IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:13

Sisma in Cile, 122 morti, tsunami nel Pacifico



SANTIAGO, Cile (Reuters) - Un fortissimo terremoto di magnitudo 8,8 ha colpito oggi il Cile vicino alla costa centro-meridionale, provocando almeno 122 morti con il crollo di numerosi edifici e uno tsunami nell'Oceano Pacifico. Chiuso, almeno per le prossime 24 ore, l'aeroporto nella capitale Santiago, che pure si trova a oltre 300 chilometri dall'epicentro.

Il canale Tv Cile ha riferito che è crollato un palazzo di 15 piani a Concepcion, città duramente colpita dal sisma, dove si sono aperte voragini nelle strade, gli edifici hanno perso fuoco e importanti ponti autostradali sono crollati. Attorno a uno di questi ponti si vedono molte vetture capovolte.

Il presidente-eletto cileno Sebastian Pineda ha dichiarato che sono morte 122 persone e che il bilancio potrebbe salire ancora.

Sono stati diffusi allerta tsunami in tutto il Pacifico, compreso lo stato Usa delle Hawaii, il Giappone e la Russia.

L'energia elettrica e le linee telefoniche sono interrotte nella gran parte del Cile centrale, rendendo difficile una stima dei danni.

Il Cile è il primo produttore mondiale di rame e il terremoto ha provocato l'interruzione dell'attività in due grandi miniere nei pressi della capitale.

"In tutta la mia vita non ho mai sentito un terremoto come questo, è come la fine del mondo", ha detto un uomo ad una televisione locale dalla città di Temuco, dove il sisma ha danneggiato edifici e ha costretto all'evacuazione l'ospedale regionale.

Il centro geologico Usa -- U.S. Geological Survey -- ha detto che il terremoto ha colpito a 90 chilometri a nordest della città di Concepcion a una profondità di 55 chilometri alle 3:34 ora locale (le 7:34 in Italia).

La principale regione cilena di produzione del rame e alcune delle più grandi miniere di rame del mondo si trovano nell'estremo nord del Paese vicino al confine con il Perù, ma ci sono anche grandi depositi di rame vicino a Santiago.

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE61Q07H20100227


Ultima modifica di JERICHO2012 il Ven 05 Mar 2010, 00:23, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:13

La cilena Codelco, maggior produttore mondiale di rame, ha sospeso l'attività delle sue miniere di El Teniente e di Andina, ma non ha riportato gravi danni e ha comunicato di aspettarsi che le miniere tornino al lavoro nelle prossime ore.

A causa del terremoto è stata interrotta la produzione nelle miniere di rame di Lo Bronces ed El Soldado, di proprietà della Anglo American, ma la maggiore miniera del Cile, Escondida, sta lavorando normalmente.

Quella del Cile rappresenta circa il 34% della produzione mondiale di rame, che è usato nell'elettronica, nell'industria automobilistica e nella produzione di frigoriferi.

TSUNAMI

La presidente uscente Michelle Bachelet ha dichiarato che una enorme onda di tsunami ha investito le isole di Juan Fernandez, e le radio hanno detto che ha provocato gravi danni, aggiungendo che lo tsunami potrebbe raggiungere l'Isola di Pasqua.

Bachelet, arrivata nelle aree maggiormente colpite dal sisma, ha anche detto che le zone costiere dell'Isola di Pasqua sono state evacuate.

L'agenzia di monitoraggio Usa per i maremoti nel Pacifico, il Pacific Tsunami Warning Center, ha detto che il sisma ha generato uno tsunami che potrebbe essere "fonte di distruzione lungo le coste vicine all'epicentro e potrebbe essere una minaccia anche per le coste più distanti".

Il centro ha lanciato un allarme esteso alle Hawaii, al Giappone, alla Russia, alle Filippine, all'Indonesia e al Sud Pacifico.

L'agenzia di monitoraggio Usa ha invece dichiarato che l'ondata potrebbe raggiungere l'arcipelago Usa delle Hawaii alle 22:00 ora italiana, aggiungendo che è necessario "agire con urgenza per proteggere vite umane e proprietà".
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:14

Un terremoto di magnitudo 8 od oltre è classificato un"grande" terremoto in grado di causare danni "tremendi", secondo il sito dell'Usgs. Il terremoto che ha devastato Haiti il 12 gennaio era di magnitudo 7.0.

Bachelet ha invitato la popolazione a mantenere la calma e di restare a casa per evitare incidenti stradali. "Con un terremoto di queste dimensioni senza dubbio non si può escludere che ci siano altri morti e probabilmente feriti", ha detto.

Le autorità di soccorso hanno riferito che sono stati gravemente danneggiati gli edifici nei centri storici di due città meridionali e le radio hanno comunicato che tre ospedali sono parzialmente crollati.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:15

TERREMOTO CILE / Violenta scossa di terremoto in Cile: sisma magnitudo 8,8 Richter provoca tsunami. Terremoto Cile, 250 morti

Terremoto Cile, Santiago, ultime notizie scossa di terremoto - Sisma in Cile: è stato registrato un terremoto di magnitudo 8,8, scala Richter. Secondo i dati diffusi dall'istituto di geofisica statunitense l'epicentro del sisma si trovava circa 300 chilometri a sud della capitale cilena, a 59 chilometri sotto il livello del mare. La scossa di terremoto è durata un minuto. In seguito numerose altre scosse di terremoto, di assestamento, hanno provocato l'interruzione dell'energia elettrica e dei collegamenti telefonici nella quasi totalità del Cile.

Il sisma, di notevole potenza, ha avuto l’epicentro vicino a Concepcion, dove è crollato un intero edificio di 15 piani, e Santiago è piombata nel blackout. L’aeroporto della capitale, che ha subito notevoli danni al terminal passeggeri, intanto resterà chiuso per 72 ore. Sull'isola di Juan Fernandez si sono abbattute delle ondate di 40 metri. Al momento si contano oltre 250 morti. Rientrato il rischio tsunami alle Hawaii, allerta per la California, l'isola di Pasqua è stata evacuata.

Sulla costa cilena, nell'area delle città di Talcauaho, Valparaiso e Coquimbo è arrivata un’onda tsunami di oltre due metri.

Intanto la commissione Ue "è pronta a fornire assistenza immediata e a coordinare gli sforzi europei se necessario". Lo ha detto il commissario Ue alla cooperazione e aiuti umanitari Kristalina Gheorghieva che, dice un comunicato, non appena avuta notizia del terremoto devastante in Cile, ha attivato l'unità di crisi del centro di monitoraggio e informazione della Commissione Ue (Mic).

Un violentissimo terremoto, quello di Valdivia del 1960, conosciuto anche come Grande Terremoto Cileno, avvenne il 22 maggio 1960, con epicentro localizzato nei dintorni della città di Valdivia.

Fu il terremoto più potente e devastante mai registrato: magnitudo di 9,5 della scala Richter, provocò uno tsunami che colpì numerose località dell'Oceano Pacifico (tra cui Hawaii e Giappone) e l'eruzione del vulcano Puyehue. Furono oltre 3.000 morti e più di due milioni gli sfollati.

http://www.unonotizie.it/9147-terremoto-cile-violenta-scossa-di-terremoto-in-cile-sisma-magnitudo-8-8-richter-provoca-tsunami-terremoto-cile-250-morti.php
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:19

EPICENTRO E SCOSSE

- L’istituto geologico statunitense ha localizzato l’epicentro 115 chilometri a nord nord-est di Concepcion, la seconda città più importante del Paese, e 99 chilometri a ovest sud-ovest di Talca, a una profondità di 35 chilometri. Lo sciame sismico è impressionante: dopo la prima scossa, altre 45 si sono verificate nelle successive 11 ore, nessuna delle quali inferiore alla magnitudo 5.0, tutte lungo in una linea di circa 500 km. Il Cile ha il triste primato del terremoto più forte mai registrato, quello di magnitudo 9,5 del maggio 1960 che fece 1.655 morti; ma la forza sprigionata da quello attuale è stata stimata 700-800 volte più potente di quello che, il 12 gennaio scorso, devastò Haiti. Il governo ha dichiarato "zona di catastrofe" cinque regioni, tra cui l’area metropolitana di Santiago.
UNA FORZA DEVASTANTE
- Il terremoto , specifica Enzo Boschi, presidente dell’Istituto nazionale di vulcanologia "è, in termini di energia liberata, 30 mila volte più forte del terremoto che ha colpito L’Aquila lo scorso aprile. E' stato un terremoto enorme, anche se nel 1960 nella stessa zona si registrò un sisma di magnitudo ancora maggiore e pari a 9,5".



I DANNI E VITTIME
- Difficile capire l’entità del disastro perchè le linee telefoniche sono interrotte. Un reportage della televisione cilena ha riferito che nella città, che ha oltre mezzo milione di abitanti e dove vivono più di 500 italiani, sarebbero morte 32 persone. La Farnesina però finora non ha avuto notizie di vittime italiane. Un edificio di 15 piani, costruito da meno di due anni, è crollato, intrappollando un centinaio di persone. Anche il palazzo dell’Intendencia (il governatorato) è caduto, insieme a un ponte sul Rio BioBio, che era chiuso al transito dei veicoli.

Raccapriccianti le immagini mostrate dalla televisione: strade tagliate da faglie, veicoli capovolti, viadotti piegati. A Santiago si è fermato il metro sotterraneo e l’aeroporto internazionale è stato chiuso al traffico, per danni alla torre di controllo e al terminal passeggeri. Duecentosessantacinque prigionieri sono evasi del carcere di Chillan, località nell’entroterra cileno 140 chilometri a sud di Talca. Lo scrive in un messaggio Twitter il sito del canale all news della tv pubblica cilena, Tvn 24H, affermando che la notizia è stata confermata dalla gendarmeria.



TSUNAMI
- Il sisma ha innescato uno tsunami in tutto l’Oceano Pacifico, generando onde fino alle coste delle Hawai e che si dovrebbe "spegnere" arrivando al Giappone. La gran parte dei Paesi che si affacciano sul Pacifico (le Hawaii, il Giappone, la Russia, le Filippine, l’Indonesia, la Nuova Zelanda) hanno lanciato un allerta tsunami. Nell’arcipelago Juan Fernandez, a 600 chilometri dalla costa, un’onda di sette metri si è abbattuta su una località dell’isola di Robinson Crusoe, spingendo la popolazione a cercare riparo su un’altura.
Lo tsunami ha raggiunto pure le Hawaii. Le prime due o tre ondate dello tsunami che ha colpito le Hawaii sono state decisamente meno forti del temuto, ma l’allarme tsunami rimane per il momento. Lo ha indicato alle tv locali un responsabile del Pacific Tsunami Warning Center. L’esperto, Gerard Fryer, ha detto che l’errore di valutazione "è una buona notizia" ma che è troppo presto per revocare l’allarme tsunami dato che le onde anomale, dopo avere colpito le spiagge, stanno girando attorno alle isole dell’arcipelago.
Secondo l’esperto, nelle prossime ore le onde, molto indebolite, non dovrebbero fare danni a Guam e neppure in Giappone. "Sono sicuro che le autorità giapponesi lanceranno un allarme di basso livello", ha detto Fryer.
Le onde di maremoto sono arrivate anche alle isole Chatham, al largo della Nuova Zelanda, con onde alte una ventina di centimetri. Uno tsunami di debole intensità ha raggiunto anche le coste della Polinesia Francese, senza creare danni di rilievo. Onde di quattro metri si sono abbattute su Hiva Oa, sulle Isole Marchesi. Non vi sono state vittime


GLI AIUTI
- Il presidente Usa, Barack Obama, ha detto che gli Stati Uniti sono pronti a fornire assistenza al Cile e ha riferito che dalle prime indicazioni ricevute ci sono state "centinaia di vite perse". In giacca ma senza cravatta, prendendo brevemente la parola nel giardino delle Rose della Casa Bianca, Obama ha detto che "gli Stati Uniti sono pronti ad assistere il governo cileno se ci chiederà aiuto per i soccorsi e gli sforzi di ricostruzione, dato che abbiamo risorse pronte ad essere spiegate nell’area". Il presidente ha parlato di un terremoto ‘’devastante’’.

SISMA IN ARGENTINA
- Un terremoto di 6,3 gradi di intensità della scalta Richer ha fatto tremare l’Argentina. L’epicentro è stato localizzato vicino l’antica città coloniale di Salta. Lo ha riferito il Servizio Geologico Statunitense. Un bambino di otto anni è morto e due altri suoi compagni sono rimasti feriti a causa del crollo di una parete della casa dove stavano giocando. Lo hanno reso noto fonti della polizia locale, precisando che l’incidente è accaduto nella località La Merced, a circa 25 chilometri dalla città di Salta, a 1.600 chilometri al nord ovest di Buenos Aires.
L’epicentro del sisma, che secondo gli esperti non è la conseguenza di quello cileno, è stato individuato nei pressi della città, dove la scossa ha provocato anche una grossa crepa nella Cattedrale locale. Nella stessa vengono venerate immagini del ‘Signore dei miracoli’, ritenuto il protettore di Salta dopo il terremoto che l’ha colpita nel XVIII secolo.
http://quotidianonet.ilsole24ore.com/esteri/2010/02/27/297996-terremoto_cile.shtml
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:21

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:26











Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:29

Chile 8.8 earthquake caused by H.A.A.R.P. and CHEMTRAILS- BY THE U.S. GOVERNMENT!




Fonte: http://vodpod.com/watch/3134555-concepcion-chile-8-8-earthquake-caused-by-h-a-a-r-p-and-chemtrails-by-the-u-s-government
Pubblicato da INFORMARMY.com a 28.2.10
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:34

Sichuan, Pakistan, Haiti: terremoti causati da HAARP?

Terremoti causati da HAARP: ipotesi o realtà?

Dopo la spirale norvegese ho iniziato a raccogliere alcune informazioni sul Progetto Blue Beam e specialmente sull'High Frequency Active Aurora Research Program (HAARP). Tutti ormai sanno che c'è una notevole speculazione sulle reali finalità di tale progetto. Ufficialmente questo programma ha come finalità quella di fare ricerche sulla ionosfera e su com equesta influisca sulle comunicazioni civili e militari e sui sistemi di navigazione, ma si suppone che "under the radar", HAARP venga utilizzato come un'arma di controllo ambientale da parte dei gruppi militari impegnati nella realizzazione dei piani del Nuovo Ordine Mondiale. Secondo molti ricercatori e teorici della cospirazione, questi gruppi hanno utilizzato la "fattoria delle antenne'' della struttura in Alaska per scagliare massicci impulsi elettromagnetici contro la ionosfera, che dopo esserne stata eccitata rimanda indietro queste scariche impulsive.

(..) Immagino che i supposti uragani, tsunami e terremoti generati da HAARP siano correlati all'intensità di questi impulsi ed alla zona contro la quale vengono scagliati. Chiunque sia a conoscenza di tale questione può essere preoccupato riguardo agli ultimi terremoti del 2008-09 e dell'inizio del 2010 e li ha messi in relazione con HAARP. Apparentemente non c'è nessuna evidenza di tale connessione, ECETTO una strana luminosità brillante simile all'aurora, osservata nelle aree colpite dai terremoti qualche momento prima che essi si verificassero. I teorici della cospirazione affermano che tali luci corrispondano all'innesco dei terremoti causati da HAARP, ma secondo alcuni geologi questo spettro è una disturbanza che si verifica quando le rocce cristalline sono deformate dalla lenta compressione del terreno che avviene prima dei terremoti.

Questi geologi affermano che questo spettro costituisce un avvertimento naturale. Allora, se anche HAARP non sta causando il terremoto, siamo sicuri che gli scienziati sono a conoscenza di tali disturbanze elettromagnetiche dal momento che esse appaiono nei dati dei magnetometri. Ho verificato le letture nei giorni in cui si sono verificati 3 gravi terremoti nel 2008-09, Cina e Pakistan oltre all'ultimo ad Haiti, e tutto corrisponde.

Quello che penso è allora: Perché gli scienziati Statunitensi del progetto HAARP NON STANNO informando la popolazione che un possibile sistema di difesa naturale dai terremoti è già stato scoperto?

Luci brillanti viste a Sichuan, in China, prima del terremoto del 2008



Dati del magnetometro HAARP






la tecnologia HAARP viene utilizzata per ridurre la popolazione in certe aree

http://www.informarmy.com/2010/02/sichuan-pakistan-haiti-terremoti.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:37







HAARP Induction Magnetometer

Depth: 29.9 Km

Epicentro: 100 km (60 miles) NNW of Chillan, Chile
105 km (65 miles) WSW of Talca, Chile
115 km (70 miles) NNE of Concepcion, Chile
325 km (200 miles) SW of SANTIAGO, Chile

Google Sismo: http://hisz.rsoe.hu/alertmap/read/index.php?pageid=seism_read&rid=168571

AutoLoc Alert: http://geofon.gfz-potsdam.de/db/eqpage.php?id=gfz2010eaoy

Info: http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/us2010tfan.php#details
Telemetria: http://mednet.rm.ingv.it/event.php?event=100227_063413
USGS LISS: http://aslwww.cr.usgs.gov/Seismic_Data/heli2.shtml
Cile: Scossa terremoto magnitudo 8,8,





Un terremoto violentissimo, di magnitudo 8,8, seguito da altre scosse di minore entità, si è verificato stamane alle 7:34 ora svizzera in Cile, scuotendo gli edifici e provocando blackout in alcuni quartieri della capitale Santiago.

http://giorgius.ilcannocchiale.it/2010/02/27/terremoti_magnitude_89_offshor.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:38



Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:40

Cile/ Terremoto, è allarme tsunami anche in Australia

di www.Apcom.it

Sidney, 27 feb. (Apcom) - Anche in Australia è stato lanciato l'allarme tsunami dopo la sisma di magnitudo 8,8 che ha colpito il Cile. In particolare lo stato di allerta è stato proclamato per le coste del New South Wales, del Queensland, di Lord Howe Island e di Norfolk Island. Nessuna onda anomala colpirà comunque l'Australia prima della mattina di domenica (ora locale), ha precisato il Joint Australian Tsunami Warning Center.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Dom 28 Feb 2010, 03:42

CILE: TSUNAMI HA RAGGIUNTO LE HAWAII


Lo tsunami generato dal terremoto che ha colpito il Cile ha raggiunto le Hawaii. Lo riferisce il canale televisivo locale KHNL. E' stato registrato un rafforzamento nell'andamento delle onde e una variazione nella marea, oltre a un diverso colore del mare. .

http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/nazionale/news-dettaglio/3758004
Tornare in alto Andare in basso
°CAPSULA85°
expert
expert
avatar


MessaggioTitolo: Scossa di magnitudo 6.0 a Taiwan   Lun 01 Mar 2010, 21:11

Epicentro sulla costa orientale a 28 km di profondita'



Un terremoto di magnitudo 6.0 ha scosso oggi Taiwan. Al momento non risultano vittime o danni. L'epicentro del sisma, all'1:21 locali (le 6:21 in Italia) e' stato registrato a circa 160 km a est di Suao, sulla costa nord-orientale, e a una profondita' di 28 km. Lo riferisce il Central Weather Bureau.

fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/02/22/visualizza_new.html_1706325901.html
Tornare in alto Andare in basso
°CAPSULA85°
expert
expert
avatar


MessaggioTitolo: Sisma Cile, asse terrestre spostato di 8-12 centimetri   Gio 04 Mar 2010, 12:31

Il terremoto di magnitudo 8,8 che giorni fa ha scosso il Cile e' stato meno intenso di quello di magnitudo 9,1 che nel 2004 ha colpito Sumatra, ma potrebbe aver provocato uno spostamento dell'asse terrestre maggiore. Se il terremoto di Sumatra aveva provocato uno spostamento di circa 6 centimetri, le prime stime sul terremoto del Cile indicano uno spostamento che varia dagli 8 centimetri ipotizzati dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa ai 12 che emergono dai modelli dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Di conseguenza le giornate sono diventate piu' corte, anche se in modo imperccettibile. L'inclinazione dell'asse terrestre e' infatti, insieme alla rotazione terrestre, il fattore che determina la durata del giorno solare. Quelli generati dal terremoto cileno cosi' come dal terremoto di Sumatra sono cambiamenti minimi e impossibili da percepire. Ad esempio, secondo il Jpl dopo il terremoto in Cile le giornate saranno piu' corte di 1,26 milionesimi di secondo.

Dopo il terremoto di Sumatra si erano accorciate di 6,8 milionesimi di secondo. ''Ci si aspetta di misurare effettivamente un movimento di qualche centimetro nell'inclinazione dell'asse terrestre, ma gli effetti sono comunque molto piccoli, con variazioni della durata del giorno di milionesimi di secondo'', ha detto Giuseppe Bianco, direttore del Centro di Geodesia Spaziale dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) a Matera. E' qui che si sta lavorando in queste ore per raccogliere i dati dalle reti mondiali di geodesia per avere la misura reale dello spostamento. I sismologi, ha osservato il presidente dell'Ingv, Enzo Boschi, hanno calcolato che il terremoto in Cile ha spostato una massa lunga circa 500 chilometri, larga 200 e dallo spessore di 10 chilometri.

Lo spostamento di una massa di materia cosi' grande ha variato l'equilibrio del pianeta e ha imposto un cambiamento, seppur minimo, nell'inclinazione dell'asse terrestre rispetto al piano dell'orbita. Se l'inclinazione dell'asse varia, questo cambiamento si ripercuote sulla rotazione della Terra. Di conseguenza il terremoto ha avuto un effetto su tutti e due i fattori dai quali dipende la durata del giorno.

fonte: www.ansa.it

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Haiti, Cile, GIappone ! Ma che sta succedendo al nostro Pianeta ?   Gio 04 Mar 2010, 15:37



E' inevitabile, e lo stiamo sperimentando noi qui su Mysterium quanto le varie ansie millenaristiche in agguato - prima fra tutte la profezia del 2012 - stiano trovando terreno fertile nei sempre più frequenti cataclismi che sembrano essersi impossessati della nostra Terra. Il fenomeno è inquietante. E mi sembra che finalmente ci si cominci ad interrogare seriamente. Come riferisce Giovanni Caprara in questo servizio dal Corriere On line:

Haiti, il Giappone qualche giorno fa, ed ora il Cile. La Terra trema di più? Gli scienziati registrano e guardano disarmati la violenza improvvisa della Terra senza la capacità di cogliere qualche segno.

Ci sono aree a rischio ben note, punti critici da sorvegliare con maggior attenzione come le coste cilene e la nostra Penisola ma al massimo la scienza esprime delle probabilità che si infrangono sul muro della mancanza di conoscenze. Solo agli inizi del Novecento il berlinese Alfred Lothar Wegener raccontava in un libro la formazione di oceani e continenti e soltanto alla fine degli anni Sessanta (due anni prima la conquista della Luna) il canadese John Tuzo Wilson presentava il primo modello teorico della deriva dei continenti e Dan McKenzie dell'Università di Cambridge spiegava sulla rivista Nature la «tettonica a placche». Da quelle parole di quarant'anni fa si è iniziato a decifrare con maggior coscienza gli scontri perennemente in corso fra le zolle in cui è separata la crosta terrestre cercando indizi sullo scatenarsi dei terremoti. È una titanica fatica perché finora solo la fantascienza di Giulio Verne ha compiuto un viaggio al centro della Terra per scoprirne la natura e cogliere le manifestazioni che l'uomo subisce abitando in superficie.

La sismologia non è una scienza esatta, e la difesa dai terremoti rimane una meta lontana da raggiungere. Da decenni si tentano le vie più diverse al fine di sciogliere gli impenetrabili misteri che sempre avvolgono imovimenti interni del pianeta. In California i geologi dell'US Geological Survey e di numerose università scavano un pozzo fino a dieci chilometri di profondità per raccogliere indizi sugli spostamenti della faglia di San Andreas e scoprire in anticipo il manifestarsi del Big One, il super-terremoto da tempo atteso.

I fisici russi sostenevano di riuscire a raccogliere dallo spazio la presenza di particelle atomiche capaci di segnalare l'imminenza di un sisma. Ma finora la tecnologia non ha fornito risposte attendibili sia a terra (ricordate le emissioni del gas radon?) che nello spazio. Rimane alla base un grave limite di conoscenza scientifica. Da anni negli Stati Uniti e in Giappone si cerca di disegnare un modello teorico globale della Terra capace di mostrare ciò che accade nelle viscere, nel suo cuore incandescente e soprattutto negli strati esterni, nella frizione continua tra il mantello e la crosta sulla quale viviamo. Ma, ancora una volta, pur disponendo di potenti supercomputer la capacità di calcolo è inadeguata per descrivere le mille forze in gioco. Sono i limiti dell'uomo che solo la ricerca può aiutare ad estendere.


http://mysterium.blogosfere.it/2010/03/haiti-il-giappone-qualche-giorno.html
Tornare in alto Andare in basso
spektrum
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Gio 04 Mar 2010, 18:17

Taiwan: Terremoto Magnitudo 6,4, Crolli e Decine Di Feriti

Taipei, 4 mar. (Adnkronos/Dpa) - Un terremoto di magnitudo 6,4, registrato oggi nella zona meridionale di Taiwan, ha provocato il crollo di almeno una ventina di edifici, incendi in cui almeno 64 persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo molto grave. "E' la prima volta in 100 anni ha un sisma superiore al sesto grado colpisce la citta' di Chiahsin nella contea di Kaohsiung" ha dichiarato il vice direttore del centro sismico dell'ufficio metereologico di Taipei, spiegando che dopo la scossa principale ne sono state registrate un'altra trentina, con la piu' forte di magnitudo 5,7.
http://it.notizie.yahoo.com/7/20100304/twl-taiwan-terremoto-magnitudo-6-4-croll-09e26cd.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Ven 05 Mar 2010, 00:30

Spagna, nave da crociera colpita da onda anomala: muoiono un italiano e un tedesco

Una nave da crociera cipriota, la Louis Majesty, è stata travolta nel Golfo del Leone da un'onda anomala che ha causato due morti - tra cui un turista genovese - e quattordici feriti. Le notizie sono giunte direttamente da un passeggero italiano, un triestino, Ervino Curtis, che dopo aver assistito in diretta alla disgrazia ha contattato con il suo telefonino Il Piccolo di Trieste



Un’onda anomala enorme, otto, dieci metri forse più contro una nave da crociera: due i morti tra cui un italiano e 14 feriti. Ha colpito ieri pomeriggio la sala teatro al quinto piano a prua della Louis Majesty, la nave da crociera battente bandiera cipriota che stava navigando al largo del Golfo del Leone con oltre 1.900 persone a bordo. Vicino alle grandi vetrate c’era un italiano, Giuseppe Neri, genovese, assieme al figlio tredicenne e poco distante la moglie che guardavano il mare in burrasca.

La gigantesca massa d’acqua ha mandato in frantumi la vetrata e quelle accanto, c’è stata una pioggia di schegge, sono volati mobili, tavoli e altro mobilio. L’uomo è rimasto schiacciato, devastato e irriconoscibile nel viso e sul corpo. Il figlio è rimasto ferito ed è fuggito in preda allo choc. Un’altro turista, un tedesco, ha fatto la stessa fine. Quattordici le persone ferite, molti sloveni che erano presenti in sala in quel momento, seriamente daneggiata la nave con tre ponti interamente allagati, le cabine devastate dal mare.

La Louis Majesty inizialmente doveva attraccare ieri a Barcellona, oggi arrivare a destinazione finale a Genova. Per il maltempo il programma era stato mutato, si puntava direttamente a Genova, ma l’o nda anomala ha danneggiato e messo a serio rischio la nave che è stata costretta a riparare a Barcellona.

L’attracco ieri sera verso le 21. Ad assistere attonito alla tragedia, quasi in prima fila, un triestino, Ervino Curtis, per lungo tempo dipendente dell’ex Ente autonomo del Porto di Trieste, attualmente in pensione e presidente dell’associazione italo-romena Decebal, tra le prime a nascere in città ancora all’epoca dell’era Ceaucescu.

È stato lui a dare soccorso e conforto alla moglie di Neri con cui aveva stretto amicizia durante la crociera e a consolare il figlio, tredicenne, ferito e in stato di choc
Erano le 15.20, ora di bordo, nella sala teatro al quinto piano era riunito un gruppo numeroso di sloveni che aveva prenotato il viaggio da Lubiana e da Trieste. Un briefing operativo organizzato dal tour operator per i dettagli sullo sbarco dell’indomani a Genova e la partenza dal porto con i pullman.

Dieci minuti dopo sarebbe toccato agli italiani. Neri con il figlio e la moglie, che lo stava raggiungendo, era in anticipo, ha atteso la fine della riunione degli sloveni, ed era in piedi davanti alla grande vetrata. Oltre il vetro di prua lo spettacolo del mare in burrasca. Onde molto grandi con la nave che rullava e beccheggiava in maniera potente. Curtis era fuori della sala con le porte aperte, davanti c’era altra gente. È stato allora che l’onda anomala, enorme, ha investito di prua la nave. Una montagna d’acqua che si è abbattuta sulle vetrate, sbriciolandole.

A quel punto il caos. Vetri che volavano, acqua che entrava a fiumi, gente che gridava, mobili e tavoli che sbattevano impazziti con forza nella sala accelerati anche dal rollio della nave. A un certo punto è sembrato che Neri fosse stato addirittura risucchiato dal mare. Sono partiti i soccorsi da parte dell’equipaggio, sono stati allertati i medici di bordo. Un caos infernale con le cabine allagate su ben tre ponti.

Si è capito subito che oltre ai feriti ci potevano essere dei morti, l’equipaggio visto il caos è addirittura partito alla ricerca dei passeggeri utilizzando le fotografie dei badge. Dopo quasi due ore in cui non c’erano assolutamente informazio sono arrivate le prime notizie ai passeggeri. Neri dopo affannose ricerche è stato ritrovato tra le macerie della sala teatro. Sembra che oltre al mobilio sia crollato pure una parte di soffitto.

È morto, letteralmente schiacciato, sotto i rottami, reso irrioconoscibile nel corpo e in volto. Poco dopo la notizia della morte di un altro turista, un tedesco che probabilmente stava scattando fotografie dalle vetrate di prua.

Il comandante ha ripreso il governo della nave e ha puntato la prua direttamente su Barcellona. Un’ora prima dell’arrivo in porto la comunicazione ufficiale ai passeggeri dell’accaduto. Una crociera tragica segnata dal maltempo. La Majesty era partita il 20 febbraio scorso da Genova, ha toccato Tangeri, Casablanca, poi Lanzarote, ma ha dovuto più volte cambiare rotta per il maltempo. Ieri la tragedia nel Golfo del Leone.
(03 marzo 2010)


Tornare in alto Andare in basso
°CAPSULA85°
expert
expert
avatar


MessaggioTitolo: Sisma in Turchia, a Elazig 57 morti   Lun 08 Mar 2010, 12:15

Magnitudo di oltre sei gradi, un centinaio i feriti
ANKARA, 8 MAR - E' sinora di almeno 57 morti e quasi 100 feriti il bilancio del violento terremoto che stamani all'alba ha colpito una vasta area poco abitata della Turchia centro-orientale. Lo ha riferito, come annunciato dai media nazionali, il vice premier turco Cemil Cicek citando dati forniti dall'unità di crisi del governatorato della provincia di Elazig. La scossa - registrata dall'Osservatorio di Kandilli ad Istanbul - ha avuto una magnitudo di 6 gradi sulla scala Ricther ma un'intensità di 8 gradi.

Il sisma è stato avvertito alle 4:32 del mattino (le 3:32 in Italia) ed è durato un minuto. Dopo la prima scossa se ne sono succedute altre 30 di assestamento di intensità minore. Come ha affermato il vicegovernatore della provincia di Elazig, Mehmet Ali Saglam, le località più colpite dal terremoto sono stati sei villaggi, tra cui in particolare quelli di Okcular e Yukari Demirci, sui quali da stamani si sono concentrati i soccorritori arrivati dalle vicine città di Tunceli, Bingol, Diyarbakir, Mardin ed Erzurum. Secondo vari media, in un villaggio ci sarebbero almeno sei persone ancora intrappolate sotto le macerie di un'abitazione che, come la maggior parte di quelle crollate, era stata costruita con mattoni fatti di terra secca mista a paglia.

Da parte sua, la Mezzaluna Rossa (l'equivalente della Croce Rossa) ha inviato sul posto 500 tende e generi alimentari mentre altre istituzioni pubbliche hanno provveduto a spedire 10 container di generi di soccorso. Sul posto, per seguire le operazioni di soccorso, oltre a Cicek si sono recati anche il ministro di Stato Cevdet Yilmaz, il ministro dei Lavori Pubblici Mustafa Demir e quello della Sanità Recep Akdag. Nella stessa zona lo scorso primo febbraio si registrò una scossa di magnitudo 4.7 gradi Richter ed il successivo 21 un'altra di 4.3 gradi che però non provocarono vittime né danni di rilievo. Le scosse telluriche sono abbastanza frequenti in Turchia che è situata su un'importante faglia sismica. Gli ultimi terremoti disastrosi in questo Paese sono avvenuti nell'agosto e nel novembre del 1999 ed hanno provocato circa 20 mila vittime.

news fonte: http://www.ansa.it
Tornare in alto Andare in basso
spektrum
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Ven 12 Mar 2010, 12:38

Credo sia l'inizio di cio che molte profezie voglio sin da secoli farci capire....chissa...forse è gia tardi
Tornare in alto Andare in basso
°CAPSULA85°
expert
expert
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Ven 12 Mar 2010, 18:50

non sono molto credente alle profezie guarda caso escono sempre dopo qualche disastro.cio che credo che viviamo in un pianeta vivo dormente da molto tempo e che ogni tanto per qualche strano ciclo o per qualche disturbo del sole è piu disturbato che mai.oggi crediamo molto a profezie di ogni genere o religione siamo piu informati grazie alla rete o chissa mal informati.teniamo anche presente che tutto questo che oggi accade e sempre sucesso anche di peggio.la differenza sta solo che in quell epoca de sicuro non cera tutta questa informazione,io penso cosi poi ognuno e libero di credere in cio che pensa ed è giusto cosi...
Tornare in alto Andare in basso
°CAPSULA85°
expert
expert
avatar


MessaggioTitolo: In Giappone scossa di magnitudo 6.6   Dom 14 Mar 2010, 14:00

TOKYO - Un terremoto di magnitudo 6.6 è stata registrata pochi minuti fa, alle 17.12 locali (9.12 in Italia) in Giappone, nella prefettura di Fukishima, a nord di Tokyo. Lo rende noto la Japan metereological agency, che ha stimato l'intensità della scossa in 5 sulla scala giapponese di 7.

Sulla base degli aggiornamenti diffusi dalla Japan metereological agency (Jma), la scossa è avvenuta alle ore 17.08 locali (9.08 in Italia) con epicentro individuato poco distante dalle coste della prefettura di Fukushima, nelle acque del Pacifico, a una profondità di 40 chilometri. La prefettura, distante circa 300 chilometri a Nord della capitale, è stata l'area più colpita, anche se al momento - ha riferito la Nhk, la tv pubblica nipponica - non risultano danni a persone o cose. La scossa è stata avvertita in tutta Honshu, l'isola principale dell'arcipelago giapponese e, in modo più lieve, fino ad Hokkaido.

Funzionano regolarmente le due centrali nucleari che si trovano nella prefettura del Giappone colpita stamani da un terremoto di magnitudo 6,6. Lo ha reso noto un portavoce della società che le gestisce, la Tokyo Electric Power. Le centrali atomiche della prefettura di Fukushima, 300 km a nord di Tokyo, sono la Daiichi, con cinque reattori, e la Daini, con tre reattori.

Un'altra forte scossa di terremoto di magnitudo 7.0 si è verificata al largo dell'arcipelago delle Molucche, a est dell'Indonesia. Al momento non è stato lanciato alcun allarme tsunami. Il sisma, ha precisato l'Agenzia indonesiana di Meteorologia e geofisica, si è verificato a 132 km a sud-est di Labuha, nella provincia delle Molucche del Nord, e a una profondità di 56 km.

news fonte: www.ansa.it
Tornare in alto Andare in basso
andromeda77
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Gio 18 Mar 2010, 16:54

A sti passi dovremmo constatare che in fin dei conti le profezie MAYA stanno prendendo la giusta piega....
Tornare in alto Andare in basso
O.V.N.I
junior
junior
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Sab 27 Mar 2010, 11:16

Le profezie dei MAYA sono soltanto un preavviso,ma cio che stiamo conoscendo ha del reale....

comunque si...concordo col fatto che ogni avvenimento...è sempre piu di carattere devastativo
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   Mar 30 Mar 2010, 15:48

[color=red]Rischio tsunami nel Mediterraneo - Il 'Marsili', il vulcano sommerso nel Tirreno sta per eruttare.[/color



Davvero un piccolo importante scoop quello riportato oggi dal Corriere della Sera On Line che attraverso una intervista a Enzo Boschi, il più noto vulcanologo italiano ci dà notizie ultimissime e non proprio confortanti su un mostro marino che si trova a relativamente poca distanza dalle coste campane, che, pare, si stia risvegliando dal suo lungo letargo. Leggiamo insieme l'articolo a firma Giovanni Caprara.

«Potrebbe succedere anche domani. Le ultime indagini compiute dicono che l’edificio del vulcano non è robusto e le sue pareti sono fragili. Inoltre abbiamo misurato la camera di magma che si è formata negli ultimi anni ed è di grandi dimensioni. Tutto ci dice che il vulcano è attivo e potrebbe eruttare all’improvviso».

Enzo Boschi presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, pur nella cautela, ha toni preoccupati raccontando i risultati dell’ultima campagna di ricerche compiute sul Marsili, il più grande vulcano d’Europa, sommerso a 150 chilometri dalle coste della Campania.

Dal fondale si alza per tremila metri e la vetta del suo cratere è a 450 metri dalla superficie del mare. La sua struttura è imponente essendo lunga 70 chilometri e larga 30. È un mostro nascosto di cui solo gli scandagli hanno rivelato il vero volto. Intorno si sono osservate diverse emissioni idrotermali con una frequenza ultimamente elevata e proprio queste, unite alla debole struttura delle pareti, potrebbero causare crolli più inquietanti della stessa possibile eruzione. Di recente sono stati registrati due eventi, per fortuna contenuti. «La caduta rapida di una notevole massa di materiale — spiega Boschi — scatenerebbe un potente tsunami che investirebbe le coste della Campania, della Calabria e della Sicilia provocando disastri». Nel cuore del Marsili gli strumenti hanno dato un volto alla camera di magma incandescente che si è formata e che oggi raggiunge le dimensioni di quattro chilometri per due: è come una pentola ribollente con il coperchio ben tappato. Il Marsili è da anni un sorvegliato speciale per alcuni segni lanciati.

«URANIA» - La sua storia si confonde nel tempo e non si sa quando sia avvenuta l’ultima eruzione: di certo in epoche lontane. Ma proprio i segnali emessi hanno indotto a studiarlo e l’ultima campagna iniziata in febbraio con la nave oceanografica Urania, del Cnr, ha fatto aumentare la preoccupazione. Le frane rilevate indicano una instabilità impossibile da ignorare. «Il cedimento delle pareti — nota Boschi — muoverebbe milioni di metri cubi di materiale, che sarebbe capace di generare un’onda di grande potenza. Gli indizi raccolti ora sono precisi ma non si possono fare previsioni. Il rischio è reale e di difficile valutazione ». La ragione sta nella situazione in cui si trova il vulcano. L’Etna in questi anni è stato tappezzato di strumenti in grado di avvisare se un’eruzione è imminente, almeno con un certo margine di preavviso. Il Marsili non solo è sommerso ma è privo di queste sonde pronte ad ascoltare le sue eventuali cattive intenzioni. Bisognerebbe installare una rete di sismometri attorno all’edificio vulcanico collegati a terra ad un centro di sorveglianza. Ma tutto ciò è al di fuori di ogni bilancio di spesa. Con le risorse a disposizione si collocherà qualche nuovo strumento ma non certo la ragnatela necessaria. «Quello che serve — conclude Boschi—è un sistema continuo di monitoraggio, per garantire attendibilità. Ma è costoso e complicato da realizzare. Di sicuro c’è che in qualunque momento potrebbe accadere l’irreparabile e noi non lo possiamo stabilire».

Giovanni Caprara per Corriere.it

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.   

Tornare in alto Andare in basso
 
AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO : TERREMOTI , TSUNAMI , CATACLISMI.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Capacità e impedenza dei cavi di segnale.
» Led rosso acceso rilevazione Sim
» Sveglia e finestra di misurazione di Pearly, LadyComp e BabyComp
» Monitoraggio terremoti italiani
» dall'Inferno di Dante

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: EVENTI CATASTROFICI-
Andare verso: