IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaIscrivitiAccedi
Condividere | 
 

 I portafortuna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
V-Vendetta
junior
junior



MessaggioOggetto: Re: I portafortuna   Gio 31 Dic 2009, 16:21

Amuleto del Pesce
Procuratevi un ciondolo a forma di pesce e portatelo con una catenina al collo:la vostra unione sarà salda e feconda e l'agiatezza non vi abbandonera' mai.
Agata

L'Agata si presenta in diverse varieta' ed ognuna ha un potere speciale. Un ciondolo di Agata bruna puo' diventare un portentoso amuleto d'amore ,poiche' assicura l'amore della fanciulla amata. Inoltre arricchisce l'intelligenza e protegge dal malocchio.
Foglie di Felce per le finanze
Nei paesi del nord Europa è molto diffusa una antica credenza legata alla Felce. Si ritiene infatti che questa pianta assicuri sempre abbondanza di denaro ed impedisca al portafoglio di vuotarsi.Perche' tutto questo abbia effetto bisogna cogliere la Felce con la Luna in fase crescente e di Sabato.Le foglie vanno fatte essiccare per tre giorni e poi conservate nel portafoglio,in una busta di cellophane perfettamente chiusa.
Quercia e ghiande di lunga vita
Da sempre la Quercia è simbolo di immortalita' .Un'antica tradizione Sassone afferma che portare con se' un pezzetto di Quercia assicura una vita lunga e piena di prosperita'. La Domenica mattina quando sorge il Sole raccogliete 3 ghiande ed un pezzetto di corteccia di Quercia nel punto piu' vicino alla terra.Fate quindi bruciare la corteccia raccolta ed alcune foglie di Alloro (pianta sacra al Sole) :quindi preparate un sacchetto di stoffa gialla,purificatelo ai fumi delle piante bruciate e mettetevi le ghiande,chiudendo il tutto con filo giallo.Il sacchetto va esposto al Sole per tutto il giorno ritirandolo al tramonto.
Melograno per essere amati
Narra una leggenda che Proserpina,rapita da Plutone decise di restare 6 mesi con lui,dopo aver gustato dei semi di Melograno che lui le aveva offerto.Da allora il Melograno divenne simbolo di fecondita',successo in amore, e prole numerosa.Percio' se avete problemi d'amore raccogliete 7 chicchi di Melograno e riponeteli con 7 chicchi di riso in un sacchetto di panno verde.Bruciate poi in una notte di Luna piena delle foglie di Edera,simbolo della fedeltà.Contemplate la Luna mentre la pianta brucia,ponete le ceneri nel sacchetto con i semi di melograno e il riso e lasciate l'amuleto su un piattino bianco alla luce della Luna per tutta una notte.Portatelo sempre con voi,sempre alla vostra sinistra. Acqua della serenità
L'acqua è un elemento importantissimo per i riti magici,ha il potere di purificare ogni cosa e di chiarire situazioni confuse.Di Giovedì meglio se con la Luna calante,riempite un bicchiere pulito di vetro chiaro con acqua limpida di fiume o ruscello.(non deve assolutamente essere torbida).Se avete un problema che assilla voi o la persona amata scrivetelo su un pezzo di carta che poi immergerete nel bicchiere.
Mantenetelo immerso senza mai toccarlo fino a completa macerazione:vedrete che il problema si chiarirà al suo scioglimento.
Talismano della fiducia


Acquistare un oggetto da regalare, un ciondolo un bracciale qualcosa di simile.
In una notte di luna calante prendere l'oggetto, una candela bianca,
un bastoncino d'incenso, un coppa d'acqua e del sale.
Prendetelo in mano e passatelo in circolo per tre volte sulla fiamma della candela in senso antiorario dicendo:
Con il fuoco ti purifico affinché la sfiducia si allontani da "nome persona", che "nome" ritorni come era, ardente come una fiamma.
Passarlo poi altre tre volte, sempre in senso antiorario sul fumo dell'incenso dicendo: “Con l'aria ti purifico affinché"nome persona" creda in se stessa come nell'aria che respira”.
Quindi mettere l'oggetto nel sale e dire: Con la terra ti purifico affinché porti "nome" ad essere stabile e ferma come la terra su cui cammina.
Infine immergerlo nell'acqua e dire “Con l'acqua ti purifico affinché la sfiducia e si allontani da "nome" e si disperdano”.
Quindi tenere il ciondolo in mano caricandolo con la volonta', ringraziare e chiudere.
Regalare il portafortuna cosi' caricato.




Talismano portafortuna
Prendere un piccolo panno di lino bianco, farlo bollire, asciugare al fuoco, fare dormire il telo nel sale, alla luce della luna crescente per tutta la notte. Ritirarlo prima dell' alba evitando assolutamente che la luce del sole non lo colpisca.La notte successiva, sempre di luna crescente, prendere semi di sesamo, foglie di alloro, una pigna aperta ma integra. Passare tutto nel sale, nel fuoco, nell' acqua, nel fumo di una candela bianca e benedire, invocando gli elementi per caricare gli oggetti. Prendere il panno, ricoprire con esso un pestello , e tritarvi i semi, l' alloro ed alcuni pezzi di pigna. Cucire il sacchetto con del filo rosso. A luna piena recarsi in un luogo senza luci, esporre il sacchetto alla luna con un piccolo rito di ringraziamento.Tenere il portafortuna cosi ottenuto in casa, o regalatelo a chi più vi piace
Tornare in alto Andare in basso
V-Vendetta
junior
junior



MessaggioOggetto: Re: I portafortuna   Gio 31 Dic 2009, 16:19

IL QUADRIFOGLIO
E' considerato un portafortuna non solo per la sua rarità, ma anche per la sua forma che ricorda una croce.
Porta fortuna a chi lo trova e a chi lo riceve in dono.
Secondo la tradizione ogni foglia rappresenta una qualità:
la prima la reputazione, la seconda la ricchezza, la terza la salute e la quarta l'amore sincero.
LA COCCINELLA
La coccinella è legata nell' antichità ad una dea della bellezza e dell' amore.
Le sue elitre rosse (colore che già di per se porta fortuna) sono segnate da diversi puntini.
Se una coccinella si posa su una mano assicura fortuna per un numero di mesi pari al numero dei puntini e predice che a breve incasseremo dei soldi.
La fortuna è maggiore se l' insetto si posa il tempo necessario per contare fino a 22. Tutto questo, chiaramente, a patto che non gli si faccia del male.

IL CORNETTO
Il corno portafortuna è, senza dubbio, il più diffuso amuleto italiano. Le sue origini sono antichissime e risalgono addirittura ai tempi del Neolitico (3500 A.C.), quando gli abitanti delle capanne usavano apporre fuori dall' uscio un corno come auspicio di fertilità.
Specialmente in quei tempi la fertilità veniva associata alla fortuna in quanto, più un popolo era fertile, più era potente e quindi fortunato.

IL FERRO DI CAVALLO
Il ferro è un materiale al quale sono associate buone proprietà contro i malanni e il malocchio.
Già gli antichi Romani inchiodavano alle pareti di casa ferri di cavallo come difesa dalla peste.
Persino i Cristiani credevano in questo amuleto in quanto la sua forma ricordava la lettera "C" di Cristo.
In tutto il mondo il ferro di cavallo viene utilizzato come scaccia malocchio, stando sempre ben attenti ad appenderlo con le punte rivolte verso l'alto. La spiegazione di questo sta nel fatto che se venisse appeso con le punte verso il basso la fortuna potrebbe scappare fuori.
Tornare in alto Andare in basso
V-Vendetta
junior
junior



MessaggioOggetto: Re: I portafortuna   Gio 31 Dic 2009, 16:13

Amuleti


Cosa dice Dio delle persone che usano gli amuleti? E’ scritto nella Bibbia, in Isaia 2:6 (NR): “Infatti tu, Signore, hai abbandonato il tuo popolo, la casa di Giacobbe, perché son pieni di pratiche divinatorie, praticano le arti occulte come i Filistei, fanno alleanza coi figli degli stranieri.” Isaia 3:18-20 (NR): avverte “In quel giorno, il Signore toglierà via il lusso degli anelli dei piedi, delle reti e delle mezzelune; degli orecchini, dei braccialetti, dei veli, dei diademi, delle catenelle dei piedi, delle cinture, i vasetti di profumo e gli amuleti.”
Gli amuleti erano molto comuni nelle antiche culture delle terre della Bibbia, specialmente tra le popolazioni pagane. Gli amuleti sono magici ciondoli portafortuna indossati dalle persone per proteggersi da energie negative, dal male e da incidenti, e anche per portare buona fortuna. Gli amuleti di solito sono sotto forma di cristalli, croci celtiche, o altri mistici gioielli indossati come pendente su una collana o un braccialetto, o attaccati a una catenella appesa allo specchietto retrovisore dell’auto. Si crede che gli amuleti abbiano poteri mistici, che presumibilmente procurino protezione personale, successo e prosperità. Spesso i ciondoli sono considerati trasmettitori di energie curative e di vibrazioni positive, favorendo un’apparente sensazione di pace e tranquillità.
Nei periodi di apostasia ed idolatria, gli Israeliti hanno imitato le superstizioni dei pagani, compresa l’abitudine di indossare ciondoli magici. Dio pronunciò un severo avvertimento alle false profetesse di Israele che indossavano amuleti. E’ scritto nella Bibbia, in Ezechiele 13:18,20,21 (NR): “e di’: ‘Così parla Dio, il Signore: Guai alle donne che cuciono nastri per tutti i gomiti, e fanno veli per le teste d’ogni altezza, per dar la caccia alle persone! Pretenderesti forse di dar la caccia alle persone del mio popolo e salvare voi stesse? Perciò, così parla Dio, il Signore: Eccomi ai vostri nastri, con i quali voi date la caccia alle persone come agli uccelli! Io ve li strapperò dalle braccia, e lascerò andare le persone: le persone che voi catturate al laccio come gli uccelli. Strapperò pure i vostri veli, libererò il mio popolo dalle vostre mani; ed egli non sarà più nelle vostre mani per cadere nei lacci, e voi saprete che io sono il Signore.”
I pagani possedevano anche grandi talismani chiamati Teraphim, conosciuti anche come “idoli della famiglia.” Queste immagini in miniatura erano tenute in casa o erano portate con sé durante i viaggi. Dio era loro contrario. E’ scritto nella Bibbia, in 2 Re 23:24 (NR): “Giosia fece anche sparire gli evocavano di spiriti e gli indovini, gli idoli domestici e tutte le abominazioni che si vedevano nel paese di Giuda e a Gerusalemme, per mettere in pratica le parole della legge, scritte nel libro.”
Ogni volta che nella Scrittura sono menzionati idoli e altri magici portafortuna, l’atteggiamento di Dio nei loro confronti è quello di punizione. E’ scritto nella Bibbia, nel Salmo 31:6 (NR): “Detesto quelli che si affidano alle vanità ingannatrici; ma io confido nel Signore.”
Tornare in alto Andare in basso
V-Vendetta
junior
junior



MessaggioOggetto: Re: I portafortuna   Gio 31 Dic 2009, 16:12

Talismani di difesa ed attacco.
A forma di chiodi incisi
Il chiodo che fissa la volonta’ proprio come unisce gli oggetti materiali.
Il chiodo blocca il passato.
Da non confondere quelli con la punta ricurva proveniente da roghi o feretri.
Lamine talismatiche di scongiuro e profilattiche.
Armi incise .
Talismani onirici per avere buoni sogni o illuminatori.

Il talismano e l'amuleto sono due cose diverse che hanno un'unica caratteristica in comune, cioè vengono conservati con cura dal loro proprietario e mai consegnati ad altri. L'azione del talismano è attiva. Il talismano è dinamico, attivante, fortificante ed è per questo che viene paragonato ad una spada. La forza che in esso si manifesta gli è consciamente assegnata e fissata nella sua forma esteriore. Un amuleto è un oggetto che per natura possiede la facoltà di neutralizzare gli influssi malefici. Agisce in modo difensivo e protettivo, per cui viene paragonato ad uno scudo. La forza attiva del talismano attacca. L'essenza passiva dell'amuleto difende. L'uomo occidentale, estraniato dalla propria natura (spirituale), non si rende più conto dell'essenza spirituale propria al talismano e all'amuleto. Di questi ben conosce gli effetti materiali che gli capitano sotto gli occhi, ma dato che i suoi occhi spirituali sono chiusi, egli è soltanto in grado di osservare e toccar la forma. Il resto è per lui un enigma e un segreto che non gli "dice" nulla. Perciò se ne allontana, stringendosi nelle spalle. Per non rimanere del tutto senza protezione ha creato la mascotte; una trovata nata dall'ignoranza, così come la bambolina portafortuna dell'automobilista e il coniglietto-giocattolo del portiere di campo sportivo. Stolto è colui che da questi gingilli aspetta un aiuto spirituale. Infine, per comprendere la forza e l'azione del talismano e dell'amuleto c'è ancora qualcosa, che dovrebbe apparirci lampante. La semplicità è tratto distintivo del vero. E' già un'unità, così come la realtà spirituale di un individuo e la realtà materiale in cui vive. E' soltanto questa sua realtà individuale e spirituale che al di furoi di lui si materializza e si condensa in una realtà giornaliera. Ed è appunto questa realtà giornaliera, materiale, ad essere considerata dunque l'"esistenza", senza che si faccia luce la consapevolezza che questa familiare realtà materiale è soltanto un fedele riflesso dell'intima realtà individuale. Conseguenza inevitabile di questa unità è il fatto che ogni avvenimento, ogni sviluppo ed ogni (s)fortuna della vita quotidiana comune, è puro riflesso ed espressione di un avvenimento, sviluppo o (s)fortuna della propria vita spirituale. In questo modo l'essenza di un individuo viene ad esprimersi nel suo proprio destino e l'interessato può diventare cosciente della propria essenza, mediante un riflesso di quest'ultima nella realtà materiale. Un amico è la persona con cui dividete particolari scelte, gusti e probabilmente le caratteristiche. Nella vostra propria realtà individuale giornaliera, l'amico è dunque la personificazione di queste vostre scelte, gusti e caratteristiche. In lui si rispecchia una parte del vostro stesso essere e "chi si specchia in un altro si specchia con indulgenza". L'uomo è la misura di tutte le cose e tutta la natura è la proiezione vivente dell'essere umano. Gli animali perciò diventano materializzazioni, concretizzazioni, espressioni dei contenuti animaleschi dell'anima umana. Inconsciamente, ci rendiamo conto che in una lumaca si rispecchia la nostra inerzia, in una lepre la nostra paura, in un asino la nostra testardaggine.


Le persone, che non sono coscienti dell'indissolubile unità tra mondo interno e mondo esterno, sentono la realtà quotidiana come una incombenza permanente e piena di pericoli. Si ritengono "abbandonate ai capricci del destino" e non intendono che loro stesse sono questo destino. Provano a fronteggiare gli ostacoli della vita con un amuleto, quale magico strumento di difesa. Nei paesi dove regna la paura del malocchio, l'aglio è strumento di grande protezione. L'aglio è una pianta di fuoco, che sveglia la forza vitale e purifica lo spirito, dimostrando così di essere l'arma migliore contro la morte e la rovina, seminate dal malocchio. Il leone è il re degli animali, coraggioso come nessun altro. La sua forza è palese nella sua formidabile dentatura e questo spiega perchè il dente di leone sia un amuleto particolarmente apprezzato. Il leone è la personificazione naturale delle caratteristiche spirituali leonine latenti nel cuore di ogni uomo. Un dente di leone, portato come amuleto, agisce in modo da far emergere queste qualità sconosciute. L'elefante è simbolo di una materializzazione di saggezza e di sagacia, tratti dell'essere umano che nell'elefante stesso prendono forma, al di fuori dell'uomo. I peli sono espressioni materiali ella forza in crescita ed è per questo che nei paesi africani si portano anelli di setole di elefante come amuleti. Chi possiede un amuleto ignora che una parte del sue essere viene così esternata. Egli sente, in effetti, un forte legame con il suo amuleto e vi attinge sicurezza e fiducia, senza rendersi conto che si tratta di un vincolo con una base unitiva. L'amuleto è un mero prodotto della natura, che si è realizzato in modo naturale (inconscio). Un talismano è una creazione spirituale, consapevole, a cui scientemente venne data forma affinchè il contenuto spirituale si esprimesse materialmente nel modo più chiaro possibile.


La forma del talismano

Un talismano di metallo può avere le forme più svariate. La runa di congiunzione che ne costituisce la parte centrale, può essere modellata in creta, e poi, per esempio, fusa in bronzo in modo da creare una "piccola immagine" da collocare in un posto sempre visibile. Si può anche incidere la runa centrale su un anello, un braccialetto, o un pendente, di un particolare metallo, e portarlo sempre a contatto con la pelle. E' per l'appunto questo stretto contatto con la pelle che provoca una fusione del talismano "interiore ed esteriore". L'anello o il bracciale saranno volutamente portati a destra o a sinistra, a seconda che si tratti di affare di cuore (sinistra) o della mente (destra). Le dita della mano simboleggiano le idee, che vengono ulteriormente elaborate nella chiromanzia, ma di cui è bene sapere che l'indice è il dito di Giove, il medio quello di Saturno, che nell'anulare esprime la forza solare (dito di Apollo) e ne mignolo l'essenza di Mercurio. L'anulare è il dito dell'ideale e dell'arte. Un anello d'oro alla mano sinistra sarà l'espressione di un aspetto cosciente della vita affettiva. Un anello d'argento alla mano destra rappresenterà un aspetto affettivo dell'essere conscio. L'anello, per la sua forma, è simbolo dell'unità e dell'infinito, pertanto perfettamente adatto ad un talismano. Le incisioni possono trovarsi sia all'esterno che all'interno. Qualora il lato esterno dell'anello consentisse appena di incidere una runa di congiunzione e si desiderasse, per esempio, inquadrarla in un pentagramma, tale figura geometrica potrebbe a sua volta essere incisa all'interno dell'anello stesso nel punto preciso corrispondente all'incisione esterna della runa. Un talismano di metallo in forma di anello, pendente o bracciale, se viene trasmesso e portato, nel corso di alcune generazioni, da padre in figlio o da madre in figlia, accrescerà sempre più la propria forza ed accumulerà una tale quantità di energia cosmica da produrre, appena toccato, un effetto elettrizzante. Per questo è consuetudine che il talismano venga lasciato in eredità ad uno dei figli. Se si tratta di un bracciale o di un pendente, coloro che li portano durante la loro vita, fanno incidere il loro nome all'interno o al rovescio. Esistono talismani che sono stati trasmessi per centinaia di anni, di generazione in generazione, e in cui il nome degli antenati appare quasi cancellato dal contatto con la pelle di figli e nipoti.

L'efficacia di un amuleto deriva in gran parte dalla fiducia concessagli, poichè questo atteggiamento produce delle vibrazioni energetiche che facilitano la realizzazione dei desideri formulati. Il tempo e la storia hanno tuttavia operato una soluzione: tra le migliaia di oggetti che l'uomo ha impiegato per proteggersi, la maggior parte sono caduti in disuso e oggi se ne ignora la natura, ma l'efficacia degli altri li ha salvati dall'oblio facendoli trasmettere di generazione in generazione. Può trattarsi di chiavi, anelli, braccialetti o ciondoli. A volte non bisogna nemmeno metterli a contatto con la pelle, ma e sufficiente portarli con sé. Sappiamo dalla testimonianze dei rapporti tra gli uomini e le forze invisibili che gli amuleti più efficaci sono quelli elencati nella lista seguente. Sono tutti realizzabili, ma devono essere fabbricati o ottenuti senza molta fatica, poichè pensiamo che la difficoltà di preparazione ostacoli l'interesse l'interesse della loro conoscenza. Ogni amuleto possiede un segreto, un dono esclusivo che viene impiegato per un obiettivo concreto. Ecco perchè è importante conoscere esattamente i nostri desideri al momento di sceglierlo. Ecco i più efficaci.
Agrifoglio: la tradizione vuole che a natale si raccolgano le foglie di agrifoglio per decorare la casa fino a capodanno. In alcuni paesi lo si lascia fino all'epifania, perchè l'agrifoglio porta felicità e rafforza l'unione familiare. La sua presenza nella casa il primo giorno dell'anno assicura la felicità per tutto l'anno. Dopo questa data conviene lasciare seccare la foglia e conservarla nel portafoglio: vi sarà molto utile per migliorare le vostre relazioni sociali.
Ametista: possiamo dire che è il migliore amuleto conosciuto di tutta la storia dell'umanità. Niente può essere paragonato al suo potere e alla sua efficacia. La sua forza è tale che si pensi porti fortuna a chiunque lo porti, qualunque sia la situazione. Tuttavia il suo potere è superiore presso i nativi del segno dei pesci, poichè ne è la pietra. La sua fama è sempre stata così grande che viene definita da secoli come la "pietra benefica". Questo amuleto porta fortuna agli amanti, agli uomini d'affari, agli sportivi, e soprattutto ai cacciatori. Sul piano affettivo, attira le energie positive e fa sentire chi lo porta più sicuro di sé, poichè ha il done di scacciare le angosce e le paure provocate da sentimenti di insicurezza. E' anche l'amuleto più efficace contro l'ubriachezza, le nevralgie e i disturbi nervosi.
Bilancia: una piccola bilancia, per esempio d'oro o d'argento, appesa a una catena o a un braccialetto, protegge dall'ingiustizia. Questo amuleto non richiede il contatto della pelle e può essere di qualsiasi materia. Affinchè la sua protezione sia effettiva, è necessario portarlo sempre con sé.
Campana: tra gli ornamenti natalizi devono esserci sempre delle campane, poichè sono simboli di gioia. Un tempo, in campagna, si portavano i neonati in cima ai campanili perchè le campane suonassero vicino a loro, affinchè il loro suono attirasse gli spiriti buoni. A casa, una campanella serve ad allontanare la fatalità e a portare la salute ai più deboli e ai convalescenti. Gli orecchini a forma di campana sono utili se hanno un battente, anche se il suono che producono è molto debole.
Ciondolo di carta: servendosi dello spago o di una fettuccia, farete una collanina o un braccialetto a cui appenderete un pezzettino di carta o di pergamena recante la scritta seguente: "pronuncia l'invocazione". Lo porterete per nove giorni e nove notti di seguito. La nona notte, slegherete lo spago senza romperlo, toglierete la carta e la getterete dalla finestra, nel vento, al di sopra della spalla sinistra. Questo amuleto è molto utile nei momenti difficili perchè protegge chi lo porta dalle avversità.
Chiave: questo oggetto, la cui tradizione viene dall'America Meridionale, deve aiutare a superare gli ostacoli, ad aprire le porte che metteranno sulla strada della realizzazione degli obiettivi. Due innamorati che si scambiano due piccole chiavi d'oro aprono le porte del loro cuore. La chiave deve assolutamente essere di metallo. E' molto importante che questa chiave non sia utile, che non apra una serratura conosciuta, anche se la portate con altre in un portachiavi. E' per questo motivo che alcuni portano spesso delle belle chiavi antiche.
Corno: comprare un corno vero o un ciondolo di questa forma di metallo è una pratica funesta che mette in gioco degli influssi negativi. Ma se lo si trova o lo si riceve in regalo, protegge dalle invidie, annienta le cospirazioni e i brutti tiri di cui si può essere vittime. Agisce anche contro il malocchio. Dente di tasso: è l'amuleto dei giocatori per eccellenza. Questi devono cucirlo nella fodera del vestito che porteranno durante il gioco per essere sicuri di avere la fortuna dalla loro parte.
Diamante: questa pietra, portata sulla parte sinistra del corpo, diventa uno degli amuleti più potenti. Ecco perchè le donne portano tradizionalmente un anello di diamanti, la pietra deve essere incastonata in modo che il diamante sia sempre a contatto con la pelle. E' la pietra dello Scorpione, dell'Ariete e di tutti i segni posti sotto l'influsso di Marte. Il diamante ha un tale potere che può proteggere da tutti i mali, dà valore a tutte le azioni e la volontà di riuscire. E' il simbolo della resistenza e della tenacia.
Disco: una moneta forata nel mezzo, cioè a forma di disco, è molto propizia a tutti quelli che vogliono tentare la sorte. Sarà preferibilmente un pezzo in corso, d'oro, d'argento o di rame, ma mai fatto con una lega di nichel; molti pezzi correnti non potranno quindi servire. Se si tratta di un pezzo antico, è meglio che l'anno della fabbricazione sia dispari. Qualora lo si realizzi da sé, è utile se viene offerto, perchè agisce solo su chi lo trova o lo riceve in regalo. Porta fortuna nel gioco d'azzardo.
Elefante: è in genere un simbolo di fortuna, a patto che la proboscide sia disposta verso l'alto. Portato come ciondolo aiuta a prendere le decisioni migliori al momento delle scelte difficili e assicura nello stesso tempo la prosperità. Al contrario, un elefante con la proboscide verso il basso attira gli influssi negativi. Se un elefante dalla proboscide eretta orna la vostra casa, dovrete, ogni 29 del mese, mettergli nella proboscide un biglietto di banca in corso, della più piccola taglia possibile, piegato sei volte nel senso della lunghezza. Questo assicurerà il successo dei vostri affari. Se il 29 cade di venerdì, garantisce inoltre l'arrivo di una somma insperata di denaro.
Ferro di cavallo: il ferro di cavallo è uno degli amuleti più potenti e di conseguenza uno dei più conosciuti e dei più efficaci. La sua popolarità gli viene indubbiamente dalla forma e dal fatto che il ferro è il metallo più attivo contro il malocchio. Il suo potere è tale che, una volta, quando si voleva cacciare una strega da una regione, si gettava un ferro di cavallo nel fuoco, perchè si pensava che il calore sprigionato facesse allontanare gli spiriti maligni. Ai giorni nostri, i ferri di cavallo e i ciondoli di questa forma sono impiegati come amuleti portatori di fortuna. Bisogna sapere che le due estremità del ferro devono pendere verso il basso, vicino all'ingresso di una casa o, sul corpo, vicino al cuore. Questa tradizione deriva dal fatto che si credeva che gli spiriti maligni non potessero salire e fossero obbligati a strisciare, restando così rinchiusi nel cerchio aperto disegnato del ferro di cavallo.
Immagine di Iside: secondo la mitologia egiziana, Iside proteggeva le donne e i bambini piccoli. Era tradizione portare una medaglia raffigurante questa Dea. Col tempo, l'immagine di Iside è stata sostituita da quella di Diana che preserva le donne dagli incidenti fuori casa e dalle aggressioni. Affinchè la sua efficacia sia reale, bisogna averla ricevuta in regalo o averla trovata per strada, e che sia sempre a contatto con la pelle.
Lucchetto: potete comprare un piccolo lucchetto e portarlo in un portachiavi, oppure utilizzarlo come tale. Potete anche procurarvene uno d'oro o d'argento e portarlo come ciondolo. E' un simbolo di longevità, di salute e felicità. Se lo portate come fermaglio di un braccialetto, simbolizzate così l'affetto verso la persona che ve l'ha donato.

Mano: gli amuleti raffiguranti la mano sono tra i più potenti che si conoscano, ma il loro significato varia secondo la disposizione delle dita e del palmo. La cosiddetta "mano indù", molto alla moda all'epoca degli hippies e dei movimenti pacifisti, ha le dita tese e separate e attira su chi la porta la bontà, la magnanimità e l'equità. Rappresentata su elementi decorativi come tappeti o tappezzerie, estende la sua protezione a tutta la casa. Il pugno chiuso, con l'indice e il mignolo tesi come corna di toro, è un potente protettore che preserva dalla sfortuna. Questa mano ha sempre rappresentato le corna di Satana e veniva usata per scongiurare le disgrazie e il malocchio; la celebre figa del Brasile, una mano chiusa il cui pollice appare tra l'indice e il medio, dev'essere tagliata e lavorata alla perfezione; un tempo proteggeva dal malocchio, ma oggi si pensa che sia utile contro gli influssi negativi e tutte le energie che si oopongono alla realizzazione di tutti i desideri. La mano di Fatma ha tre, quattro e a volte sei dita e tiene una pietra, blu o verde, al centro della mano. Viene dal Marocco e porta fortuna. Se la pietra ha la forma di occhio, protegge anche dalle malattie.
Mezza luna: è il simbolo femminile della Dea Iside, di ciò che identifica gli esseri deboli, sensibili, le ragazze, i bambini, i giovani malati. Questo amuleto evita le discussioni e la violenza sulle donne e ai bambini, così come le aggressioni e i pericoli imprevisti. Non ha alcun valore per gli uomini.
Occhio: l'occhio, rappresentato da pietre più o meno preziose, è molto efficace per prevenire gli incidenti. Questo amuleto è molto diffuso in America Centrale. In Messivo si trovano braccialetti, anelli, ciondoli e ornamenti di ogni tipo e di ogni dimensione a forma di occhio.
Pelle di serpente: un braccialetto o un anello in pelle di serpente, con una incastonatura o una chiusura d'oro, è di importanza capitale che la pelle e l'oro siano sempre a contatto, E' un amuleto molto potente che protegge dalle malattie.
Pelo di elefante: ricevere in regalo, ma senza mai acquistarlo per sé, un anello o un braccialetto in pelo di coda di elefante, con dei fermagli d'oro o d'argento, vi proteggerà e vi porterà fortuna.
Pesce: è un amuleto che aiuta le forze che permettono di trasformare i sogni in realtà. E' il simbolo delle idee logiche, del desiderio di preservare; è di grande efficacia per lanciarsi in un'impresa importante. Il pesce d'argento, vertebrato e mobile, favorisce la costanza nei compiti che si stanno adempiendo.
Pietre: le pietre che raccogliete occasionalmente in riva ai fiumi o al mare possono avere valore di amuleto. Se hanno un buco va bene metterle accanto al letto, perchè fanno fare dei bei sogni. Se presentano un disegno a forma di stella, dai colori contrastanti, predicono un notevole successo sul piano economico e proteggono dai disastri finanziari. Se una metà è di un colore e l'altra di un altro la pietra presagisce una buona vita affettiva. Una pietra piatta che presenta un incavo sulla superficie deve essere tenuta vicino alla porta di casa, perchè protegge dai furti e dagli incidenti.
Prugnolo: è un albero molto apprezzato perchè è un amuleto molto potente. Averne uno nel proprio giardino assicura felicità nella vita affettiva. Antiche tradizioni europee sostengono che se un uomo dichiara il suo amore a una donna sotto un prugnolo la loro unione sarà duratura e felice. Gli Zingani possiedono spesso dei bastoni di legno di prugnolo,poichè pensano che li aiutino a trovare sani e salvi i loro cari. Ancora, in alcune regioni si crede che i desideri formulati sotto quest'albero si realizzeranno un giorno o l'altro. Un pezzo di legno di prugnolo a contatto permanente della pelle neutralizza il malaugurio; una foglia conservata nel portafoglio è un aiuto efficace sul piano affettivo.
Punte di freccia: le pietre levigate impiegate un tempo come punte di freccia costituiscono una buona protezione contro la gelosia quando si usano per ornare la casa ponendole su una superficie di legno. Generalmente proteggono anche dal malocchio, ma bisogna sempre averle trovare o ricevute in regalo perchè, acquistate, non hanno alcun valore.
Quadrifoglio: è senza dubbio uno degli amuleti più conosciuti. Un ciondolo che lo rappresenta, d'oro o d'argento, è un simbolo di fortuna. Offrirlo a qualcuno significa volergli portare fortuna, Trovare un quadrifoglio in campagna è un buon presagio, un segno che la fortuna è dalla nostra parte.
Rubino: simbolo del fuoco, ha, per le persone che si interessano alle scienze occulte, un valore eccezionale grazie al suo potente influsso protettivo. Il calore ardente del rubino è il fuoco che vince l'acqua, il che ne fa un buon amuleto contro gli incidenti in mare, le piene e le inondazioni. Come ciondolo, protegge dal pericolo di annegamento e dalle tempeste. A contatto della pelle, il rubino, è un amuleto efficace contro gli avvelenamenti. Quando due innamorati si offrono dei rubini, assicurano la propria felicità futura: la loro passione non finirà mai e i loro litigi si risolveranno in riconciliazioni appassionate.
Ruota: una ruota di carretto che orna la casa è un amuleto che permette di cambiare il corso del destino nei momenti difficili. Finchè le cose vanno bene, non bisogna toccarla, ma nei periodi funesti conviene farla girare per provocare il ritorno della fortuna. Anche una piccola ruota portata al collo attira la fortuna.
Ruta: è una pianta vivace, dall'odore caratteristico, che si trova molto facilmente in campagna. Se ne raccogliete una foglia e la conservate in un sacchettino di tela, sarà molto efficace contro ogni stregoneria. Una foglia di ruta nel portafoglio attira la fortuna. Quando una casa attraversa un brutto momento, è utile che un amico o un parente di sesso maschile offra questa pianta alla famiglia. Se malgrado le cure la pianta muore, questo significa che l'energia negativa presente all'interno della coppia è molto forte e bisogna combatterla con altri mezzi. Ma la sua sopravvivenza vuol dire che la sfortuna è stata cacciata. Gli effetti della ruta si estendono a tutti, ma bisogna che siano degli uomini a comprarla, innaffiarla, e a raccoglierne le foglie, altrimenti i suoi effetti positivi vengono neutralizzati.
Scala: un tempo di credeva che lo spirito dei defunti risalisse dalle tenebre verso la luce e la salvezza tramite una lunga scala. Da allora si pensa che un amuleto avente questa forma, anticamente molto di moda, rechi la pace spirituale.
Scarabeo: l'amuleto a forma di scarabeo è tra i più diffusi. Lo si può portare incastonato in anelli, braccialetti o ciondoli. Viene dall'Egitto, dove un tempo si credeva avesse il dono di resuscitare i defunti; secondo la tradizione assicura una vita lunga e una morte dolce. Gli archeologi ne hanno spesso trovati applicati sul petto delle mummie egiziane. Ancora ai nostri giorni si trovano in Egitto scarabei della materie più diverse, venduti ai turisti come ricordi. La forma ed il colore di questo amuleto importano poco, ma è necessario che almeno una parte del suo corpo, o alcune macchie, siano nere, affinchè i suoi poteri siano efficaci.
Selenite: questa strana pietra lunare ha dei poteri sorprendenti quando si tratta di prendere decisioni importanti e difficili. Ma perchè questi poteri si manifestino è necessario attendere che la luna sparisca dal cielo. In quel momento, bisogna mettersi un pezzetto di selenite in bocca e concentrarsi profondamente sulla decisione da prendere. Soppeserete per cinque minuti, non uno di più, non uno di meno, gli aspetti positivi e negativi di tutte le possibilità. Dopo, vi toglierete il frammento di pietra dalla bocca e lo sistemerete in un luogo buio. Avrete allora le idee chiare e potrete scegliere la soluzione migliore al vostro problema.
Serpente: molte persone si rifiutano di portare ornamenti a forma di serpente perchè credono che siano portatori di sfortuna. E' un errore. Fin dalle epoche più lontane, sia tra gli Egiziani, sia tra gli Aztechi del Messico, questo ornamento è stato un simbolo di saggezza, longevità, eternità. La tradizione pretende che il serpente sia d'oro. Un serpente d'argento o di un'altra materia può essere molto bello, ma sarà inoperante come amuleto. Un anello o un braccialetto a forma di serpente aiutano nelle buone realizzazioni e portano saggezza e fortuna, ma sul piano sentimentale non hanno alcun valore, poichè non attirano questo genere di energie positive.
Tartaruga: tutto ciò che è in rapporto con questo animale simboleggia la longevità. Offrire a qualcuno un amuleto realizzato con guscio di tartaruga significa augurargli lunga vita. Un oggetto a forma di tartaruga, preferibilmente d'avorio o di bronzo, protegge chi lo porta dal malocchio e dalla magia nera.
Teg-a-Shiwa: è il nome di una pianta di origine cinese facile a trovarsi in negozi specializzati in prodotti dietetici. Bisogna prenderne un infuso prima di cominciare un lungo viaggio. Una tradizione orientale millenaria afferma che questa pianta protegge dagli incidenti e dagli imprevisti durante i viaggi prolungati. Se una persona cara è assente da molto tempo, è utile mettere alcune foglie di questa pianta sull'architrave della sua porta per assicurargli un buon ritorno.
Ventaglio: la moda dei ciondoli a forma di ventaglio, d'oro o d'argento, deriva dal fatto che questo oggetto è un simbolo di ricchezza. Può essere anche di bronzo o di rame, ma sempre di metallo. Lo si può appendere a una catena, a un braccialetto o a un portachiavi. La tradizione vuole che preservi la bellezze delle donne mature e assicuri la salute e la felicità di chi lo porta.
Zampa di lepre: molto diffusa come simbolo di fortuna, non ha sfortunatamente le proprietà che le vengono attribuite generalmente. Questo amuleto è inoperante, salvo nel caso si tratti della zampa di una lepre uccisa un venerdì e lasciata seccare al sole durante il mese di Marzo. E' allora indicata per dare coraggio e per combattere i sentimenti di invidia. E' anche molto efficace contro la lombaggine.
Zanne: non tutti sanno che le zanne diritte sono di malaugurio e che bisogna allontanarsene. Al contrario, le zanne curve attirano le energie positive. Portare una zanna di tigre protegge da incidenti e favorisce la fecondità, dà forza e accortezza. Emette influssi positivi su chi tenta la sorte, il che ne fa un buon alleato dei giocatori. Una zanna di leone attiva la convalescenza dopo una lunga malattia.
Tornare in alto Andare in basso
V-Vendetta
junior
junior



MessaggioOggetto: Re: I portafortuna   Gio 31 Dic 2009, 16:11

Quadrati magici e Pentacoli
Si deve scegliere:
il tipo di influenza, la data, i geni (demoni) o intelligenze (angeli), i pianeti o segni zodiacali.
alfabeto da usare, il metallo speciale, la parte del corpo in cui portarlo e le corrispondenze astrologiche.
il cerchio rappresenta la perfezione, simbolo naturale di protezione.
il pentagramma è l'essere umano.
l'esagramma è la fusione dei due triangoli invertiti degli elementi.
il quadrato è la stabilità.

il quadrato magico ed il sigillo planetario non andranno mai separati. Il quadrato magico da sempre la stessa somma da qualsiasi lato si legga. il numero che si ottiene sommando tutti i numeri rappresenta un nome divino ebraico.

I 7 Pianeti hanno il loro quadrato magico con numero sacro corrispondente ad un nome divino. le segnature del demoni e delle intelligenze e del pianeta (planetaria) che corrispondono alla sequenza numerica del quadrato stesso
il nome dei demoni e delle intelligenze.

Il quadrato naturale e’ di 9 numeri
Chi decide di realizzare un talismano deve concentrarsi profondamente sul suo compito. Non si tratta di una volgare esperienza di bricolage, ma di un rituale, di una cerimonia retta da norme precise che bisogna rispettare per raggiungere il proprio scopo. In genere, il talismano si compone di parecchi elementi. E' fabbricato in metallo, in una lega o in pergamena, sui quali si scrivono dei caratteri determinanti. Bisogna, in tutti i casi, rispettare una regola decisiva: il talismano deve essere fatto alle prime luci del giorno. Non lo si può fare di notte, né quando il sole è già alto, perchè il suo influsso magico sarebbe minore. E' necessario concentrarsi profondamente sullo scopo che si intende raggiungere, e avere una grande fiducia e una grande fede nelle capacità dell'oggetto che si sta fabbricando. Per finire, ancora un consiglio: non bisogna mai confezionare un talismano in un giorno di pioggia, di temporale o nuvoloso. In tali circostanze, l'aria è così carica di energia atmosferica che può arrivare a neutralizzarne l'effetto. Un talismano può ricevere la forma di un sigillo o di un anello. Chi lo sceglie non deve dimenticare che deve coincidere col pianeta che regge il suo segno affinchè sia favorevole ai suoi desideri e il suo potere gli permetta di raggiungere i suoi fini. Dovrà anche tener conto del colore predominante dell'oggetto. I talismani possono anche essere fabbricati per qualcun altro. Si possono ordinare a un gioielliere, dandogli il modello. Ma in questo caso bisognerà soprattutto pregarlo di lavorarvi alle prime ore della giornata e mai al cadere della notte. Più tardi, durante la consacrazione, il talismano verrà purificato dalle energie estranee e servirà soltanto a chi lo ha ordinato.

Sigillo del Sole

Questo talismano deve obbligatoriamente essere fabbricato di domenica e si dovrà impiegare dell'oro. E' utile ai soggetti del Leone, del Sagittario e dell'Ariete. Utilizzate una lamina d'oro rotonda, liscia e lucida sui due lati. Su una delle facce, incidete un cerchio, vicino al bordo della lamina e, all'interno di questo cerchio, un esagono. Sui lati di questo esagono, incidete i segni corrispondenti al sigillo, che in questo caso sono il Leone, il Sagittario e l'Ariete, il segno della persona che lo porterà, quello del suo ascendente, e quello che governa il momento della fabbricazione del talismano. La ripetizione di uno o più di questi segni non ha grande importanza, tutt'al più, può rafforzare l0influsso di questo segno sul sigillo. Nell'esagono, incidete il quadrato magico del Sole, del quale la somma di ogni linea deve sempre dare 111, il numero del Sole. Sull'altra faccia, incidete una testa di leone, un sole e i nomi di Giove e Osiride. Quando il sigillo è terminato, avvolgetelo in un tessuto giallo e tenetelo così fino alla domenica successiva, prima di consacrarlo. In seguito, lasciatelo sul comodino, sulla scrivania, o portatelo con voi. Questo talismano agisce come un legame tra il Sole e tutte le energie positive della terra che ricevono il calore dei suoi raggi. Aiuta a riuscire nelle imprese legate al denaro, al prestigio, agli avanzamenti, al riconoscimento e agli onori, grazie all'efficacia del lavoro realizzato.

Sigillo della Luna

Il talismano, che dovrà essere d'argento, può venire fabbricato solo di lunedì. La stagione migliore è la primavera, quando esiste già nel primo grado del Capricorno e della Vergine un aspetto favorevole di Giove e Venere. Vi occorre una lamina d'argento, lucidissima sui due lati, tagliata in tondo. Incidete su una faccia un cerchio e un esagono, incidete il quadrato magico del numero 369, corrispondente alla Luna. Sull'altra faccia rappresentate la Luna come una bella donna snella, dai capelli lunghi, vestita con un prezioso abito da sera, i piedi posati su una mezza luna puntata verso l'alto. La figura porterà sulla testa una stella brillante e una seconda mezza luna nella mano sinistra. Sulla testa, incidete la parola Ecate. Quando sarà pronto, conservatelo, avvolto in un tessuto bianco, fino al lunedì successivo, quando lo consacrerete, e lo porterete sempre con voi. Questo talismano è molto apprezzato per le sue facoltà curative, poichè preserva dalle malattie contagiose e accellera i periodi di convalescenza. Gode anche di grande fama presso i contadini che pensano di ottenere grazie ad esso raccolti migliori. Poichè beneficia dell'influsso degli astri notturni, ha il suo domicilio nel Cancro, è esaltato nel Toro, ed è molto indicato per fare investimenti felici quando l'affare è legato in qualche modo alla salute, alla malattia o alla medicina.

Sigillo di Marte

Il metallo che gli corrisponde è il ferro e il giorno ideale per prepararlo è il martedì. L'influsso degli astri avviene sotto il segno della Vergine e la sua esaltazione sotto quello del Capricorno, ma la forza e la potenza gli vengono dallo Scorpione, dall'Ariete e dal pianeta Mercurio che si trova in posizione propizia. Il numero cabalistico che gli corrisponde è il 65, il suo quadrato magico ha cinque stelle per lato. Per fabbricarlo ritagliate un tondo in una latta di ferro sottilissima, dalle facce ben lucide. Su una, incidete un cerchio, vicino al bordo, contenente un poligono di nove lati che conterrà a sua volta il quadrato magico di Marte. Sull'altra faccia, incidete la figura di un guerriero, con una spada sul braccio destro levato e il braccio sinistro appoggiato su uno scudo, disegnate una stella brillante e sulla testa del guerriero scrivete la parola Marte. Poi conservatelo fino al martedì successivo quando lo consacrerete. Ha il dono di armarvi di tenacia e di coraggio nelle situazioni più difficili. Inoltre potete ottenere col suo aiuto grandi successi nelle relazioni sentimentali appassionate. E' importante scegliere, per fabbricarlo, un momento in cui la Luna si trovi nel primo decano dei segni dell'Ariete o del Sagittario, perchè se viene fabbricato quando Marte si trova in opposizione ai pianeti favorevoli, la sua efficacia viene automaticamente neutralizzata.

Sigillo di Mercurio

Lo farete di mercoledì con del mercurio solidificato. Tracciate un cerchio e un poligono di 9 lati e incidete il quadrato magico di Mercurio, di 8 file di 8 caselle, il cui totale è sempre 260. Sull'altra faccia incidete la figura tradizionale del genio magico, con le ali alle spalle e ai piede e che porta un caduceo. Sulla testa incidete una stella e sul bordo superiore la parola Ermes. Il domicilio in vergine, la forza e la potenza in Vergine e Bilancia, l'esaltazione sempre in Vergine e il pianeta propizio Marte, ne fanno un sigillo capace di scacciare le febbri di origine sconosciuta, facilitare la concentrazione nello studio delle scienze e aiutare a trovare onori e ricchezze in tutto ciò che è in rapporto col mondo scientifico. Una volta realizzato conserverete il talismano in un tessuto scarlatto fino al primo giorno in cui Mercurio si trovi in buona posizione in rapporto alla Vergine. In questo momento potete consacrarlo. Potete portarlo con voi, ma posto la notte sotto il guanciale, ha il dono di provocare sogni piacevoli.

Sigillo di Giove

Lo farete di stagno, di giovedì, nello stesso modo degli altri. Il poligono da tracciarvi avrà 9 lati, e bisognerà incidere all'interno il quadrato magico di Giove, di 16 caselle, che rappresenta il numero 34. Sull'altra faccia, disegnerete l'immagine di un sacerdote recante nella mano sinistra un libro aperto nel mezzo che sembrerà leggere con interesse. Sulla sua testa brillerà una stella. Sul bordo superiore, scriverete la parola oro. Questo talismano scaccia i timori e le angosce, allontana la solitudine e favorisce le relazioni sociali, aiutandovi a far riconoscere i vostri meriti. Una volta finito, lo avvolgerete in un tessuto celeste e non gli farete vedere più la luce fino al momento in cui la Luna entrerà nel primo decano del segno della Bilancia, col Sole in Cancro, in Sagittario o in Pesci. Se queste condizioni non venissero adempiute, il potere talismanico del sigillo sarebbe neutralizzato. I suoi effetti sono più forti durante la notte che sotto i raggi del sole: conviene dunque portarlo con sé la sera.


Sigillo di Venere

Questo talismano dovrà essere fabbricato in rame di venerdì e avrà gli stessi tratti essenziali degli altri. Un poligono di 9 lati conterrà il quadrato magico del pianeta, che comprende 49 caselle e rappresenta il numero 175. Sull'altra faccia, porterà l'immagine di una donna coperta di veli con un liuto nella mano sinistra e la mano destra posata su un Cupido che lancia una freccia d'amore. Sulla testa della donna ci sarà una stella brillante e sul bordo superiore la parole Iside. L'avvolgerete in un tessuto verde fino a che Venere si trovi nel Toro, e la Luna sia entrata nel primo decano del Toro o della Vergine, altrimenti il suo valore sarebbe nullo. E' allora il momento di consacrarlo. Questo talismano può essere lasciato in qualsiasi luogo. È molto efficace per risolvere i problemi d'amore, apporta l'amicizia e la pace, la riconciliazione, la fine dei lunghi litigi, i ritrovamenti e il successo negli affari sentimentali. Accresce la sensibilità per percepire e apprezzare la musica.


Sigillo di Saturno

Lo realizzerete di sabato, con un foglio di piombo tagliato e lavorato come negli altri casi. Su una faccia, la medaglia porterà un poligono di nove lati, e all'interno il quadrato magico di Saturno che rappresenta il 15 ed è composto da nove caselle. Sull'altra faccia, un vecchio calvo, dalla lunga barba bianca, i piedi nudi, con indosso una tunica che gli copre il corpo e una spalla. Tiene in mano una falce e fa il gesto di mietere. È il simbolo del tempo. Vicino alla falce, una clessidra ad acqua o a sabbia. Come tutte le figure cabalistiche, anche questa porta una stella brillante e una parola talismanica: tifon. Una volta terminato, avvolgerete il talismano in biancheria femminile fino a che Saturno si trovi nel suo aspetto favorevole, quando la Luna entra nel primo decano del Capricorno. Allora potrete consacrarlo. Bisogna portarlo con sé o in borsa. Conviene soprattutto alle donne incinte, poichè assicura loro una gravidanza senza complicazioni e un parto facile e felice. È inoltre simbolo di prosperità, legato alla ricchezza improvvisa, al successo nel gioco d'azzardo, al pagamento di debiti sui quali non si contava più, alle eredità, a tutte le situazioni, insomma, che permettono di disporre di denaro inatteso.
Tornare in alto Andare in basso
 

I portafortuna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 su2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  ::  :: -