IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Mer 24 Mar 2010, 20:53

SOLO ALCUNE DOVEROSE PRECISAZIONI:
1) Non ho mai detto che il CICAP non si è occupato del caso del Mowing Devil, ma solo che non cita mai l’articolo di John Rand Capron, un documento ben più solido e meno ‘discutibile’, a mio giudizio, del pamphlet inglese. La cosa, tra l’altro, è confermata implicitamente anche dallo stesso Francesco dal momento che né sui links da lui segnalati, né sul sito del CICAP, si fa riferimento all’articolo pubblicato da Nature.
2) L’ipotesi di allettamento, così evidente per Francesco, ma non per me che ho qualche dubbio in più, non spiega a mio giudizio la presenza di spighe non abbattute al centro del cerchio (treccia???), non spiega la presenza di forme circolari di quelle dimensioni nello stesso campo – perché non intorno?!? – e soprattutto non spiega la presenza di un “muro” sul perimetro del cerchio tratto TIPICO dei crop circles moderni, falsi e non.
3) Tra l’altro l’espressione che usa Capron nel suo articolo per descrivere lo stato di appiattimento delle spighe è “knocked about” cioè, “abbattute” .
Questo per rispondere all’analisi del CICAP che contesta la validità del Mowing Devil basandosi proprio sul’uso del vero to cut – “mietere” invece di “abbattere”).
CONCLUSIONI:
1) Con tutto il rispetto per Francesco Grassi, di cui comunque apprezzo il lavoro ricerca, devo rilevare che il CICAP continua a non informare correttamente ( o meglio non completamente ) sul fenomeno crop circles, tra l’altro omettendo la testimonianza di uno come Capron che da scienziato (è uno dei vostri, Grassi!) conosceva bene i fenomeni naturali quali l’allettamento delle spighe.
2) Il fenomeno dei crop circles non è riducibile esclusivamente ad una burla moderna. E’ un fenomeno straordinario e bisogna continuare a scavare nel passato – con metodo scientifico – per trovare delle testimonianze che ci aiutino a comprenderne meglio la natura, anche con l’aiuto, perché no, di persone come Capron che prima di noi si sono poste di fronte al problema e hanno cercato di risolverlo, seppur con mezzi più limitati.
3) Ci sono poi anche altri documenti riguardo ai quali vorrei tanto conoscere l’opinione del CICAP.
Uno di questi è la Natural History of Staffordshire (1686) del biologo inglese Robert Plot.
In essa si parla principalmente di fenomeni naturali quali i fairy circles – o cerchi fatati – ( che noi sappiamo oggi, come allora, essere opera di funghi che crescono in forma circolare o semicircolare).
Tuttavia in un passo dell’opera si fa riferimento ad uno strano cerchio fatato comparso nei campi dello University College che, al contrario dei normali fairy circles, presentava l’insolita forma di un quadrato inscritto in un cerchio più grande….

http://www.ivanceci.it/2008/07/10/il-cicap-risponde/
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Mer 24 Mar 2010, 20:52

In seguito alla pubblicazione dell’articolo sui crop circles, Francesco Grassi, attivo collaboratore del CICAP, nonché uno dei realizzatori del falso cerchio nel grano mostrato nella puntata di Top Secret su Rete4, ha inserito su questo sito un commento di risposta con alcune precisazioni che, per trasparenza e correttezza, ho deciso di riportare di seguito.



Francesco scrive:

“Da diversi anni esiste questo speciale:
http://www.cicap.org/crops

e da diversi anni esiste questo mio articolo online linkato dalla homepage dello speciale:
http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=273162
The Mowing Devil
Indagine critica sul “Diavolo Mietitore”, il caso storico più famoso di un presunto crop circle apparso nel 1678 in Inghilterra

Sul caso di Capron sono sostanzialmente d’accordo con Capron:
- dopo una notte di tempesta, in un campo di grano…
- azione combinata di pioggia e vento che si erano riversati sulla zona la notte prima

Si chiama tecnicamente “allettamento”, in inglese “lodging”.

Qui alcuni dettagli e foto della realizzazione eseguita per Top Secret:
http://francescograssi.blogspot.com/2008/06/cerchi-nel-grano-top-secret-rete-4.html

Cordiali saluti

FG
http://www.francescograssi.com
Tornare in alto Andare in basso
andromeda77
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Gio 18 Mar 2010, 17:00

Tornare in alto Andare in basso
spektrum
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Ven 12 Mar 2010, 12:36

ORIONE ha scritto:
interessante visione del post....ottima documentazione...Smile


concordo con te ORIONE
Tornare in alto Andare in basso
ORIONE

avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Mar 16 Feb 2010, 18:08

interessante visione del post....ottima documentazione...Smile
Tornare in alto Andare in basso
ELEMENTO
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Sab 06 Feb 2010, 16:57

Invia ad un amico



Durante una puntata di “Top Secret” su
Rete4 si è parlato di UFO, alieni e di cerchi nel grano.
Proprio in merito a quest’ultimo argomento, è stato trasmesso un filmato in cui si vedono alcuni “esperti” del C.I.C.A.P. (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) intenti nel dimostrare empiricamente come nella creazione dei famosi crop circles non sia coinvolta alcuna forza ‘esogena’ ma solamente la tecnica molto umana di alcuni burloni
ben addestrati che se ne vanno in giro per il mondo
a fare cerchi dagli inizi degli anni ‘70.

Il CICAP, tuttavia, noto per le sue posizioni scettiche e, direi anche, volutamente prestestuose sul fenomeno UFO e cerchi nel grano, si guarda bene dal dire che il fenomeno è ben documentato anche PRIMA DEGLI ANNI ‘70
In particolare si ‘dimentica’ di citare quello che a mio giudizio è il primo caso storicamente accertato di crop circle, DATATO 21 LUGLIO 1880.
Si tratta di un articolo contenuto nel volume n°22 (pp. 290-291) della rivista scientifica Nature pubblicata nel 1880.
L’articolo firmato dal biologo inglese John Rand Capron, contiene l’analisi di alcune strane formazioni circolari effettuata dallo stesso Capron la mattina del 21 luglio 1880 mentre visitava la fattoria di un suo vicino nella contea del Surrey.
Riporto di seguito, e commento, il testo originale dell’articolo che ho potuto visionare personalmente presso la Biblioteca Nazionale di Roma:
“The storms about this part of Surrey have been lately local and violent, and the effects produced in some instances curious. Visiting a neighbour’s farm on Wednesday evening (21st), we found a field of standing wheat considerably knocked about, not as an entirety, but in patches forming, as viewed from a distance, circular spots. Examined more closely, these all presented much the same character, viz., a few standing stalks as a center, some prostrate stalks with their heads arranged pretty evenly in a direction forming a circle round the center, and outside these a circular wall of stalks which had not suffered.”

Ci troviamo nel Surrey, dopo una notte di tempesta, in un campo di grano.
Capron nota subito i seguenti particolari:
1) il grano è abbattuto (knocked about)
2) lo schema della formazione include più di un cerchio (circular spots) dalle dimensioni piuttosto grandi (as viewed from distance)
Capron a questo punto si avvicina e nota alcune caratteristiche comuni a tutti i cerchi:
3) alcune spighe non piegate al centro del cerchio
4) nella parte centrale della formazione le spighe sono piegate uniformemente (pretty evenly) mantenedo una direzione costante intorno al centro.
5) sul perimetro del cerchio è presente un ‘muro’ (wall) di spighe ritte e non piegate
Tutte queste caratteristiche sono tipiche dei moderni cerchi nel grano

#gallery-1 {
margin: auto;
}
#gallery-1 .gallery-item {
float: left;
margin-top: 10px;
text-align: center;
width: 33%; }
#gallery-1 img {
border: 2px solid #cfcfcf;
}
#gallery-1 .gallery-caption {
margin-left: 0;
}











Capron prosegue poi l’articolo informando l’editore della rivista che ha allegato un disegno con uno schema del più grande dei cerchi rinvenuti nel campo (purtroppo non pubblicato su Nature) e azzarda come ipotesi sulle cause di questo strano fenomeno, l’azione combinata di pioggia e vento che si erano riversati sulla zona la notte prima.
Ora noi sappiamo che alcune delle formazioni più grandi di cerchi nel grano che si sono verificate in questi ultimi anni, penso alla straordinaria formazione di Milk Hill del 2001 – 409 cerchi per 240 metri di diametro – sono comparse proprio dopo una notte di tempesta.
Trovo veramente incredibile questa testimonianza di Capron che, lo ricordo, era uno scienziato e agiva con quel metodo scientifico tanto caro al CICAP.
Ciò che però trovo ancora più incredibile è che ogni volta che si parla di Crop circles ci si dimentichi di questa testimonianza e si continui a dire che il fenomeno nasce negli anni ‘70.
Tra l’altro esistono altre tesitmonianze nel passato, come per esempio, il celebre Mowing Devil, un pamphlet inglese del 1678 dove si racconta la storia di un agricoltore dell’ Hartfordshire che una mattina trovò il suo campo di grano mietuto in un modo ” che avrebbe richiesto mesi per un uomo normale”.
Come frontespizio del pamphlet, l’immagine di un diavoletto che con una falce traccia due cerchi concentrici
nel campo di grano….


Possibly Related Posts:

Tornare in alto Andare in basso
ELEMENTO
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   Sab 06 Feb 2010, 16:50

Crop circles", la seconda puntata Il formidabile caso del 1880




Crop circles, atto II. Dopo il post che ha aperto il dibattito, Ivan Ceci mi ha scritto per inviarmi un documento assolutamente curioso: la prova che i cerchi nel grano non sono solo un fenomeno dei giorni d'oggi e di quelli del recente passato, ma, addirittura, di anni del 19° secolo. Ecco il suo contributo.


"Cari amici, non scendo nella questione veri/falsi, in merito ai Crop circles. E' ovvio che di falsi e falsari ne è pieno il mondo ed è stato più che provato che molte formazioni sono state fatte “ad arte” per smontare tutti gli altri casi. Su un punto però mi sento in dovere di intervenire. Non è vero che il fenomeno dei Crop circles inizia negli anni ’70 ad opera dei due simpatici vecchietti inglesi. E’ infatti molto, molto più antico e di questa affermazione posso produrre alcune prove. Tra queste, una assolutamente incontrovertibile e verificabile da chiunque. Alcuni anni fa, mi sono occupato di indagare a fondo su un caso di Crop circles risalente all’agosto del 1880, in Inghilterra. Sì, avete capito bene: il 1880. Testimone del fatto fu John Rand Capron, un naturalista dell’epoca che si trovò una mattina di fronte ad una serie di cerchi comparsi misteriosamente dopo una notte di tempesta nel campo di grano di un suo amico. Da uomo di scienza entrò nelle formazioni e le descrisse accuratamente, rilevando le stesse particolarità presenti nei cerchi moderni (spighe abbassate, treccia al centro del campo, perimetro interno delle spighe rialzato, o "wall", come lo aveva definito). Riunì poi tutte le sue osservazioni in un articolo che inviò alla prestigiosa rivista scientifica “Nature” con cui collaborava. L'articolo fu pubblicato nel numero di agosto ed è oggi consultabile in molte biblioteche italiane (io ho consultato la copia presente alla "Nazionale" di Roma).

La testimonianza è eccezionale, primo per la descrizione assolutamente precisa e scientifica, secondo perché proviene da uno scienziato e non da un pazzo qualunque. Tra l’altro la formazione di cerchi (non uno solo, dunque) apparve nella regione del Surrey… Ovvero, negli stessi luoghi dove anche oggi appaiono. Per comodità "linko" l’articolo che pubblicai sul mio blog pochi giorni dopo che Francesco Grassi del CICAP aveva fatto quella dimostrazione su Rete4, creando ad arte un piccolo cerchio sotto l’occhio delle telecamere. Il CICAP si risentì molto del mio articolo perché io scrissi che loro non citavano mai il caso di Capron…. Così fu lo stesso Grassi a rispondermi sul blog, dando vita ad un gustoso dibattito a due che si protrasse per giorni e che si può ancora leggere sul mio sito. Per l’articolo originale, dunque, questo è il link. E così, invece, il CICAP ha risposto. In allegato ho inviato invece il documento originale dell’articolo spedito da Capron a Nature e la copertina della rivista".
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.   

Tornare in alto Andare in basso
 
Crop Circles: la storia smentisce il C.I.C.A.P.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» STORIA MODERNA- MASSAFRA....urgente!!!
» cerco appunti di ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECO E ROMANA e di ARCHEOLOGIA CRISTIANA
» STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE - prof. Porro
» Vendo Storia della lingua italiana (MIGLIORINI)
» STORIA MEDIEVALE (R.LICINIO)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: STRANI CERCHI NEL MONDO-
Andare verso: