IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
spektrum
junior
junior
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Mar 23 Nov 2010, 14:18

Io interpreto i templari come un ordine mondiale massonico nei tempi passati.Col via del comunismo le cose nel tempo hanno assunto sempre piu predomini sia sociali che politici.
Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:30



Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:27






Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:13

I TEMPLARI E LA CONOSCENZA DI TESTI GNOSTICI SEGRETI



La maggior parte dei più importanti studiosi dei templari ritengono che i cavalieri dalla croce rossa sbavata si sarebbero stanziati in Medio Oriente con lo scopo di rinvenire documenti di natura eretica, che danno una visione degli avvenimenti descritti nelle Sacre Scritture completamente contraria ed alternativa a quella che tutti noi conosciamo. Secondo molti accademici, i templari avrebbero usato questi documenti come arma di ricatto verso Papi e regnanti per accumulare ricchezze e privilegi, secondo altri, invece, i cavalieri del Tempio di Salomone volevano trovare conferma di ciò che era già tramandato da molte famiglie nobili europee, francesi, germaniche e scozzesi. Tra questi testi non possiamo non menzionare il Vangelo di Giuda che il periodico National Geographic Magazine sta pubblicando in tutto il mondo (in Italia sarà presente in edicola dal 21 aprile), dopo essere stato completamente restaurato. Si tratta di un testo gnostico segreto risalente al 300 d.C. e ritrovato negli anni settanta nel deserto presso El Minya in Egitto. Cosa del tutto sconvolgente è apprendere, da questo vangelo dimenticato, che Giuda non solo non fu un traditore di Cristo ma fu il suo discepolo più fedele, in quanto il tradimento da lui operato nei confronti di Gesù fu l'esecuzione del volere di Cristo stesso. Questa visione alternativa conferma, ancora una volta, l’esistenza di una corrente di pensiero contraria e parallela a quella ufficiale, presente anche nella storia dei templari, cavalieri della fede ma anche dell’eresia. Molti testi gnostici contraddicono la storia tradizionale del cristianesimo gettando le basi per una rilettura dei fatti accaduti. Secondo Padre Jean Noel Aletti del Pontificio Istituto Biblico, i testi gnostici e il Vangelo di Giuda in particolare “...furono il tentativo di gruppi cristiani esoterici di assolvere Giuda…il testo fa parte della letteratura esoterica copta ( egiziana n.d.r.) di Genizah… erano testi composti durante il periodo delle persecuzioni contro i cristiani e dunque non dovevano essere divulgati a tutti”. Padre Aletti parla, quindi, di una tradizione non palese, sicuramente esoterica, diffusa anche tra i cristiani ma contraria alla dottrina paolina e perciò bollata come eretica e di cui, come riportato nel nostro libro a pagina 133, lo stesso San Basileo, nel IV secolo, confermò l’esistenza affermando che “ Esiste una tradizione silente e misteriosa…”. Inoltre, a pagina 130 del nostro Dossier, noi diciamo che “La chiave dei misteri templari, in ogni caso, sta nell’esoterismo religioso che questi cavalieri praticavano..” e nella pagina seguente proseguiamo, dicendo che “la gnosi, secondo questa visione eretica, presente tra l’altro nei vangeli apocrifi e gnostici, sarebbe stata comunicata e svelata segretamente da Gesù, in particolar modo attraverso la rivelazione e la trasmissione strettamente orale della dottrina alle donne…Maria, la madre di Gesù e Maria Maddalena, considerata dalla cultura esoterica-eretica come la sposa di Cristo”. Quindi, possiamo ben dire che questa dottrina eretica e gnostica, alternativa a quella cristiana paolina, che definisce Giuda il prediletto di Gesù, è la stessa che esalta la figura di una Dea pagana (con ogni probabilità Iside che simboleggia la conoscenza e quindi il pensiero gnostico egiziano) che i templari chiamavano Nostra Signora e che è opposta al Dio del Vecchio Testamento. Noi diciamo, infatti, a pagina 132 del Dossier, che “...questa dottrina segreta sarebbe la parola perduta vagheggiata da molte società iniziatiche moderne ed antiche, non esclusi i templari, che fondarono il loro potere magico esoterico proprio su un antico sapere segreto, non conosciuto al popolo profano e trasmesso solo agli iniziati…”. A proposito, poi, di quei gruppi esoterici di cui parla padre Aletti, citiamo cosa dice lo scrittore cattolico Vittorio Messori: “…già oltre diciotto secoli fa la Chiesa condannò un’eresia gnostica tra tante, quella dei cainiti che, valorizzando in chiave antiebraica la figure negative della Scrittura, ipotizzava un Iscariota benefico, traditore su commissione di Gesù stesso. Da 1800 anni sapevamo della condanna dei Padri della Chiesa di questo pseudo-vangelo….”. Quella stessa condanna da parte della Chiesa che colpì anche i Catari e i Templari, legati tra loro dalla condivisione di questo segreto di natura eretica. Per quanto riguarda la setta egiziana dei Cainiti, custodi della tradizione della razza rossa di Caino ed eremiti nel deserto del Sahara e della quale finalmente si parla, bisogna spiegare che la sua tradizione si basava sulla venerazione dell’ouroboros rosso ( il serpente che si mangia la coda che è simbolo del demonio nel vecchio testamento ma della conoscenza tra gli gnostici e i catari) e sull’esaltazione di tutte quelle figure negative del Vecchio testamento, da Caino a Giuda. Tra l'altro, come ci dicono le Sacre Scritture, da Caino discenderebbero personaggi come Tubal Cain e Hiram, esperti e maestri nell’uso dei metalli, del fuoco e della geometria, cioè di tutto quel sapere segreto, contemporaneamente gnostico e scientifico, che confluirà nel pensiero dei Catari, dei Templari e della prima Massoneria e la cui chiave di codifica, come dice il testo del Serpent Rouge, sta nella Chiesa parigina di San Sulpice e in quella di santa Maria Maddalena di Rennes Le Chateau, dove la stazioni della via crucis del martirio di Cristo sono, come la Sindone, leggibili solo al contrario e dove è fortemente presente il culto di una Donna senza marito, Iside o Maddalena.
Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:11


ALFABETO TEMPLARE

I templari sono un chiaro esempio di come fosse importante l'uso dei simboli e degli alfabeti segreti, un numero ed una varietà di immagini magico-simboliche iscrizioni criptiche, emblemi, sigilli sono stati ritrovati nelle loro sedi e sulle loro persone. Gli occultisti hanno cercato di interpretare questo fatto con una singolarissima spiegazione che rende conto anche della particolare e straordinaria rapidità con la quale i Templari riuscivano ad accumulare ricchezza e potere , riuscendo a convincere tutti i potenti d' Europa a concedere loro favori di qualsiasi genere in a livelli incredibili. Questo era dovuto " secondo gli occultisti " ai talismani e i simboli trovati in abbondanza tra le loro cose. Una delle leggende più diffuse circa il segreto che i Templari avrebbero difeso anche sotto le torture più crudeli riguardi la conoscenza delle tecniche della magia sessuale, che i cavalieri del tempio avrebbero appreso grazie ai loro contatti con l'Oriente con sette esoteriche di origine Sufi. Questo tipo di magia prevede fra l'altro riti mediante i quali è possibile " caricare " talismani e sigilli in modo tale da favorire la realizzazione dei desideri . La funzione di gran parte delle immagini magico simboliche dei Templari sarebbe stata dunque quella di accumulare ricchezze con mezzi occulti. Altri tipi di talismani erano dedicati ai cavalieri del Tempio forza di convinzione e capacità di piegare chiunque ai propri voleri. Con la magia sessuale è possibile anche " caricare " di potere occulto lettere e documenti, in modo di favorire l'accoglimento delle richieste in essi contenuti. Gli occultisti affermano che è per questo motivo che il sesso è così spesso presente nella tragica vicenda templare, e sotto questa luce và interpretato anche il grido di guerra " Vivat Deus, Sanctus Amor! ".

Di seguito riporto solo un esempio di quello che era il vasto mondo dei simboli legati ai Templari, questo era uno degli alfabeti più diffuso.

Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:08

Gran maestri dell'Ordine del Tempio



  1. Hugues de Payns (1118-24 maggio 1136)
  2. Robert de Craon (1136-13 gennaio 1147)
  3. Everard des Barres (1147-1151)
  4. Bernard de Tremelay (1151-1153)
  5. André de Montbard (1153-17 gennaio 1156)
  6. Bertrand de Blanchefort (1156-1169)
  7. Philippe de Milly (1169-3 aprile 1171)
  8. Eudes de Saint-Amand (1171-18 ottobre 1179)
  9. Arnau de Torroja (1179-30 settembre 1184)
  10. Gérard de Ridefort (1184-1 ottobre 1189)
  11. Robert de Sablé (1189-13 gennaio 1193)
  12. Gilbert Hérail (1193-20 dicembre 1200)
  13. Philippe de Plaissis (1201-12 novembre 1209)
  14. Guillaume de Chartres (1209-26 agosto 1218)
  15. Pierre de Montaigu (1218-1232)
  16. Armand de Périgord (1232-1244)
  17. Richard de Bures (1244-1247) (?)
  18. Guillaume de Sonnac (1247-3 luglio 1250)
  19. Renaud de Vichiers (1250-19 gennaio 1252)
  20. Thomas Béraud (1252-25 marzo 1273)
  21. Guillaume de Beaujeu (1273-18 maggio 1291)
  22. Thibaud Gaudin (1291-16 aprile 1292)
  23. Jacques de Molay (1292-18 marzo 1314)
Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:07

Il sistema templare


Nel corso della sua esistenza l'Ordine Templare svolse sostanzialmente tre azioni: l'attività militare, la coltivazione delle terre, la gestione di sistemi economici e finanziari. Queste azioni furono consentite dalla formazione di un'imponente struttura territoriale, organizzativa ed economica, che interessò non solo il Vicino Oriente, ma anche una grande parte delle regioni europee. Il mantenimento di un ingente gruppo di armati in Terrasanta richiedeva infatti un adeguato sforzo produttivo anche sul continente europeo, non solo per rifornire di vettovagliamenti le milizie, ma soprattutto per sostenere i costi legati alle armi, ai cavalli, alla flotta navale, alle attrezzature di servizio e alla costruzione di edifici e fortificazioni. I Templari usarono in realtà una cospicua parte delle loro ricchezze per costruire numerose fortificazioni in tutta la Terrasanta..In questa prospettiva la crescita dell'Ordine, che inizialmente si era retto sulle donazioni dei primi cavalieri, fu ben presto accentuata dal favore del papa Innocenzo II, che aveva concesso all'Ordine la totale indipendenza dal potere temporale, compreso l'esonero dal pagamento di tasse e gabelle, oltre al privilegio di rendere conto solo al pontefice in persona e alla possibilità di esigere le decime.La presenza dei Templari sul territorio di entrambi i continenti, asiatico ed europeo, era assicurata dalle diverse sedi templari: le Precettorie, le Mansioni e le Case fortezza o “Capitanerie” (queste ultime due meno importanti delle Precettorie), largamente autonome dal punto di vista gestionale Precettorie e Mansioni distribuite in Oriente e in Occidente, Capitanerie soprattutto in Terrasanta. Nelle grandi capitali (Parigi, Londra, Roma e altre) vi erano le Case, ognuna delle quali aveva il controllo di una delle sette grandi province dall'Inghilterra alle coste dalmate in cui i templari avevano diviso la loro organizzazione monastica. Al massimo del loro fulgore arrivarono presumibilmente ad avere migliaia di sedi, distribuite capillarmente in tutta Europa e Medio Oriente, il che indica la loro notevole influenza economica e politica nel periodo delle Crociate.Dal punto di vista organizzativo, si potevano distinguere sommariamente quattro tipologie di confratelli:

  • i cavalieri, equipaggiati come cavalleria pesante;
  • i sergenti, equipaggiati come cavalleria leggera, provenienti da classi sociali più umili dei cavalieri;
  • i fratelli di mestiere e i fattori, che amministravano e operavano nelle le proprietà dell'Ordine;
  • i cappellani, che erano ordinati sacerdoti e curavano le esigenze spirituali dell'Ordine.
Vari gradi di responsabilità di comando e amministrazione erano attribuiti al Maestro (Gran Maestro secondo una dizione diffusa ma inestatta), ai Commendatari, ai Siniscalchi, ai Marescialli, ai Gonfalonieri e ad altri ruoli. Alcuni confratelli si occupavano esclusivamente di attività bancarie, in quanto l'Ordine trattava frequentemente il denaro e le merci preziose connessi con lo svolgimento delle Crociate. La parte più significativa dei Cavalieri templari si dedicava tuttavia alle azioni militari ed erano probabilmente le unità da combattimento meglio addestrate e disciplinate del proprio tempo,precursori dei moderni corpi speciali o unità d'élite, identificabili, almeno per quanto riguarda i Templari delle origini, in una forma embrionale dei corpi di protezione civile e di difesa civile. A sostegno del corpo militare dell'Ordine venivano aggregate truppe ausiliarie, anche mercenarie, come i Turcopoli. Ciascun cavaliere disponeva sempre di due o tre sergenti che lo accompagnavano in battaglia e un gruppo di sei o sette scudieri per assisterlo sia in tempo di pace che di guerra, nonché di più cavalli.A differenza della totalità degli altri ordini monacali, non sembra che i Templari abbiano dedicato una parte significativa del loro tempo all'elaborazione di testi o documenti, religiosi o d'altro genere: a parte le copie della Regola che ci sono pervenute, non lasciarono tracce consistenti del loro pensiero; in ogni caso, la damnatio memoriae a cui furono soggetti avrebbe nel tempo cancellato le loro produzioni. Il maggiore influsso dei Templari non fu comunque di tipo militare, quanto piuttosto di tipo culturale ed economico sotto il profilo della diffusione di strumenti economico-finanziari, con la distribuzione del reddito attraverso la creazione di posti di lavoro: con le abbazie ed i loro terreni agricoli, con la costruzione delle cattedrali, l'ordine portò sviluppo e lavoro in molte parti dell'Europa medioevale, attraverso una estesa rete di succursali. Molti governi europei (ed italiani in particolare) ricorsero ai loro servizi per ottenere finanziamenti, per gestire le contabilità e le finanze pubbliche.
Tornare in alto Andare in basso
H.A.C.K.E.R ALPHA
expert
expert
avatar


MessaggioOggetto: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    Lun 22 Nov 2010, 17:05


Quello dei "Pauperes commilitones Christi templique Salomonis" (Poveri Compagni d'armi di Cristo e del Tempio di Salomone), meglio noti come Cavalieri Templari o semplicemente Templari, fu uno dei primi e più noti ordini religiosi cavallereschi cristiani medioevali. Accanto alla croce rossa in campo bianco, fra i simboli dei templari c'era il beauceant.
La nascita di quest'Ordine è da collocarsi territorialmente e storicamente nella Terrasanta al centro delle guerre religiose tra forze cristiane e islamiche scoppiate a partire dall'indizione della prima crociata (1096) per volere di papa Urbano II. In quell'epoca le strade della Terrasanta erano infestate da predoni che assalivano e depredavano i pellegrini. La situazione sarebbe peggiorata, in anni successivi, quando la maggior parte dei cavalieri avrebbe iniziato a tornare in Europa e le esigue milizie cristiane rimaste nei territori conquistati si sarebbero dovute arroccare nei pochi centri abitati. Alla fine del 1099 - dopo che all'appello di Papa Urbano II nel concilio di Clermont, al grido "Deus lo volt", Dio lo vuole, i cristiani riconquistarono la Terra Santa in mano agli infedeli - si presentò il problema di come difendere i luoghi santi e quei pellegrini che ivi giungevano da tutta Europa. Nacquero così i diversi Ordini religiosi. Il primo Ordine fu quello dell' Ordine dei canonici del Santo Sepolcro, fondato nel 1099 da Goffredo di Buglione. Successivamente vennero a costituirsi quello di San Giovanni dell'Ospedale, di Santa Maria di Gerusalemme o dei Teutonici e quello del Tempio, che,secondo teorie non da tutti accettate, risalirebbe agli anni 1118-1120.
Secondo la storiografia di fonte francese, Ugo di Payns, originario dell'omonima cittadina francese della Champagne, insieme al suo compagno d'armi Goffredo di Saint-Omer e ad alcuni altri cavalieri, decise di fondare il nucleo originario dell'Ordine Templare, dandosi il compito di assicurare l'incolumità dei numerosi pellegrini europei che continuavano a visitare Gerusalemme.
Secondo altre versioni, il fondatore fu Hugo de Paganis (nome che compare nel testo originale latino di Guglielmo di Tiro) originario di Nocera, nell'odierna Campania. L'Ordine venne ufficializzato nel Concilio di Troyes del 1129.
Anche il doppio ruolo di monaci e di combattenti, che contraddistinse l'Ordine Templare negli anni della sua maturità, fu sempre fonte di perplessità in ambito cristiano. Gli storici concordano comunque sul fatto che, fra coloro che avevano partecipato alla prima crociata, prese dunque forma l'idea di una milizia che proteggesse viandanti e pellegrini, anche per riscattare le atrocità e il sangue che era stato versato lungo il cammino delle truppe europee.


FONTE :
http://anno2012.secretsstories.com/
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?    

Tornare in alto Andare in basso
 
CAVALIERI TEMPLARI O CAVALIERI DELLO ZODIACO?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ERBE MAGICHE E PROFUMI DELLO ZODIACO
» Per Malika - data del matrimonio - Tarocchi dello zodiaco
» Codice C.E.R. dello scarto in uscita dall'impianto
» Attività formative a scelta dello studente
» Integrazione ed educazione a scuola di alunni con Disturbo dello Spettro Autistico

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: ARCHEOLOGIA/VULCANOLOGIA/STORIA-
Andare verso: