IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Non per tutti è Natale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ELEMENTO
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: Non per tutti è Natale   Ven 11 Dic 2009, 19:01

Un Natale accanto ai poveri e agli esclusi

Gesù è nato “nel cuore della povertà”, ricorda un Vescovo

La povertà è fame. La povertà è vivere senza un tetto. La povertà è essere ammalati e non riuscire a farsi visitare da un medico.
La povertà è non potere andare a scuola e non sapere leggere. La povertà è non avere un lavoro, è timore del futuro, è vivere giorno per giorno.
La povertà è perdere un figlio per una malattia causata dall'inquinamento dell'acqua.
La povertà è non avere potere e non essere rappresentati adeguatamente; la povertà è macanza di libertà.

La povertà assume volti diversi, volti che cambiano nei luoghi e nel tempo, ed è stata descritta in molti modi (vedi la Letteratura della povertà, in inglese).
La povertà è una situazione da cui la gente vuole evadere.
La povertà, quindi, richiede azioni sia da parte dei poveri che dei benestanti, e richiede di cambiare il mondo per fare sì che molte più persone possano avere un buon livello di nutrizione, un alloggio adeguato, accesso all'educazione e alla salute, protezione dalla violenza, e voce in ciò che succede nella loro comunità.

Le dimensioni della povertà

Per capire come si può ridurre la povertà, per capire ciò che contribuisce o meno ad alleviarla e per capire come cambia nel tempo, bisogna definire, misurare, studiare ed anche vivere la povertà.
Dato che la povertà ha tante dimensioni, deve essere osservata mediante una serie di indicatori; indicatori dei livelli di reddito e di consumo, indicatori sociali ed anche indicatori della vulnerabilità e del livello di accesso alla società e alla vita politica.

Fino ad ora la maggior parte degli studi è stata condotta utilizzando misure di povertà basate sui consumi o sui redditi. Ma alcuni studi sono stati condotti anche su altre dimensioni della povertà; esempi sono il Rapporto sullo sviluppo umano delle Nazioni Unite (UNDP) e il Rapporto sullo sviluppo mondiale 2000/01 (WDR) sui temi di povertà e sviluppo della Banca Mondiale.



......Non chiedermi cosa è la povertà perché l'hai incontrata nella mia casa.
Guarda il tetto e conta il numero dei buchi.
Guarda i miei utensili e gli abiti che indosso.
Guarda dappertutto e scrivi cosa vedi.
Quello che vedi è la povertà.



http://www.edscuola.it/archivio/interlinea/poverta.htm
Tornare in alto Andare in basso
ELEMENTO
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: Non per tutti è Natale   Ven 11 Dic 2009, 18:58

Viaggio nella mensa dei poveri, dove il Natale non è una festa

Ci sono persone che a Natale non avranno la possibilità di sedersi a tavola insieme alla propria famiglia. E fra loro, nel nostro paese, ci sono tanti italiani, oltre agli stranieri, che vivono situazioni difficili e di profonda indigenza. Oggi siamo andati alla Mensa Francescana di Sant'Antonio a Milano per intervistare alcuni di loro. Nel video potete ascoltare le loro testimonianze.

I frati della Mensa di Sant'Antonio ci hanno segnalato che il 24 dicembre alle 21 saranno insieme ai volontari della Ronda della Carità nell'atrio della stazione Garibaldi per celebrare la Messa di Natale.


GUARDATEVI IVIDEO NEL LINK QUA SOTTO COSI CAPIRETE :


http://milano.blogosfere.it/2007/12/viaggio-nella-mensa-dei-poveri-dove-il-natale-non-e-una-festa.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Non per tutti è Natale   Ven 11 Dic 2009, 18:49

Non per tutti è Natale

Chiedo a tutti voi di unirvi a questo topic, per non dimenticare chi è come noi.




A natale bisognerebbe ricordare, non dimenticare, ho invece la sensazione che apparte le solite frasi preconfezionate, tipo: “pace nel mondo, meno sofferenza e bla bla bla” si sia ancor più orientati solo a far bella figura con amici e parenti. Poi ci sono quei personaggi che sbucano solo per queste feste, aiutati anche dall’avvento delle tecnologie… quindi ti arrivano sms di gente di cui magari non hai neanche più il numero registrato sul cellulare, allora gli rispondi con frasi il più standard possibile, per non far capire che non sai chi cavolo sia. A seguire email di catenoni con decine di indirizzi, che come prima cosa ti fanno capire il fatto che scrivono lo stesso messaggio a tutti, secondo che sparge la tua email agli altri, il che rompe un pò, sinceramente.

Quest’anno farò pochissimi regali e non certo perchè sono di “braccino corto”, anzi, in genere ho speso sempre un mucchio di soldi in regali, ma prima cosa in questo periodo di soldi ne ho davvero pochi, senza lavoro, secondo vorrei farlo solo a chi tengo veramente e quindi, pochi, molto pochi.

I miei auguri però li voglio fare:

Primo fra tutti, a quel bambino della foto, che spero sia stato messo in salvo e cresciuto in qualche modo.

Poi auguro buon natale a chi il natale non sa neanche esista, a tutti coloro a cui le feste natalizie amplificano la solitudine.

Buon natale a chi rimane nell’ombra, mentre tutti gli altri passeggiano nelle vie illuminate da stelle, stelline e alberi addobbati.

Buon natale a mio padre, che non lo sento da mesi e che neanche è venuto al matrimonio di mio fratello. Eppure, sarà un paradosso, visto che misera persona è, però mi manca e mi mancherà sempre.

Buon natale a chi vorrebbe essere in un posto totalmente diverso da quello in cui è costretto a stare.

Buon natale a tutti coloro che non avranno una tavolata in cui abbuffarsi come maiali per ore e ore, e che probabilmente tutto quel cibo non lo vedono neanche in 365 giorni messi insieme.

Buon natale a tutti quelli che mi seguono da quando ho aperto il mio blog, che partecipano ai miei post e buon natale anche a chi mi legge silenziosamente, senza lasciare traccia di se, ma so che c’è.

Buon natale a tutti i fasulli, che in questi giorni ti sorridono ipocritamente più di quanto già fanno nei restanti giorni dell’anno.

Buon natale al mio micio, che adesso è qui arrotolato nel letto, io e lui da soli.

Buon natale soprattutto a chi i regali te li fa quando meno te lo aspetti e l’unica cosa che spera di avere in cambio, è il tuo sorriso.

Buon natale a me stesso, che in un modo o nell’altro, anche quest’anno ci sono arrivato e alla fine, esserci, è già un gran bel regalo.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Non per tutti è Natale   

Tornare in alto Andare in basso
 
Non per tutti è Natale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Quale testo unico sotto l'albero di Natale?
» Iscrizione 4 E - E' possibile inserire tutti i codici CER non pericolosi?
» Un saluto a tutti e un grazie!
» Vendo il libro di ERMENEUTICA FILOSOFICA esame De Natale..
» LAVORETTI PER IL NATALE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: OFF-TOPIC/FUORI ARGOMENTO-
Andare verso: