IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay   Mar 02 Feb 2010, 15:44

Un quadro che si dice sia maledetto! dall'aspetto un po macabro del bambino e delle mani dietro la vetrata, si dice che chi lo guarda con attenzione dovrebbe provare sensazioni sinistre
Questo quadro, venduto su e-bay, vanta una singolare storia. Fu trovato abbandonato nei pressi di una fabbrica in disuso. Chi lo trovò lo tenne ben poco poichè sin da subito avvertì una presenza malvagia collegata al quadro. I personaggi sembrano muoversi. Quella che pare la sorellina altro non è che una bambola inanimata, priva di occhi, nelle cui cavità si scorge il più nero male. Il Bambino trasuda malignità ed i suoi occhi appaiono dopo che lo si stà fissando da un po'.. forse merito di un sapiente uso del colore da parte dell'autore.
Dal buio dietro ai protagonisti compaiono delle mani che tentano di sfondare la vetrata....


Molti, dopo aver visionato il quadro, ANCHE SOLO TRAMITE IL PC, hanno riferito di aver provato strane sensazioni: rumori nella camera, vento freddo, la strana ma certa sensazione che qualcuno li stesse osservando dietro le spalle.. un brivido nella nuca...

http://it.wikipedia.org/wiki/The_Hands_Resist_Him

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay   Mar 02 Feb 2010, 15:46

The Hands Resist Him, conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay, è un dipinto realizzato ad Oakland, California dall'artista Bill Stoneham nel 1972. Ritrae un ragazzo e una bambola davanti a una porta a vetri contro la quale, dall'altra parte, sono premute molte mani. Secondo l'artista, la figura del ragazzo è modellata su una vecchia fotografia che lo ritraeva all'età di cinque anni. La porta a vetri rappresenterebbe il confine tra il mondo reale e quello dei sogni e delle possibilità, mentre la bambola è la guida che accompagnerà il ragazzo attraverso la porta. Le mani, infine, rappresenterebbero appunto le vite e le possibilità alternative alla realtà.[1][2] Nel febbraio del 2000, il quadro è diventato oggetto di una leggenda metropolitana e di un cosiddetto meme di internet, allorquando è stato messo in vendita su eBay con una presentazione che sosteneva che fosse stregato.


Storia

Il dipinto fu esposto per la prima volta in una galleria a Los Angeles nei primi anni 70, e fu recensito da un critico d'arte del Los Angeles Times. Fu acquistato dall'attore John Marley, [1]conosciuto per il ruolo di Jack Woltz ne Il Padrino.[5]
Dopo la morte di Marley, il dipinto venne acquisito da una coppia di californiani, che lo trovò nel deposito di una vecchia fabbrica.[3][4]
Il quadro comparve su eBay nel 2000, venduto dalla suddetta coppia. Secondo i proprietari, sull'opera incomberebbe una sorta di maledizione. La descrizione sosteneva infatti che i personaggi del dipinto si muovessero nottetempo, e che talora addirittura uscissero dal quadro per entrare nella stanza in cui esso si trova. La pagina di eBay mostrava anche varie fotografie a riprova di quanto sostenuto: il personaggio femminile avrebbe impugnato una pistola con cui minacciava il personaggio maschile, costringendolo a uscire dal quadro.[2][3] L'inserzione infine conteneva un esonero di responsabilità dei venditori per eventuali danni subiti dall'acquirente.[3][4]
L'inserzione fu subito ripresa da molti siti internet e divenne un fenomeno virale[3]. Alcuni sostennero di essersi sentiti male alla sola vista dell'immagine. La pagina di eBay fu visitata oltre 30.000 volte.[3][4]
Dopo un'iniziale offerta di 199 dollari, il quadro ricevette oltre 30 offerte e fu venduto alla fine per 1.025 dollari. L'acquirente finale, la Perception Gallery in Grand Rapids, Michigan, contattò l'autore Bill Stoneham per metterlo al corrente della bizzarra vicenda. Stoneham si disse molto sorpreso dei racconti che circolavano attorno alla propria opera.[3][4][2] Secondo l'artista, l'oggetto che i venditori su eBay sostenevano fosse una pistola in mano alla bambola era in realtà la batteria della medesima.[2].
Stoneham ha inoltre raccontato che sia il proprietario della galleria in cui il quadro fu esposto per la prima volta, sia il critico che per primo lo recensì per il L.A. Times morirono entro un anno da quando erano entrati in contatto con l'opera.[1]

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: ANALISI   Mar 02 Feb 2010, 16:03















_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay   Mar 02 Feb 2010, 16:04



The Hands Resist Him, un dipinto stregato



Su eBay si trova di tutto, questo si sa. Cellulari, palmari, vestiti, orologi, cosmetici, e via di seguito, le categorie sono tante. Ci sono anche i quadri, per chi aspira ad avere una gradevole opera d'arte da appendere alla parete. Occhio, però. Prestate attenzione a ciò che comprate, perché potrebbe trattarsi di un dipinto che si trova... (e qui immaginate la voce profonda di Rod Serling) Ai Confini della Realtà.
È logico che un articolo ebayesco intitolato Dipinto Stregato non abbia fatto alcuna fatica ad attrarre un cospicuo numero di semplici curiosi che si sono trasformati in aspiranti acquirenti dopo aver letto la lunga spiegazione che accompagnava l'articolo. In pratica, quelle parole li hanno convinti a battersi a suon di offerte per accaparrarsi una sorta di sfiga con la cornice.
Il quadro non è nulla di eccezionale sotto il profilo artistico.
C'è un bambino dal considerevole testone che ha sul viso l'espressione seria del fanciullo prematuramente cresciuto. Un'espressione da adulto, completamente fuori posto. Come quella che tutti, almeno una volta, abbiamo osservato nei bambini che vivono la miseria e la violenza da quando sono nati. Più lo si guarda e più si ha l'impressione che anche lui ci stia guardando, ma questo succede pure con la Gioconda ai cui occhi non sfuggi nemmeno se ti appendi al soffitto. Difficile capire cosa passa per la testa di quel piccino, anche se il sospetto che possa trattarsi di voglia di uccidere si fa strada nel nostro animo abbastanza in fretta. Basta fissarlo un paio di minuti.
Accanto a lui c'è una bimba, e qui sta la prima sorpresina.
Non è una bimba in carne e ossa, ma una bambola. Strano come, a prima vista, si sia portati a pensare che si tratti della sorellina del bambino capoccione. Ho mostrato il dipinto a varie persone e, come me, tutte si sono trovate a dover correggere in pochi attimi il giudizio iniziale sulla coppia. Esperimento importante per comprendere il quadro? Non ne ho la più pallida idea.
Altro particolare: la bambola non ha gli occhi. Nello specifico, ha due orbite vuote lì dove dovrebbero esserci i classici occhi azzurri di plastica con ciglia di nylon nero. Una bambola rotta... brrr... degno elemento da film horror, no?
Ma veniamo allo sfondo, ovvero alla finestra (o porta a vetri, o vetrina, fate un po' voi) che mostra un'assoluta oscurità punteggiata da tante piccole manine che, a giudicare dalle varie posizioni, bussano e spingono per... farsi aprire? O per uscire, visto che i due personaggi principali si trovano all'esterno? Be' la sensazione è quella. Manine dal colorito grigiastro. Manine da fantasma.
A questo punto, l'osservatore si trova a un bivio quando si chiede: "Se fossi nel quadro, sarei più al sicuro all'esterno con il piccolo maniaco che ti fissa e la sinistra bambola, oppure dentro, con tutte quelle manine e i rispettivi proprietari?"
Ecco, per sommi capi, che cosa diceva il testo di eBay che accompagnava il quadro: il venditore asseriva di averlo trovato dietro una vecchia fabbrica e di averlo subito appeso per rendere giustizia a quello che, secondo lui, era un bel dipinto (de gustibus...) che non meritava di finire nella spazzatura. In capo a un paio di giorni aveva cambiato opinione e aveva altresì pensato di passarlo a qualcun altro. Quel qualcun altro avrebbe dovuto pagare per farsela sotto dalla paura quando il dipinto si fosse animato. Strano mondo, no?
La coppia del dipinto, infatti, faceva strane cose di notte. No, avete capito male, nessun anomalo amplesso tra il minore e la bambola. Il venditore di eBay raccontava di aver sistemato una macchina fotografica davanti al quadro, programmandola allo scatto ogni tot minuti. Lo aveva fatto dopo aver ascoltato il resoconto della figlia di quattro anni circa l'evasione dalla cornice dei due protagonisti. I particolari non sono chiari, ma quello che fu chiaro al venditore, mentre studiava la serie di scatti effettuati dalla macchina fotografica nell'arco di una notte, era che il quadro doveva assolutamente lasciare la sua casa.
Due foto in particolare mostravano uno strano gioco di luci e ombre: la bambola che puntava una pistola addosso al bambino e quest'ultimo che pareva distaccarsi dallo sfondo pitturato per emergere nel mondo reale. Personalmente penso che la presunta pistola sia l'unione tra lo strano oggetto che la bambola tiene tra le mani e il pezzo di intelaiatura in legno della porta finestra (visibile tra la sommità dell'oggetto e il braccio del bambino.) Per quanto riguarda l'altra foto, quella che mostra (o sembra mostrare) il bambino che esce dal dipinto, lo stacco tra il fondo scuro e la figura più chiara del bimbo potrebbe essere anch'esso frutto di capricci cromatici. Lo asserisce il venditore stesso, ma tant'è, non vuole più tenere il quadro e lo mette all'asta su eBay. Come il più psicolabile dei venditori, si affretta ad aggiungere che il prossimo proprietario non dovrà essere affetto da disturbi mentali o fisici e che dovrà aver ricevuto almeno un'infarinatura di soprannaturale. Come a dire: "So benissimo che questo oggetto non ti porterà alcun bene e te lo vendo lo stesso. Se dovessi impazzire o morire d'infarto, la colpa non é mia."
Ovviamente, le domande fioccano da ogni parte del mondo. Gli ebaysti ghostbusters chiedono delucidazioni: strani odori? Strane tracce sul muro o sul pavimento? Strane voci? Il venditore risponde: no, no e no. Nulla di anomalo, a parte le fotografie e una famiglia spaventata a morte dal dipinto. Gli ultimi consigli del venditore: non usate l'immagine come wallpaper del pc e non mostratela ai bambini, i soggetti notoriamente più sensibili al soprannaturale (non dimentichiamo che sua figlia di quattro anni è stata la prima ad avvertire che c'era qualcosa di sospetto nel quadro).
Volete sapere chi l'ha comprato, alla fine? Uno che preferisce farsi chiamare Lucky Bidder, ovvero Fortunato Offerente. Non ci interessa tanto sapere quanto l'ha pagato, ma quali sono stati gli effetti su di lui e sulla sua abitazione. Nessuno, a quanto pare. Sa chi lo ha dipinto, dietro il quadro c'è la firma dell'autore, ma si rifiuta di comunicarlo ai curiosi. Sa anche come si intitola, e almeno questo lo rende pubblico. The Hands Resist Him è traducibile come Le Mani Gli Resistono o Le Mani Resistono a Lui, anche se non suona bene in italiano.
Le email che Lucky Bidder ha ricevuto dopo averlo comprato non sono affatto rassicuranti: chi diceva di essersi sentito davvero male dopo aver semplicemente guardato l'immagine sullo schermo del computer si chiedeva com'era possibile sopportarne la visione in scala reale e restare sani di mente. Alcuni sensitivi lo pregavano di disfarsi al più presto di un oggetto saturo di energia negativa. Sedicenti esorcisti reiteravano l'invito e si offrivano di benedire quadro e casa.
Isteria di massa? Internet Isteria? Chi lo sa.
Il rischio di essere vittime della suggestione è molto alto. Quel bambino dallo sguardo indecifrabile, vagamente malevolo (più lo fissi e più sembra tale); quella bambola rotta che però ha qualcosa di umano; quelle manine fantasma, sì, quelle più di tutto, fanno di quest'opera d'arte un oscuro messaggio che una parte di noi vorrebbe decifrare e l'altra no, neanche per sogno.

http://psichica.forumup.it/post-2012-psichica.html

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay   

Tornare in alto Andare in basso
 
The Hands Resist Him : Conosciuto anche come il quadro maledetto di eBay
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Legge-quadro 104, per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate
» Quadro comportamentale, help!
» Legge quadro in materia di interporti e di piattaforme logistiche territoriali
» STORIA: QUADRI DI CIVILTA'
» MUD 2013: L'ENNESIMO PASTICCIO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: MISTERI /PARANORMALE E MITOLOGIE MISTICHE E LEGENDE-
Andare verso: