IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
O.V.N.I
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE   Ven 08 Gen 2010, 12:52

Fotografata per la prima volta la "Linea del Ferro" intorno al Sole.
Per la prima volta sono state ottenute immagini della cosiddetta 'linea del ferro' nella corona solare.
Il risultato, pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal da Adrian Daw, del centro spaziale Goddard della Nasa e da un gruppo internazionale di scienziati guidati da Shadia Habbal dell'universita' delle Hawaii, e' stato presentato durante il meeting della Societa' Americana di Astronomia in corso a Washington.
Si tratta di un passo in avanti per i fisici solari che puntano a svelare i misteri della corona solare, la parte piu' esterna dell'atmosfera del Sole che si estende per centinaia di migliaia di chilometri ed e' visibile durante le eclissi solari totali. Le osservazioni, infatti, sono state eseguite con telescopi basati a terra durante tre eclissi solari totali, avvenute nel 2006, 2008 e 2009.
Le immagini hanno riservato molte sorprese e contribuiscono a migliorare la comprensione non solo della corona solare ma anche degli impatti che il vento solare ha sulla Terra. La piu' importante scoperta riguarda le dimensioni della linea del ferro (la linea di emissione di particelle di ferro altamente ionizzate, cioe' elettricamente cariche) che si estende per almeno tre raggi solari sulla superficie del Sole. E' stato osservato, inoltre, che vi sono regioni specifiche di accrescimento della densita' degli ioni del ferro nella corona.
Informazioni cruciali che hanno permesso di ottenere la prima mappa bidimensionale della distribuzione delle temperature degli elettroni e dello stato delle particelle di ferro nella corona.
Un risultato, spiegano i ricercatori, che puo' aiutare a svelare l'impatto del 'tempo' spaziale sulla Terra perche' ha dimostrato per la prima volta un collegamento diretto fra la distribuzione delle particelle cariche elettricamente (ionizzate) nella corona e nello spazio interplanetario.


Ultima modifica di O.V.N.I il Ven 08 Gen 2010, 13:02, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
O.V.N.I
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE   Ven 08 Gen 2010, 13:01

Effetto sterilizzazione



Qualcosa come un'energia pari a cinquanta milioni di trilioni di bombe atomiche, un'esplosione solare d'impressionante portata generata da un sistema binario di stelle a 135 anni luce da noi. Questo è quello che ha raccontato di avere visto ed analizzato Rachel Osten della University of Maryland alla quattordicesima conferenza Cambridge Workshop on Cool Stars, Stellar Systems, and the Sun che si è svolta a Pasadena dal 6 al 10 Novembre 2006.

La fiammata è stata individuata grazie alle strumentazioni imbarcate sul satellite Swift, un fenomeno così devastante e, prima d'ora, mai registrato. "Il fenomeno è stato così potente che all'inizio abbiamo pensato si trattasse di una esplosione stellare", ha detto la Osten. Qualora il Sole producesse una simile ondata di energia si avrebbe l'estinzione totale di ogni forma vivente sul pianeta Terra, una vera e propria sterilizzazione.


L'evento è stato registrato nel dicembre del 2005 su una stella all'interno del sistema binario II Pegasi.
La stella che ha prodotto il "chiarore gigante" è 0.8 volte la massa del Sole mentre la stella "compagna" è 0.4 masse solari. Le stelle sono poste vicine, di conseguenza le forze di marea inducono entrambe le stelle a muoversi rapidamente, alla velocità di una rotazione ogn sette giorni contro i 28 del Sole. La veloce rotazione si pensa possa essere condizione favorevole al formarsi di tali fenomeni esplosivi. Il Sole, pur essendo più giovane rispetto a II Pegasi, è una stella molto più stabile e non produce fenomeni del genere o, almeno, non ne ha mai prodotti fino ad oggi. Così fosse stato non ci sarebbe stato il tempo per il fiorire della vita che conosciamo.

Oltre allo studio dei fenomeni stellari e della fisica, i dati raccolti grazie a questo evento vengono giudicati dalla dottoressa Osten di particolare importanza nello studio dell'effetto che questi catastrofici eventi hanno sul probabile sviluppo di vita extraterrestre in pianeti che orbitano attorno a stelle attive.
Il team di ricerca del fenomeno registrato su II Pegasi vede la presenza di un gruppo di scienziati che ci onora: infatti, oltre alla citata Rachel Osten, della University of Maryland College Park, a Stephen Drake, Jack Tueller e Jay Cummings del NASA Goddard Space Flight Center, vi sono gli italiani Matteo Perri dell'ASI Science Data Center e Stefano Covino e Alberto Moretti dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Brera.
Tornare in alto Andare in basso
O.V.N.I
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE   Ven 08 Gen 2010, 13:13





Sinfonia solare



Le esplosioni sulla superficie della stella producono immense fontane di plasma, che risuonano in modo simile a un organo

Immense nubi di plasma nella corona solare producono onde acustiche simili a quelle prodotte da un organo a canne. La scoperta è stata annunciata dai fisici della Royal Astronomical Society durante il convegno annuale di astronomia a Preston. Le onde acustiche sono state misurate dai ricercatori in maniera indiretta con il satellite Soho (Solar Heliospheric Observatory ) e convertite in seguito in formato audio.

La corona è la parte più esterna dell'atmosfera solare ed è costituita da un gas caldo, elettricamente carico, chiamato plasma. Le esplosioni che avvengono nella bassa atmosfera solare, chiamate “micro-flares”, rilasciano un'energia equivalente a milioni di bombe a idrogeno e si propagano nella corona immettendo una enorme quantità di energia. Qui il plasma è costretto a seguire determinate traiettorie, dettate dal campo magnetico del Sole. Il flusso si piega formando archi simili a enormi fontane, che possiedono un'estensione fino a 100 milioni di chilometri.

In questi “loop” il plasma solare viaggia nella fotosfera a temperature che vanno dai seimila gradi Kelvin (5.700 °C) fino a un milione di gradi Kelvin. Le esplosioni prodotte possono inviare onde acustiche estremamente potenti che, urtando gli archi coronali a velocità di decine di chilometri al secondo, creano una musica cosmica simile a quella di un organo. Il suono prodotto decade poi nell'arco di un'ora dissipandosi nella caldissima corona.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Il Sole inizia blandamente il nuovo ciclo   Mer 20 Gen 2010, 17:06




Abbiamo esaminato il Sole in altri articoli, mostrando come si sia di fronte al minimo di attività solare più prolungato almeno dal 1954 ad oggi (come scarsità di numero di macchie).
Si è esaminata anche la teoria dei raggi cosmici, che propone un aumento di essi in seguito all’indebolimento del vento solare, con conseguente maggiore formazione di nuvole basse sul nostro Pianeta.
Esse respingerebbero la radiazione solare, portando così ad una diminuzione delle temperature.
Una conferma indiretta di questa teoria la si è avuta studiando i dipinti di pittori inglesi del ‘600.
In quel periodo, caratterizzato dal noto “minimo di Maunder” di attività solare, si è notato che i dipinti presentano una maggiore presenza di nuvole, nei loro quadri, di quanto non abbiano fatto nei Secoli successivi.
E’ una conferma solo empirica, tuttavia, che è stata smentita da recenti studi che negano un aumento di nubi sulla superficie terrestre correlate all’andamento del ciclo solare degli ultimi trent’anni.
Nella giornata di ieri, con la comparsa di un piccolo gruppo di macchie sul disco solare, si è avuta una prima impennata del vento solare, che ha raggiunto una pressione di 1 hPa, ed una velocità di oltre 500 km per secondo, parametri che, peraltro, oggi sono già ridimensionati.
E’ infatti un segnale di inizio della nuova fase di attività del ciclo 24, ma, tuttavia, occorreranno ancora parecchi mesi prima di raggiungere un’attività almeno di medio livello, ed anni prima di raggiungere il nuovo massimo previsto per il 2012.
Il ciclo di quest’anno ha presentato questo prolungato minimo che lo fa assomigliare ai cicli solari del XIX Secolo, anziché a quelli attivissimi più recenti del XX Secolo.
Questo ha sorpreso i fisici solari ed i centri di ricerca di tutto il Mondo, che si aspettavano un ciclo 24 attivissimo e forse ai massimi storici di sempre nel 2012.
Emergono adesso alcune teorie alternative, che propongono un’attività solare influenzata dai campi magnetici dei due giganti gassosi in orbita attorno al Sole.
Si tratta dei pianeti Giove e Saturno, che, seguendo la loro orbita ellittica, avvicinandosi alla loro distanza più vicina dalla Stella secondo periodi di durata decennale, influenzerebbero il campo magnetico solare, causandone variazioni della fase si attività.
Sono stati estrapolati grafici che legano le orbite di questi due pianeti alle variazioni dell’attività solare dal ‘700 ad oggi.
In particolare, stando a questa teoria, il Sole potrebbe avere un decadimento della sua attività nei prossimi cicli, per alcuni decenni, provocando così una nuova Piccola Età Glaciale.
Questa teoria è proposta in particolare dallo studioso finlandese Niroma, che aveva predetto con esattezza che il ciclo 24 avrebbe avuto un minimo lunghissimo.
Altri studi invece legano attività magnetica ed attività solare assieme, e, in base a tale teoria, il prossimo ciclo dovrebbe allora rispettare il massimo storico previsto tra 4 anni, malgrado sia partito in sordina.
Insomma, inutile dire che, nel campo previsionistico dell’attività solare, esiste ancora molta incertezza, varie teorie ritenute valide negli anni passati, sono rimaste al passo con questa imprevista durata del minimo del ciclo 24.
Massima incertezza, anche per quello che riguarda le teorie che legano minimo solare a raffreddamento climatico: gli studiosi non sono finora riusciti a creare delle correlazioni certe.
Fonte: http://www.meteogiornale.it/news/read.php?id=18825
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE   

Tornare in alto Andare in basso
 
INCREDIBILE . FOTOGRAFATA PER LA PRIMA VOLTA LA LINEA DEL FERRO INTORNO AL SOLE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» DEPRESSIONE A 38 ANNI - PRIMA VOLTA
» Spotting al di fuori delle mestruazioni
» ciao è la prima volta che ti scrivo e spero di aver fatto tt giusto,vorrei sapere se lui ritornerà da me, grazie. Ciao Gabry
» Sopracciglia e loro manutenzione
» Le prostitute

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: ASTRONOMIA-
Andare verso: