spazio, la modificazione
climatica offre a chi combatte una guerra un'ampi
a gamma di possibili modi per sconfiggere o
sottomettere l'avversario".
Il documento descrive come poter crear
e cambiamenti climatici tra i quali:
creazione e modifica di tempes
te, creazione di nebbia e nubi
, aumento e negazione delle
precipitazioni, favoreggiamento de
lla siccità, creazione di fulmin
i, precipitazioni e tempeste
pilotate, incitamento e creazione ar
tificiale dello "space weather".
Secondo il rapporto, il campo di ricerca è limitato a “for
me di alterazioni clima
tiche localizzate e di
breve durata”. Sotto richiesta del capo di stato maggi
ore, la relazione viene st
ilata da sette ufficiali
dell’esercito scegliendo con cura i te
rmini utilizzati in modo tale da ri
spettare nelle apparenze l’accordo
ENMOD.
Il documento suggerisce anche l’utilizzo di nanot
ecnologie per creare nubi ar
tificiali telecomandabili
composte da elementi computerizzati capaci di rima
nere sospese nell’aria e di comunicare tra loro,
asserendo candidamente che "l’impatto psicologico
di simili mezzi può rivelarsi straordinario in
numerose situazioni".
Questo rapporto afferma, inoltre, che le radicali m
odifiche del clima a scopi militari diventeranno parte
delle politiche di sicurezza
nazionale con applicazioni dom
estiche ed internazionali.
Irrorazioni di sostanze chimiche nelle nubi sono stat
e effettuate anche durante la guerra in Serbia.
Durante le operazioni NATO nei Balcani , sono st
ate avvistate nuvole nere ma
terializzarsi da cieli
perfettamente blu, e surreali tuoni e fulmini che ha
nno terrorizzato la popolazione. Alcuni scienziati
hanno trovato che il campo elettromagnetico sopra la Serbia è stat
o perforato, inducendo i sistemi
piovosi ad evitare la regione.

CONTROLLO DEL CLIMA:
IL SISTEMA HAARP
SPIEGATO DAL GENERALE FABIO MINI
Il Generale Fabio Mini
ha parlato del sistema di controllo cl
imatico statunitense HAARP sulla rivista
Limes.
Il Generale Fabio Mini, già coma
ndante della forza Nato in Kosovo, decorato nell'ottobre 2004 con la
Legion of Merit dagli USA, ha parlato del sist
ema militare statunitense HAARP di manipolazione
ionosferica, nell'articolo "Owning
the weather:impadronirsi del clima"
, pubblicato sulla rivista Limes.
"La guerra ambientale globale è già cominciata [...] Si
distrugge la natura per anni
entare il nemico [...] e
se stessi. [...] Uno dei più moderni programmi di rice
rca militare di questi ultimi tempi si chiama proprio
"Owning the weather in 2025", impadr
onirsi del clima entro il 2025, data
entro la quale si ritiene di
riuscire a possedere il tempo me
tereologico, e quindi il clima, aumentando le proprie capacità
d’intervento militare. [...] Nessuno crede più
che un terremoto, un’inondazione, uno tsunami o un
uragano siano soltanto fenomeni naturali [...] Ar
mi ad onde elettromagnetic
he capaci di provocare
alterazioni della ionosfera, delle fa
sce di Van Allen e dello strato di ozono, nonché terremoti, maremoti,
surriscaldamento e raffreddamento di
masse gassose, liquide e solide
e quindi di indurre e pilotare
cataclismi atmosferici fino a determinare variazioni climatiche permanenti. Tutti sanno che gli Stati
Uniti da decenni finanziano un progetto di trasmissi
one di onde ad alta frequenza in corrispondenza
della fascia elettromagnetica terre
stre. Il progetto denominato HAARP
(High Frequency Active Auroral
Research Program) è finanziato dal Pentagono a tito
lo di studio. Ma tutti sanno che il Pentagono non
spreca soldi se non ha un interesse m
ilitare. [...] Lo scopo è quello d’inte
rferire con la ionosfera. [...] Le
emissioni dei trasmettitori di HAAR
P, che avvengono quasi regolarment
e in quattro periodi dell’anno,
sono in grado di inviare nella ionosfera
raggi di potenza supe
riore al gigawatt."
Fonte: AAM Terra Nuova






Nel 2025 gli USA avranno il pieno controllo del clima*******
Nel 2025 gli USA avranno il pieno controllo del clima

Nel 2025 le forze aerospaziali USA potranno "possedere il clima" mettendo a frutto le tecnologie emergenti e lo sviluppo di quelle rivolte ad applicazioni belliche. Tale capacita fornisce ai combattenti la possibilità di dare forma a battaglie spaziali con modalità finora 
fornisce opportunità ad operazioni d'impatto in tutto lo spettro del conflitto ed e pertinente a tutti i futuri possibili. Lo scopo di questa scritto equello di delineare una strategia per l'uso di un futuro sistema di modificazione del clima per il conseguimento di obiettivi militari, piuttosto che per la fornitura di una dettagliata mappa stradale tecnica. 
In quanta tentativo ad alto rischio/alto guadagno, la modificazione del clima presenta un dilemma non dissimile da quello della scissione dell'atomo. Mentre alcuni segmenti della società saranno sempre riluttanti a prendere in considerazione questioni controverse come la modificazione del clima, le tremende capacita militari che potrebbero derivare. 

Dal miglioramento di operazioni amichevoli o dal disturbo di quelle nemiche tramite l'adattamento in piccola scala di moduli naturali del clima fino al completo dominio delle comunicazioni globali e al controllo contro spaziale, la modificazione del clima offre al combattente un'ampia gamma di possibili azioni per sconfiggere o costringere un avversario. 

Per una capacita integrata di modificazione del clima sono 
necessari avanzamenti tecnologici in cinque aree principali: 

(1) tecniche avanzate di modellamento non-lineare,
(2) la capacita computazionale,
(3) raccolta e trasmissione delle informazioni, 
(4) schieramento di un sensore globale e
(5) tecniche di intervento sui clima.
Alcuni strumenti di intervento esistono giada ora ed altri potranno essere sviluppati e raffinati in futuro. 
Le attuali tecnologie, che matureranno nel corso dei prossimi trent'anni, offriranno a chiunque disporrà delle necessarie risorse ,la possibilità di modificare gli schemi climatici e gli effetti corrispondenti, almeno su scala locale. Le attuali tendenze demografiche, economiche ed ambientali creeranno delle tensioni globali che daranno a molte nazioni o l'impeto necessario a far si che la modificazione del si tramuti da possibilità in capacita reale. Negli USA 
la modificazione del clima diverrà probabilmente parte della politica di sicurezza nazionale, con applicazioni su scala interna ed internazionale. Il nostro governo perseguirà una politica di questa genere, secondo i suoi interessi, a vari livelli. Tali livelli potrebbero includere: azioni unilaterali, partecipazione ad organizzazioni di sicurezza come la NATO o internazionali come l'ONU, oppure la partecipazione ad una coalizione. 

Presumendo che nel 2025 la nostra strategia di sicurezza 
nazionale includerà la modificazione meteorologica, ne deriverà naturalmente l'uso nella nostra strategia militare nazionale. Oltre ai significativi benefici che una capacita' operativa garantirebbe, un'ulteriore motivazione per perseguire la modificazione del clima e quella di fungere da deterrente e contrasto contro potenziali avversari. In questo documento dimostriamo che un appropriato utilizzo della modificazione del clima può fornire il dominio 
del campo di battaglia, fino ad un grado sinora mai immaginato. In futuro tali operazioni miglioreranno la superiorità di superficie ed aerea e forniranno nuove opzioni per la conformazione e la padronanza del campo di battaglia .La tecnologia e' qui a portata di mano ,aspettando che noi ce ne appropriamo ; nel 2025 potremo possedere il clima...





















_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
 
Progetti militari statunitensi per "controllare il clima" entro il 2025
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» I RIFIUTI MILITARI RIENTRANO SUBITO NEL SISTRI O SI DEVE ATTENDERE UN (FUTURIBILE) DECRETO ATTUATIVO (E NEL FRATTEMPO – DI FATTO – RESTANO ESENTI)?
» attività pomeridiane: progetti scuola secondaria in orario extrascolastico
» il clima delle nostre citta'!!!!
» Monitoriamo il clima in Italia, in Europa e nel mondo
» Produzione accidentale di rifiuti pericolosi: obbligo di iscrizione al Sistri entro tre giorni

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: SCIE CHIMICHE/MUOS/HAARP/PROGETTI MILITARI SEGRETI.-
Andare verso: