IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 21:50

I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.





Chissà se nella denominazione di 'Crazy Diamond' avrà avuto un ruolo la celebre meravigliosa suite scritta dai Pink Floyd nell'album Wish you were here. Penso di sì. Certo che comunque è interessantissimo quello che sta venendo fuori dalla ricerca intorno al buco nero chiamato con questo nome.

"Sono laboratori di fisica strepitosi" e per questo i buchi neri riserveranno ancora moltissime sorprese in futuro: ne e' convinta Patrizia Caraveo, dell'Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf).

La ricercatrice coordina la squadra italiana impegnata nel satellite Fermi alla quale si devono le osservazioni del buco nero "Crazy Diamond", attualmente l'oggetto cosmico piu' brillante mai osservato.

Da questo oggetto, osserva Caraveo, "c'e' da aspettarsi un altro giro di ottovolante, con una serie di saliscendi nel flusso di energia che emette". Acrobazie che avvengono in condizioni nelle quali la fisica e' spinta a condizioni estreme: "i buchi neri - spiega l'astrofisica - riescono ad accelerare particelle ad energie che i piu' potenti acceleratori non sognano nemmeno lontanamente".

Questi straordinari laboratori cosmici potrebbero permettere di studiare alcuni effetti della teoria della relativita' generale di Einstein, o l'interazione delle particelle con campi elettrici e magnetici altrimenti irraggiungibili". E' percio' una fortuna che in questo momento ben due telescopi spaziali siano puntati su un oggetto come Crazy Diamond: Agile, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e Fermi, lanciato dalla Nasa con la partecipazione di Asi, Inaf e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Ipotizzati all'inizio degli anni '70 dall'astrofisico Steven Hawking, i buchi neri sono ancora tra gli oggetti piu' misteriosi e affascinanti del cosmo. In quasi 40 anni le conoscenze sono aumentate. Si sa, per esempio, che i giganteschi buchi neri che si trovano al centro di alcune galassie possono ingurgitare materia in quantita' cosi' abbondanti che alla fine non riescono ad assorbirla e alla fine sono costretti a ributtarla fuori con getti spettacolari e ad altissima energia e su diverse lunghezze d'onda, le piu' potenti delle quali sono raggi gamma.

"Il primo passo per capire la fisica che genera la formazione dei getti e l'emissione di energia - spiega Caraveo - e' poter osservare le emissioni a tutte le lunghezze d'onda".

Per questo, su iniziativa delle squadre responsabili di Agile e Fermi, e' nata una sorta di "orchestra" spaziale che riunisce tutti i satelliti specializzati nell'osservazione delle emissioni ad altissima energia, come l'americano Swift, l'europeo Integral e il giapponese Suzaku. Il programma che li accomuna si chiama Target of Opportunity (ToO) e l'obiettivo ambizioso e' realizzare il sogno di Hawking: capire la fisica che permette la formazione dei getti di materia ed energia.

fonte: www.ANSA.it

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 21:52

Spazio senza confini: ripreso in diretta il buco nero che fa «indigestione»

L'hanno ribattezzato «Crazy diamond» (diamante pazzo, ndr), come la celebre canzone dei Pink Floyd «Shine on you Crazy Diamond». «Pazzo» perché il suo comportamento è irregolare, a fasi alterne. E «diamond» perché come e più di un diamante brilla, tanto da strappare alla pulsar che si trova nella costellazione della Vela il record di brillantezza, diventando così la sorgente più lucente di tutto il cielo.
Spazio sempre più senza confini per i ricercatoriPer la prima volta è stato osservato in diretta un buco nero che fa una sorta di «indigestione» ingurgitando un'enorme quantità di materia: E più ingurgita più brilla, fino a diventare il faro più luminoso della volta celeste. Una scoperta che parla un po' italiano. A osservare l'evento, infatti, sono stati il satellite Agile dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e il satellite della Nasa Fermi, al quale l'Italia partecipa con Asi, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).
Il buco nero, che ha una massa miliardi di volte maggiore rispetto a quella del Sole, si trova al centro del quasar (oggetto astronomico luminoso, ndr) 3C454.3, distante miliardi di anni luce dalla Terra. La sua esistenza è rivelata dall'altissimo livello di emissioni gamma, direttamente collegate alla quantità di materia che il buco nero acquisisce. Quando il buco nero «non mangia», per così dire, , l'emissione è stazionaria, ma quando invece si abbuffa di materia l'emissione aumenta e diventa variabilissima. IL raro evento si è verificato alla fine di novembre. «È come se la macchina acceleratrice di questo buco nero si sia attivata superando se stessa in modo del tutto inaspettato - dice il ricercatore Stefano Vercellone dell'Inaf di Palermo -. Abbiamo chiamato questo oggetto, non a caso, "Crazy Diamond", e ora lo vediamo in azione come sorgente gamma più forte dell'intero cielo». «Adesso - dice Patrizia Caraveo dell'Inaf, che coordina il gruppo italiano per »Fermi» - sembra che il flusso gamma stia lentamente scendendo, ma con i buchi neri non si sa mai, magari non è ancora sazio e ricomincerà a stupirci». Secondo Paolo Giommi, dell'Asi, «3C454.3 non solo è un buco nero vorace, ma un faro che punta la sua luce potente verso di noi». A miliardi di anni luce dalla Terra.
http://www.google.de/search?q=crazy+diamond+buco+nero&rls=com.microsoft🇮🇹IE-SearchBox&ie=UTF-8&oe=UTF-8&sourceid=ie7&rlz=1I7ADRA_it

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 22:00


_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 22:03

Un “Crazy Diamond” nel cielo gamma
Il buco nero nel quasar 3C454.3, distante miliardi di anni luce, è iperattivo. E conquista lo scettro di sorgente più energetica del cosmo


09 Dic 2009

Una galassia lontanissima, a sette miliardi e duecento milioni di anni luce, sta attirando l’attenzione degli astronomi di tutto il mondo. È iperattiva. Come impazzita. I satelliti per lo studio dei raggi gamma AGILE (dell’ASI, con INAF e INFN) e FERMI (della NASA, con l’importante partecipazione italiana) stanno registrando un’eccezionale produzione di emissioni gamma proveniente dalla galassia soprannominata “Crazy Diamond”, nella costellazione Pegaso. Al punto che 3C 454.3, questo il nome in sigla del nucleo galattico attivo, ha rubato lo scettro alla “reginetta” del cielo gamma, la pulsar Vela, distante appena mille anni luce. Pur essendo milioni di volte più lontana, 3C 454.3 con i suoi getti di lampi gamma brilla due volte più di Vela, la sorgente persistente più luminosa. Questo incredibile rilascio di energia dipende dal buco nero supermassivo nel centro del quasar 3C454.3.



Come molte galassie attive, Crazy Diamond emette opposti getti di particelle a velocità prossime alla luce quando la materia viene risucchiata dal buco nero. Il livello di emissione gamma di sorgenti di questo tipo dipende dalla quantità di materia fagocitata. In altre parole, dipende dal regime alimentare del buco nero. Quando il buco nero è a dieta, l’emissione è stazionaria. Invece, quando il buco nero si ingozza di materia, l’emissione aumenta e diventa variabilissima. In questi giorni 3C454.3 deve avere fatto indigestione. L’evento, raro e probabilmente passeggero, sta mobilitando la comunità astronomica mondiale.



Alla fine di novembre, AGILE si è accorto che c’era qualcosa di strano e ha dato l’allerta che è stata immediatamente confermata da Fermi. Si pensava a un periodo di attività come se ne erano visti altri ma la sorgente ha polverizzato tutti i suoi record precedenti, sorpassando Vela. In queste occasioni è molto importante studiare il comportamento della sorgente a tutte le lunghezze d’onda. Per questo vengono attivate campagne osservative in onde radio, ottico e raggi X. Un consorzio internazionale di telescopi ottici coordinato dall’Osservatorio di Torino segue il comportamento della sorgente, mentre tutti gli osservatori X hanno già cominciato le osservazioni.



Per Paolo Giommi dell’ASDC dell’ASI: “3C454.3 non solo è un buco nero vorace, ma anche un faro che punta la sua luce potente verso di noi. Già nel 2005 questa sorgente di radiazione radio, ottica, X e gamma aveva raggiunto livelli record, ma allora nessun satellite gamma era in orbita. Ora sia Agile che Fermi stanno monitorando quella che si è dimostrata essere la sorgente più brillante del cielo in raggi gamma”.



“È come se la macchina acceleratrice di questo buco nero si sia attivata superando se stessa in modo del tutto inaspettato”, dice Stefano Vercellone dell’INAF-IASF di Palermo e coordinatore di molte ricerche recenti su 3C 454 con i dati di Agile e altri osservatori.



“Adesso sembra che il flusso gamma stia lentamente scendendo, ma con i buchi neri non si sa mai, magari non è ancora sazio e ricomincerà a stupirci” dice Patrizia Caraveo dell’INAF che coordina il team italiano per Fermi. “Penso che il bello debba ancora venire, sono convinta che capiremo quello che è successo alla sorgente solo quando potremo combinare i dati gamma con quelli ottici, X e radio”.



“Continua la serie delle straordinarie osservazioni di Fermi e Agile, eseguite mediante strumenti in gran parte concepiti e realizzati dalla comunità scientifica del nostro Paese”, sottolinea Benedetto D’Ettorre Piazzoli, membro della giunta esecutiva dell’INFN. “Lo studio della fenomenologia di questi voraci buchi neri – aggiunge D’Ettorre Piazzoli – riveste interesse anche perché tra essi potrebbero nascondersi le misteriose sorgenti dei raggi cosmici di altissime energie, quelle energie che noi non possiamo raggiungere nei nostri laboratori, nemmeno nel superacceleratore Lhc”.
http://www.asi.it/it/news/un_crazy_diamond_nel_cielo_gamma

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 22:05

Fotografata dai satelliti Agile e Fermi l’abbuffata spaziale del buco nero Crazy Diamond: guarda l’immagine


Ipotizzati quarant’anni fa dall’astrofisico Stephen Hawking, i buchi neri risultano tuttora essere tra gli oggetti più affascinanti e misteriosi dell’Universo.
Dagli anni ‘70 le conoscenze sui buchi neri sono aumentate: una delle cose che sappiamo di loro, ad esempio, è che si trovano al centro di alcune galassie e tendono a ingoiare la materia di cui queste ultime sono composte. Talvolta però il pasto dei buchi neri è eccessivo per cui, in questi rari casi, gli ingordi oggetti celesti, non riuscendo più ad assorbire materia, sono costretti a ributtarla fuori creando getti spettacolari ad altissima energia.
Questo è proprio ciò che è accaduto al centro del quasar 3C454.3 qualche giorno fa dove, il satellite Agile dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e il satellite della Nasa Fermi, hanno documentato una vera e propria indigestione spaziale ad opera del buco nero ribattezzato “Crazy Diamond”. L’”abbuffata spaziale” ha generato getti di materia talmente luminosi da far registrare un nuovo record: Crazy Diamond è infatti diventata ufficialmente la sorgente gamma più brillante del cielo.
Il raro evento sta mobilitando tutta la comunità astronomica mondiale. A tal proposito Benedetto D’Ettorre Piazzoli, fisico delle particelle dell’Infn ha affermato: “Nel buco nero potrebbero nascondersi le misteriose sorgenti dei raggi cosmici di altissime energie, quelle energie che noi non possiamo raggiungere nei nostri laboratori, nemmeno nel superacceleratore LHC”.

http://www.upnews.it/outframe/fotografata-dai-satelliti-agile-e-fermi-labbuffata-spaziale-del-buco-nero-crazy-diamond-guarda-limmagine

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 22:10

Nuovo record del super acceleratore LHC di Ginevra: generati 2,36 TeV di energia


Finalmente, dopo le numerose disavventure, sono state registrate le prime vere e proprie collisioni tra particelle all’interno dell’LHC.
Per la prima volta sono avvenuti gli incroci di due fasci di protoni nei quattro punti in cui sono posti i rivelatori.
Uno di questi rivelatori, CMS è il più grande solenoide mai costruito al mondo, in grado di misurare con estrema precisione particelle come muoni, fotoni ed elettroni. CMS è costituito da cento milioni di elementi attivi ciascuno dei quali esamina segnali di nuove particelle al ritmo di 40.000.000 al secondo.
Gli scienziati lavorando sodo sono riusciti ad abbreviare al massimo i tempi ottenendo i primi scontri con 10 giorni di anticipo rispetto alla tabella di marcia, a tre soli giorni dalla prima iniezione di due fasci di protoni nel super acceleratore. Almeno per ora si tratta di collisioni a bassa potenza, 45a GeV, tuttavia l’euforia tra gli addetti ai lavori è palpabile. Sergio Bertolucci, direttore per la ricerca del CERN di Ginevra, ha affermato con soddisfazione: “E’ facile presentarsi qui, dopo aver avviato la collaborazione, per vedere il rivelatore partire e alla prima accensione… champagne! Continuate così”, aggiungendo poi “Da oggi possiamo finalmente chiamare LHC col suo nome: collider!”


Dopo mesi di attesa finalmente il record: durante la notte tra il 29 e il 30 novembre l’LHC di Ginevra ha raggiunto la potenza di ben 1.18 TeV, diventando ufficialmente l’acceleratore di particelle più potente al mondo.
Già alle 21:55 di domenica sera, il fascio numero 1, che circola nell’anello in senso orario, raggiungendo l’energia di 1.08 TeV, aveva ottenuto il primato, detenuto fino a quel momento dal Tevatron, del Fermilab di Chicago, che dal 2001 aveva sviluppato 0.98 TeV per fascio. Successivamente, grazie all’incessante lavoro dei ricercatori, si è riusciti a passare da 0.98 a 1.18 Tev, facendo circolare due fasci contemporaneamente all’interno della gigantesca ciambella.
La soddisfazione è stata grande soprattutto per l’ingegnere capoturno, Verena Kain, che ha assistito all’aumento repentino di energia. La giovane scienziata austriaca, che ha assistito al prodigioso fenomeno ha dichiarato: «Non riesco a crederci, in meno di un minuto il primo fascio è passato da 0.98 TeV a 1.08 TeV, e dopo, con i due fasci assieme, è trascorsa meno di mezz’ora dalla decisione di provare a riuscire ad ottenere 1.18 TeV».
Il fantastico risultato è arrivato dopo solo dieci giorni dalla riaccensione dell’LHC e i progressi ottenuti finora incoraggiano sempre più i ricercatori impegnati nel progetto: «Siamo ancora increduli di quanto il riavvio di LHC sia procedendo speditamente. E’ fantastico», ha affermato il direttore generale del Cern, Rolf Heuer.
L’aumento di energia però non finirà qui. Il capo progetto Lyn Evans fa sapere che il prossimo obiettivo è arrivare entro Natale 1.2 TeV per fascio per poi raggiungere l’incredibile quota di 3.5 TeV, durante il primo trimestre del 2010. Solo allora si potrà verificare l’esistenza della “particella di Dio”.

Per sapere di più sull’LHC clicca i link sottostanti

http://www.upnews.it/outframe/fotografata-dai-satelliti-agile-e-fermi-labbuffata-spaziale-del-buco-nero-crazy-diamond-guarda-limmagine

http://www.upnews.it/outframe/fotografata-dai-satelliti-agile-e-fermi-labbuffata-spaziale-del-buco-nero-crazy-diamond-guarda-limmagine

http://www.upnews.it/outframe/fotografata-dai-satelliti-agile-e-fermi-labbuffata-spaziale-del-buco-nero-crazy-diamond-guarda-limmagine

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   Gio 10 Dic 2009, 22:13


_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.   

Tornare in alto Andare in basso
 
I segreti del buco nero Crazy Diamond - il più brillante oggetto cosmico mai osservato.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Cos'è un buco nero? E' in pericolo la terra?
» Si può viaggiare nel tempo o nei buchi neri? (Astronomia,video e immagini)
» Segreti per fare il bucato
» Monitoraggio dell' ozonosfera e buco dell' ozono
» SIBILLA DI NOSTRADAMUS 1 GATTO NERO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: ASTRONOMIA-
Andare verso: