IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:34

Come utilizzare Facebook come arma !!!!

Many so-called experts are trying to fill young people with fear about what they should post in their Facebook accounts.
Molti cosiddetti esperti stanno cercando di riempire i giovani con la
paura di quello che dovrebbero far registrare nella loro contabilità
Facebook. They
make the case the school admissions staff and company recruiters are
going to check your Facebook page and ding you for the stupid things you
did. Fanno caso in cui il personale della scuola ammissioni ed i
recruiters società stanno andando a controllare la vostra pagina di
Facebook e Ding voi per le cose stupide che hai fatto. (Who among us has not done something stupid when we were young, but I digress.) (Chi di noi non ha fatto qualcosa di stupido, quando eravamo giovani, ma sto divagando.) This
advice is mostly defensive: “Don't do this,” “don't do that,” “someday
it will catch up with you, and you'll regret it.” This is, in my
opinion, back asswards. Questo consiglio è soprattutto difensiva:
"Non fare questo", "non farlo", "un giorno si cattura con te, e te ne
pentirai." Questo è, a mio parere schiena, asswards. You should assume that schools and companies are checking you Facebook page and use this to your advantage. Si dovrebbe presumere che le scuole e le aziende si sono verifica pagina di Facebook e usare a vostro vantaggio. I provide more details here about how to use Facebook as a weapon. I fornire maggiori dettagli qui su come utilizzare Facebook come arma. For more Facebook news and tips, check out Facebook.alltop too. Per ulteriori notizie e suggerimenti Facebook, check out Facebook.alltop troppo.


Read more: http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://blog.guykawasaki.com/2009/09/how-to-use-facebook-as-a-weapon.html&rurl=translate.google.ch&usg=ALkJrhhDY1THF6k5LP1NiRLn5fRtBPHRQQ#ixzz1BxIywd4z

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:29


_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:27

Curiosità da Facebook ? No ,ma bensi i suoi ''Pro' ed i suoi Contro'':





_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:25

DIVORZIO SU FACEBOOK !!




Poteva bastare il divorzio su Second Life? Assolutamente no. Nel bene e nel male, adesso è il turno di Facebook far parlare di sé. Una storia accaduta ad un uomo inglese di 39 anni è rappresentativa del rischio che si corre quando ci si fida troppo della rete. E' il caso di un ignaro utente inglese, sedotto su Facebook da una fantomatica donna scozzese e poi cacciato via di casa dalla moglie. Tutto normale, se non fosse che la seduttrice non esiste nella realtà. L'utente di sesso femminile, chiamato Emma, è stato creato da due uomini al solo scopo di mettere nei guai l'uomo. E' così bastato il tradimento intenzionale, filmato e documentato su YouTube, a far scattare la via del divorzio per giusta causa.

Attrazione fatale su Facebook



A mettere nei guai il trentanovenne inglese sono stati due uomini di Liverpool. Hanno creato un falso utente su Facebook, creando il profilo femminile di una fantomatica donna scozzese di nome Emma. Con questo profilo hanno poi instaurato un rapporto di amicizia su Facebook. Quest'ultimo, forse conquistato, forse attratto dall'idea di una facile relazione sessuale o forse solo curioso di conoscere la donna, un giorno ha preso la decisione di mettersi alla guida dell'auto e guidare per 700 km fino ad Aberdeen per incontrare Emma.

Divorzio reale a casa



All'arrivo l'uomo inglese non ha però trovato la donna conosciuta su Facebook, bensì due uomini che lo attendevano con una videocamera. I due hanno filmato l'incontro ad Aberdeen e la presa in giro, pubblicandola su You Tube. Inviando poi il link alla moglie. Al ritorno a casa l'uomo inglese ha così trovato la porta chiusa e una richiesta di divorzio da parte della moglie, senza nemmeno la soddisfazione di aver consumato il tradimento. Resta ora da comprendere se lo scherzo era tale, oppure se nascondeva altre finalità come il ricatto o altro. In ogni caso, il divorzio su Facebook è diventato realtà.

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:23

Suicidio ai tempi di Facebook

Una donna inglese si è suicidata dopo aver annunciato su Facebook di aver ingerito tutte le pillole nell'intento di togliersi la vita. Nessuno dei suoi mille amici sul social network è però intervenuto a salvarla o quanto meno ha avvisato la polizia locale del suo messaggio. L'annuncio della donna inglese non era passato inosservato, alcuni utenti si sono soffermati a leggerlo ed a rispondere al messaggio con delle prese in giro. Il fatto è realmente accaduto in Inghilterra nel giorno di Natale (fonte Ansa 5 gennaio 2011). La donna inglese, la quarantaduenne S.Beck, si è tolta la vita dopo aver aggiornato il suo profilo su Facebook. Nel mondo globale della comunicazione one-to-one e dei social network può capitare di morire sul web nell'indifferenza di tutti... in tempo reale. 05 / 01 / 2011

http://www.lapaweb.com/suicidio-ai-tempi-di-facebook.html

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:20

Quelli contro la chiusura di facebook per "incoraggiamento al suicidio"!!


La Chiesa inglese contro Facebook: «Incoraggia i suicidi»

Londra - La Chiesa cattolica britannica dichiara guerra alla posta elettronica, agli sms e ai socialnetwork. È una vera e propria crociata quella condotta dall'arcivescovo di Westminster, Vincent Nichols, contro tutti i mezzi della moderna comunicazione. Sotto accusa non finiscono soltanto Facebook e MySpace, ma anche le ormai insostituibili e-mail e messaggini.
Secondo l'arcivescovo i social network indurrebbero soprattutto i ragazzi a cercare relazioni provvisorie, poco durevoli, dove la quantità degli amici diventa molto più importante della qualità. Ed è sua convinzione che un fattore chiave nel fenomeno dei suicidi tra adolescenti sia costituito dai traumi causati dalla perdita di queste relazioni instabili. «L'amicizia non è una merce - ha dichiarato Nichols - è qualcosa che si conquista con l'impegno». Siti come Facebook incoraggerebbero, invece, delle forme di comunicazione incomplete, costruite attorno a comunità del tutto virtuali. I ragazzi vengono spronati ad avere più amici possibili, a collezionarli come fossero beni di consumo e non persone con un nome dietro al quale si cela una persona in carne ed ossa, con un carattere spesso ancora da formare e dei sentimenti che possono venir facilmente feriti.
Ovvio, secondo Nichols, che relazioni transitorie come queste possano crollare da un momento all'altro lasciando all'altro capo del web un adolescente disperato e solo, talvolta pronto a gesti estremi pur di farsi notare da qualcuno. E se capita che quel qualcuno si prende gioco di te, può anche finire malissimo. Come per Megan Gillan, una studentessa inglese di 15 anni, che si è tolta la vita assumendo una dose fatale di antidolorifici. Era una delle tante vittime di bullismo virtuale che per comunicare utilizzavano il social network Bebo.
L'arcivescovo non risparmia neppure la posta elettronica e gli sms. Per Nichols il loro uso eccessivo dimostra che la società moderna sta ormai perdendo la sua capacità di costruire relazioni attraverso la comunicazione interpersonale e delega ogni forma di dialogo alla fredda messaggistica. Tutto passa per lo schermo di un pc o di un telefonino, non si è più capaci di interpretare il linguaggio del corpo di una persona semplicemente perché quando ci si parla, non ci si vede. Tutto questo rende la società meno umana, priva di vero spessore. E le vittime principali di questo impoverimento sociale sono senza dubbio i giovani.
Prendendo atto delle critiche di Nichols ieri il Times ha fatto notare che esiste un arcivescovo di Westminster in Facebook di cognome Nichols con 336 amici....

voi che ne pensate?!?

http://es-la.facebook.com/group.php?gid=109667563052

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:11

Facebook?Arma a doppio taglio!




Facebook è diventato ormai un’arma a doppio taglio; Gioie e dolori, sorrisi e pianti, pro e contro..questo ormai è facebook.
Eh si perchè il noto social network può farci star bene, incontrare amici che non vediamo da anni, contattare aziende e quant’altro ma può anche essere motivo di discussione e di litigio.
Esempio tipico è la recente e clamorosa decisione del Sindaco di Bari, Michele Emiliano che pubblica su Facebook, le foto di tre netturbini che invece di lavorare chiaccherano in maniera amichevole; Un vero e proprio salotto d’altri tempi che nulla ha a che fare con il lavoro dell’operatore ecologico. La foto, arrivata sulla scrivania del sindaco qualche giorno prima, era corredata da un commento “ la strada è sempre sporca”. Parole pesanti che fanno reagire in maniera, forse si o forse no, esagerata Emiliano che non può tollerare più comportamenti del genere. Intanto chi ne esce sconfitto da questa storia sono gli operatori ecologici incriminati ormai etichettati come “Fannulloni”.
Sono finiti i tempi in cui ci si incontrava in piazza per raccontare i fatti del giorno ormai ci pensa Facebook, ad aggiornarci sulle novità, unica ed indiscutibile piazza pubblica…alla faccia della privacy!
http://www.comunicati-stampa.me/facebookarma-a-doppio-taglio_253/

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 12:07

Che scopo ha facebook?


Inserendo i tuoi dati, ma soprattutto che scuola / università / lavoro
hai requentato o stai frequentando, il sito ti propone persone che
potresti conoscere perchè frequentanti il tuo stesso ambiente.
Di solito è usato per mantenere i contatti con le persone che si conosco realmente.
Non è una chat cerca-amici.
Si possono così trovare amici di vecchia data che magari non sentivi più da tempo!


Cio che nessuno ancora sà che nel contesto incui tutti coloro che fanno uso del sociale network in modo indiretto,stanno contribuendo ad alimentare quello che viene chiamato ''CENSIMENTO GLOBALE'.

Grazie ad una semplice registrazione il facebook offre ,si' un contatto virtuale oltre oceano con chi magari non si vedeva da anni ,ma allo stesso tempo lo il social network esamina i dati di ogniuno dei suoi registrati,catalogandoli per ,sesso ,per professione, per anno di età,per religione,per razza,per politica,e qualsivoglia addirittura anche per struttura corporea ( foto messe nel profilo).

Direte voi : Ma senza il nostro consenso non possono farlo!

Voi tutti date il vostro consenso appena effetuate il ''LOGIN'' al sito faceboook e
la vostra firma è rappresentata dalla ''PASSWORD''.
Un semplice social-network che in pocchi minuti trasforma la vostra vita privata in una vita di pubblico dominio.



PS: c'è molto di piu credetemi.

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 11:55

HAARP E' UN'ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA NON SOTTOPOSTA AD ALCUN NEGOZIATO



Da un punto di vista militare, HAARP è un'arma di distruzione di massa. Potenzialmente costituisce uno strumento di conquista in grado di destabilizzare selettivamente sistemi agricoli ed ecologici di intere regioni.
Anche se non ci sono prove che questa mortale tecnologia sia stata usata, sicuramente le Nazioni Unite dovrebbero affrontare la questione della "guerra ambientale" a fianco del dibattito sugli impatti climatici dei gas-serra.
Nonostante esista un ampio corpo di conoscenze scientifiche, la questione della deliberata manipolazione climatica per uso militare non è mai diventata esplicitamente parte della agenda delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.
Né le delegazioni ufficiali né i gruppi ambientalisti partecipanti alla Conferenza sul Cambiamento Climatico all'Aia (novembre 2000) hanno sollevato la questione generale della "guerra climatica" o delle "tecniche di modificazione ambientali (ENMOD) come rilevanti per una comprensione del cambiamento climatico.
Lo scontro tra negoziatori ufficiali, ambientalisti e lobbies del business americano si è concentrato sull'aperto rifiuto di Washington di sottostare agli impegni di riduzione dell'emissione di anidride carbonica assunti col Protocollo di Kyoto nel 1997[1]. Gli impatti delle tecnologie militari sul clima mondiale non sono oggetto di discussione ne' ragione di preoccupazione.
Attentamente confinato ai gas-serra, il dibattito corrente sul cambiamento climatico serve agli obiettivi strategici e di difesa di Washington.

"GUERRA CLIMATICA"

La rinomata scienziata dott. Rosalie Bertell conferma che "gli scienziati militari degli Stati Uniti stanno lavorando sui sistemi climatici come potenziale arma. I metodi includono l'accrescimento delle tempeste e la deviazione dei fiumi di vapore dell'atmosfera terrestre per produrre siccità o inondazioni mirate[2]
Già negli anni '70 il vecchio consigliere per la Sicurezza Nazionale Zbigniew Brzezinski aveva previsto nel suo libro "Tra Due Epoche" che:
"...La tecnologia renderà disponibile, per i leader delle maggiori nazioni, tecniche per condurre una guerra segreta, per la quale sarà necessario considerare solo una minima parte delle forze speciali (...) Tecniche di modificazione del clima potrebbero essere impiegate per causare prolungati periodi di siccità o tempesta..."
Marc Filterman, ex-ufficiale francese, descrive svariati tipi di "armi non convenzionali" che usano frequenze radio. Egli si riferisce alla "guerra climatica", indicando che gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica già "...padroneggiano il know-how necessario per scatenare improvvisi cambiamenti climatici (uragani, siccità) nei primi anni '80..." [3]. Queste tecnologie rendono "...possibile provocare disturbi atmosferici usando onde radar a frequenza estremamente bassa..."[4].
Una simulazione sui futuri scenari di difesa commissionata per l'U.S Air Force (aeronautica militare, ndt) indica la necessità per "...Le forze aerospaziali degli Stati Uniti di `possedere il clima' capitalizzando le emergenti tecnologie e concentrandosi sullo sviluppo di quelle tecnologie per le applicazioni di guerra...". Per mezzo dello sviluppo delle operazioni amiche, di quelle per disturbare le azioni nemiche per mezzo di modificazioni su piccola scala dei modelli climatici e di quelle per completare il dominio delle comunicazioni globali e il controllo dello spazio, la modificazione del clima offre al combattente un'ampia gamma di possibili opzioni per sconfiggere o reprimere un avversario. Negli Stati Uniti, la modificazione del clima diventerà verosimilmente una parte della politica di sicurezza nazionale con applicazioni sia interne che internazionali. Il nostro governo persegue questa politica, a seconda dei suoi interessi, a vari livelli [5].

IL PROGRAMMA "HIGH-FREQUENCY ACTIVE AURAL RESEARCH" - HAARP

Il HAARP con base a Gokoma (Alaska) - amministrato congiuntamente da Aviazione e Marina - è parte di una nuova generazione di armamenti sotto il controllo della Iniziativa di Difesa Strategica degli Stati Uniti.
Approntato dal Laboratorio di Ricerca dell'Aviazione - Direzione Veicoli Spaziali, HAARP è costituito da un sistema di potenti antenne in grado di creare "modificazioni locali controllate della ionosfera".
Lo scienziato dott. Nicholas Begich - attivista della campagna contro HAARP - descrive tale programma come "...una tecnologia di raggi estremamente potenti di onde radio che raggiungono aree della ionosfera (lo strato più alto dell'atmosfera) si concentrano su di essa e la riscaldano. A quel punto le onde elettromagnetiche rimbalzano sulla terra e penetrano qualsiasi cosa - viva o morta..."[6]
La dottoressa Rosalie Bertell descrive HAARP "...una gigantesca stufa in grado di causare la principale spaccatura della ionosfera, creando non tanto dei buchi quanto delle lunghe incisioni sullo strato protettivo che impedisce alle radiazioni mortali di bombardare il pianeta..."[7].

INGANNANDO L'OPINIONE PUBBLICA

HAARP è stato presentato all'opinione pubblica come un programma di ricerca scientifica ed accademica. Tuttavia, documenti militari degli Stati uniti sembrano suggerire che il principale obiettivo di HAARP è sfruttare la ionosfera per i propositi del Dipartimento della Difesa[8]. Senza fare esplicito riferimento ad HAARP, uno studio dell'Aviazione punta all'uso di "modificazioni indotte nella ionosfera" come un modo per alterare i modelli climatici così come disturbare i radar e le comunicazioni nemiche [9]
Secondo la dottoressa Rosalie Bertell, HAARP fa parte di un sistema integrato di armi che ha conseguenze ambientali potenzialmente devastanti: è in continuità con cinquant'anni di crescenti ed intensi programmi di distruzione rivolti allo studio e controllo della parte alta dell'atmosfera. Sarebbe sconsiderato non associare HAARP alla costruzione del laboratorio spaziale che è stato progettato dagli Stati Uniti.
HAARP appartiene ad una lunga storia di ricerca spaziale di natura deliberatamente militare.
Le implicazioni della combinazione tra questi progetti è allarmante. E' spaventosa la capacità derivante dalla combinazione tra HAARP/Laboratorio Spaziale/Missili di spedire ovunque sulla terra una enorme quantità di energia, comparabile ad una bomba nucleare, attraverso laser o raggi a particelle.
Il progetto viene venduto al pubblico come uno scudo spaziale contro attacchi nemici oppure, ai più ingenui, come un modo per riparare lo strato d'ozono [10].
Oltre alle modificazioni climatiche, HAARP può avere altre funzioni: può contribuire al cambiamento climatico attraverso il bombardamento massiccio dell'atmosfera con raggi ad alta frequenza. Ma le onde di ritorno a bassa frequenza ed alta intensità possino colpire il cervello delle persone e non sono da escludersi anche effetti sui movimenti tettonici [11].
Più in generale HAARP è in grado di modificare il campo elettro-magnetico della terra. Fa parte di un arsenale di armi elettroniche che i ricercatori militari nord-americani considerano come "una guerra gentile e delicata"[12].

LE ARMI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE.

HAARP fa parte dell'arsenale d'armi del Nuovo Ordine Mondiale controllato dalla Iniziativa di Difesa Strategica (S.D.I.). Intere economie nazionali potrebbero essere potenzialmente destabilizzate attraverso manipolazioni climatiche attuate dai punti di comando negli Stati Uniti.
Ancora più importante è il fatto che tali operazioni possono essere effettuate senza conoscere il nemico, ad un costo minimo e senza impiegare personale ed equipaggiamento come in una guerra convenzionale.
Appagando gli interessi economici e strategici degli Stati Uniti HAARP potrebbe essere utilizzato per modificare selettivamente il clima in differenti parti del mondo col risultato di destabilizzare sistemi agricoli ed ecologici. Ciò che è peggio è che il Dip. della Difesa USA ha assegnato risorse ingenti per lo sviluppo dei sistemi di intelligence e monitoraggio sui cambiamenti climatici. La N.A.S.A. e la National Imagery and Mapping Agency (N.I.M.A.) del Dip. della Difesa
Stanno lavorando su delle immagini fornite dai satelliti per lo studio di inondazioni, erosioni, frane, terremoti, zone ecologiche, previsioni atmosferiche e cambiamento climatico[13]

L'INERZIA POLITICA DELLE NAZIONI UNITE.

Secondo la convenzione sul Cambiamento Climatico (U.N.F.C.C.C.) firmata nel 1992 al Summit di Rio de Janeiro:
"...In accordo con la Carta delle Nazioni Unite e i principi della legge internazionale, gli stati hanno la responsabilità di assicurare che attività svolte sotto la propria giurisdizione o controllo non causino danni all'ambiente di altri stati o di aree al di fuori della giurisdizione nazionale..."[14]
Inoltre vi è una Convenzione internazionale ratificata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1977 che proibisce "...l'uso militare o altrimenti ostile di tecniche di modificazione ambientale che abbiano effetti molto diffusi, duraturi, gravi..."[15]. Sia gli Stati Uniti che l'Unione Sovietica firmarono la Convenzione. Questa definisce "tecniche di modificazione ambientale" qualsiasi tecnica "...per il cambiamento - attraverso la deliberata manipolazione dei processi naturali - della dinamica, composizione o struttura della terra, inclusi la sua litosfera, idrosfera, atmosfera e lo spazio..."[16].
Perché allora le Nazioni Unite - ignorando la Convenzione ENMOD del 1977 così come la loro Carta - decidono di escludere dalla loro agenda i cambiamenti climatici derivanti dai programmi militari?

IL PARLAMENTO EUROPEO E' A CONOSCENZA DELL'IMPATTO DI HAARP

Nel febbraio 1998, in risposta ad un rapporto della signora Maj Britt Theorin - parlamentare europea e avvocatessa pacifista - il Comitato per gli Affari Esteri, la Sicurezza e la Difesa ha tenuto audizioni pubbliche a Bruxelles sul programma H.A.A.R.P[17]
Il "Motion for Resolution" del Comitato sottoposto al Parlamento Europeo "...In virtù del suo esteso impatto sull'ambiente considera HAARP un problema globale e richiede che le sue implicazioni legali, ecologiche ed etiche siano esaminate da una istituzione internazionale indipendente; il Comitato esprime rammarico per il reiterato rifiuto dell'Amministrazione degli Stati Uniti di fornire pubblicamente informazioni sui rischi pubblici ed ambientali del programma H.A.A.R.P..."[18].
La richiesta del Comitato di definire un "Protocollo Verde" sugli "impatti ambientali delle attività militari", è stata casualmente lasciata cadere nel vuoto con la motivazione che il Parlamento Europeo manca della necessaria giurisdizione per indagare sui "rapporti tra ambiente e difesa"[19].
Bruxelles era ansiosa di evitare uno scontro con Washington.

COMPLETAMENTE OPERATIVO

Mentre non ci sono prove che HAARP sia stato utilizzato, ricerche scientifiche ci confermano che al momento è completamente operativo. Ciò significa che HAARP potrebbe essere utilizzato dai militari degli Stati Uniti per modificare selettivamente il clima di una nazione "non amica" o di uno "stato canaglia" con l'obiettivo di destabilizzarne l'economia nazionale. I sistemi agricoli sia dei paesi sviluppati che di quelli in via di sviluppo sono già in crisi a causa delle politiche del Nuovo Ordine Mondiale come la deregolamentazione del mercato.
E' ampiamente documentato che la "medicina economica" che il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale hanno imposto al Terzo Mondo e ai paesi dell'ex blocco sovietico ha largamente contribuito alla destabilizzazione dell'agricoltura nazionale. A loro volta, i provvedimenti dell' Organizzazione Mondiale del Commercio hanno favorito gli interessi di una manciata di multinazionali occidentali bio-tech nel loro tentativo di imporre semi geneticamente modificati ai contadini di tutto il mondo.
E' importante comprendere il rapporto tra i processi economici, strategici e militari del Nuovo Ordine Mondiale. Le manipolazioni climatiche realizzate attraverso il programma HAARP (sia accidentali che deliberate) peggioreranno inevitabilmente questi cambiamenti colpendo le economie nazionali, distruggendo infrastrutture e provocando potenzialmente la bancarotta di contadini in vaste aree. Sicuramente i governi nazionali e le Nazioni Unite dovrebbero affrontare la questione delle possibili conseguenze di HAARP e di altre "armi non letali" sul cambiamento climatico.

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 11:51

E se il terremoto non fosse avvenuto per cause naturali? (Abruzzo, Haiti, …)



Da fonti attendibili mi è stato fatto presente che “chi domina il mondo non è esattamente chi domina nel nostro territorio”. Mi si voleva dire che anche al vertice oscuro c’è un certo fermento da bramosie di leadership. I dissapori si sono manifestati palesemente anche nell’ultima riunione del G20, se si è rimasti attenti un po’. Ultimamente accadono cose strane. Cose come: “Don Tremonti Chisciotte” che parla apertamente di signoraggio al Tg1 delle 20 e che in altre occasioni “si è lasciato sfuggire” delle invettive contro gli illuminati di Baviera (cerca su youtube Tremonti + Illuminati o scorri in fondo alla pagina collegata a questo ___LINK___ ), Angela Merkel che resta come un’imbecille ad aspettare l’omino in tacchi e toupet, mentre, fino a poco prima, sempre lo stesso omino gli faceva cucù da dietro le colonne. La regina dei britannici che negli stessi giorni gli da del piazzista voccaperto. Obama che si scontra con Sarkozy,… …mmmm… Sarkozy ha avuto un tipo d’ascesa politica molto simile a quella di Berlusconi e, mentre Berlusconi s’allea con la Lega, il che implica la volontà di lontananza dalle grandi unificazioni, egli , Sarkozy, ha ripetutamente manifestato una sua strenua opposizione all’entrata della Turchia nell’Unione Europea. Cosa assolutamente caldeggiata dai Superior Inconnue, o Illuminati che dir si vogliano, al fine d’instaurare un Nuovo Ordine Mondiale. Infatti è ormai notorio che per instaurare un Nuovo Ordine Mondiale è necessario, sempre secondo i piani “illuminati”, che le nazioni si uniscano per formare entità sempre più grandi, anche mediante la forza, per ottenere un unico e spietato governo mondiale. Ma se s’osteggiano le annessioni spontanee, vuol dire che si è contro questo disegno occulto ed è certamente impossibile che Sarkozy non sia a conoscenza di questi piani, ma forse più semplicemente i dominatori francesi hanno piani diversi, che non comportano la stessa strada designata dagli Illuminati e da altri importanti gruppi nascosti all’ombra delle istituzioni e dei buoni e santi propositi… …immagino già le facce di quei 4 lettori che mi seguono sempre e che scuotendo la testa penseranno che sono solo fesserie… …si, fesserie…. …in ogni caso la stampa che ha riportato questi eventi che ho ricordato ha omesso le cose che io sto evidenziando ed è chiaro che nell’informazione di propaganda sono contenuti messaggi segreti, criptati.

I servizi dei media, per me, ma non solo per me, contengono dei messaggi cifrati, e v’assicuro che di messaggi cifrati veniamo bombardati quotidianamente, ma poiché per decriptarli ci vogliono delle conoscenze “esoteriche”, ciò comporta che non li possiamo neanche percepire.

Dopo questo breve preambolo passo al sodo per spiegare il perché del titolo di questa pagina.




Il video di Benjamin Fulford, che ho postato in fondo a questo articolo, fa capire che se per dissapori sorti sulla gestione economica del Giappone e della Cina sono stati “confezionati” terremoti per il popolo giapponese e cinese… …di cosa meravigliarsi se ci trattassero nello stesso modo?
Sapete tutti cos’è l’Haarp, o l’EISCAT, o l’HIPAS, giusto?
Tutti voi sapete a cosa servono. O no?

Per chi non lo sapesse l’Haarp emette onde elttromagnetiche (tra i 2.8 Mhz e i 10 Mhz) nella ionosfera fino a 350 Km d’altezza e l’energia necessaria all’impianto è di 3,6 Megawatt (generati da 6 motori di 3600 cavalli). Gli scopi ufficiali sono indicati nel sito ufficiale dell’Haarp stessa (http://www.haarp.alaska.edu/) e lì s’afferma che può servire per modificare il clima in determinate aree per facilitare operazioni militari, che può servire per generare esplosioni, che può servire per comunicazioni a bassa frequenza, che può servire per indirizzare energia in punti determinati della crosta terrestre, ecc… …se pensiamo a come funziona un forno a microonde, sappiamo che l’energia delle microonde può essere assorbita solo dalle molecole d’acqua, che iniziando a muoversi, a causa della sollecitazione energetica alla quale le si sottopone, si scaldano e s’arriva fino a far bollire o cucinare le cosa che s’introduce al suo interno. La terra può essere sottoposta ad un tipo di trattamento simile a quello della carne nel fornetto, sotto adeguate condizioni. Serve molta energia e la si deve poter indirizzare secondo i propri scopi (si legga quanto riportato su questa pagina ___LINK___ ). Il trigger è costituito da impianti come quello dell’Haarp e la direzione la si può dare con le scie chimiche.
Ogni giorno sulle nostre teste vediamo degli aerei che spruzzano porcherie ammalanti e perverse. Quelle scie contengono metalli pesanti, nanotecnologie RFID, silicio, alluminio, ecc… … ci sono siti dedicati come http://www.sciechimiche.org, o http://scie-chimiche.blogspot.com/ che trattano estesamente il fenomeno e chi potrebbe rassicurarci sul fatto che quelle scie non servano a indirizzare con perizia le onde prodotte dai siti come quelli dell’Haarp?
Siccome c’è qualcuno che dice che da altre parti sono state utilizzate a questo scopo, perché non dovrebbero usare queste tecnologie ora su di noi? E poi c’è da aggiungere che la frequenza delle onda elettromagnetica della terra, detta anche risonanza di cavità di Schumann, è pesantemente influenzate da campi elettromagnetici opportunamente tarati. Per esempio, la rete elettrica statunitense funziona sui 60 Hz (la nostra rete funziona sui 50 Hz) ed influenza considerevolmente, come del resto le scariche dell’Haarp visto che lavorano su frequenze proporzionali, l’andamento naturale dell’onda che si attestava sui 7.8 Hz (l’onda è stata scoperta nel 1940 e da allora fino al 1986 s’è mantenuta costante), ora è in netta ascesa e s’attesta intorno agli 11 Hz.
Aereo dei fratelli Wright


Anche il nostro corpo produce onde simili in armonia con la terra e con l’universo intero e modificando quest’onda si può modificare l’attività cerebrale. Ci sono degli studi scientifici che avvertono del fatto che la terra ha visto modificarsi più volte questa onda di risonanza e che essa è inversamente proporzionale alla velocità di rotazione terrestre.
Secondo studiosi come Gregg Braden, se la risonanza di Schumann arrivasse a toccare i 13 Hz la terra smetterebbe di ruotare e s’azzererebbe il campo magnetico. Questo fenomeno si verificò circa 13.000 anni fa. Ci sono testimonianze nei testi sacri che fanno riferimento a gravi catastrofi, forse frutto di queste variazioni. Forse già millenni fa furono adottate queste misure per resettare una situazione sfuggita di mano ai dominatori occulti. Anche perché l’uomo esiste come noi siamo (sapiens sapiens) da migliaia e migliaia di anni, c’è chi addirittura sostiene che esista da più di un milione di anni, chi, invece, più allineato col regime dittatoriale educativo-culturale, qualche centinaio di migliaia di anni. In ogni caso, noi conosciamo solo gli ultimi 5.000 anni e per il resto del tempo che cosa ha fatto l’uomo? S’è grattato la pancia? In meno di cento anni siamo passati dai fratelli Wright ai dischi volanti nazisti e mi si vuol far credere che anche per soli 100.000 anni l’uomo non sia stato capace che di cacciare come un cane in branco e di raccogliere frutta come un lemure?

Disegni di dischi volanti nazisti modello Haunebu



La cosa è fortemente inverosimile, no? Ma tornando a noi…
…Benjamin Fulford potrebbe essere il prossimo ministro dell’economia giapponese (ha lavorato per importanti giornali ed è esperto di poteri occulti e di economia) e sentite che cosa esce fuori da una chiacchierata tra lui ed il ministro dell’economia giapponese.

La gestione della cosa pubblica per mano di gruppi dominanti oscuri è una contraddizione insormontabile. La gestione occulta della cosa pubblica può far sorgere simili dubbi e credo che sia meglio passare da imbecille che tacere simili ipotesi.

Quindi cosa aggiungere altrimenti se non…










_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 11:48

La mappa mondiale delle postazioni HAARP e gli affari di Clinton con le miniere di uranio


Sono poche le persone che hanno sentito parlare delle installazioni HAARP. Molte altre persone, che ne hanno sentito parlare, rimangono scettiche e preferiscono non credere. Una cosa però è sicura: credere o non credere non muta certo la realtà di una struttura divenuta ormai mondiale; una struttura dotata di tecnologie occulte capaci di modificare i normali meccanismi che governano i cicli della natura e non solo.
Gli impianti HAARP sono istallati in tutto il pianeta, in particolari zone strategiche, e danno la possibilità a chi li controlla di alterare e/o manipolare, su scala globale, il clima e molto altro. Negli ultimi 15 anni tutti noi siamo stati testimoni di terrificanti eventi naturali creati artificialmente da questa diabolica struttura globale.
Per fare un esempio, meditiamo un po' solamente sugli eventi accaduti dal primo dicembre 2010 al 10 gennaio 2011: riflettiamo attentamente sulle alterazioni innaturali del clima; riflettiamo a fondo sulla inspiegabile moria di centinaia di migliaia di animali in tutto il mondo! Tutto ciò è da attribuire ad un semplice caso? Magari alla sfortuna? Giudicate Voi.
La tecnologia HAARP, che si può benissimo definire un'arma bellica, è stata creata un centinaio di anni fa da Nikola Tesla. Le teorie di Tesla furono poi rubate e rielaborate da loschi personaggi che hanno adattato queste conoscenze in progetti di natura bellica, come HAARP. Cliccando qui potete dare un'occhiata al brevetto, in formato pdf, depositato da Bernard Eastlund (US PATENT #4,686,605 http://crashrecovery.org/haarp/US-Patent-No-4.686.605.pdf)
La ricerca di Leuren Moret, effettuata due anni fa, ha permesso l'individuazione di vari siti HAARP dislocati in tutto il mondo. Nella cartina però non sono state inserite molte installazioni chiave: quella cilena (periodo del giuramento del Presidente, terremoto HAARP); l'impianto di Cipro (Black Sea Storm, ovvero uragano nel Mar Nero); quello di Dushanbe Tajikstan (giacimento d’oro del Tien Shan); l'installazione situata in Antartide che è la più importante. Inoltre, nella cartina si può vedere solo una installazione in Russia. E tutte le altre installazioni dislocate in Russia dove sono? Si calcola che in Russia ci siano più installazioni HAARP che in ogni altro paese. Nella cartina manca anche l'installazione situata in Italia.
Come ci si poteva immaginare non potevano certo mancare le correlazioni fra il sistema HAARP globale e gli affari personali di politici di alto livello. Nel contesto di HAARP, guarda caso, spunta il nome di Bill Clinton che si 'lega' ai principali progetti minerari della Eurasian Mining Company inc.. In questo caso il minerale oggetto degli affari di Clinton è l'uranio. Si scopre che gli affari sono gestiti da Frank Giustra che vola in giro per il mondo con Bill Clinton per accaparrarsi i contratti minerari di uranio in questi luoghi chiave. Si scopre anche l'abilità di Bill Clinton nel manipolare le classi politiche di quelle zone strategiche mediante l'inserimento di Frank Giustra in punti di potere peculiari. Cliccando qui potete leggere un interessante articolo in merito dal titolo abbastanza significativo: «Bill Clinton Linked To Uranium Scandal».
In ogni paese la firma dei contratti di uranio porta un fiume di denaro nelle casse della Fondazione Bill Clinton. È proprio Frank Giustra che versa nelle casse della Fondazione ben 150 milioni di dollari per ogni paese i cui contratti minerari sono andati a buon fine.


Questa è la mappa mondiale dei siti HAARP in cui si trovano anche le più ricche miniere di uranio tanto apprezzate da Bill Clinton e dal suo socio ed amico Frank Giustra. L'esplorazione mineraria del sottosuolo è stata fatta dai satelliti mediante tecniche di radio tomografia. La sua precisione è accurata al cento per cento.
Traduzione e rielaborazione linguistica a cura di: Edoardo Capuano / Fonte: rense.com

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 11:47

Facebook: carabiniere uccide sua figlia per colpa di una lite


Su tutti i giornali è comparsa la notizia secondo cui un carabiniere, in provincia di Roma, ieri 4 novembre ha ucciso con la sua pistola d’ordinanza la figlia di 13 anni, ferito l’altra di 15 e poi s’è ucciso.
Tutto, sembra, per una litigata scoppiata a causa del troppo tempo che i figli passavano su facebook.
0
Sinceramente, non me la sento questo venerdì di mettere su qualche video divertente per la nuova sezione “allegria pre-weekend”, sono troppo amareggiata perché l’errata gestione dei rapporti genitori-figli nei confronti della tecnologia ha ucciso 3 persone in poco più di una settimana e, credo, meriti una riflessione:
prima con il caso della mamma che ha ucciso il suo bambino di pochi mesi perché piangeva mentre lei giocava a farmville. Ora questo padre che ammazza la figlia e poi s’ammazza…
La mia riflessione si rivolge soprattutto a quelli che tentano di sparare giudizi gratuiti sul presunto diavolo che si nasconde dietro facebook che rovina le famiglie.
Ho sentito troppe volte notizie di genitori che controllano i figli su facebook, strumenti di parental control da installare sul computer dei figli…
Caspita, ma perché invece di fungere da guardoni informatici, non ci si mette in testa che un figlio ha bisogno della vicinanza fisica del genitore? Perché si tende sempre a preoccuparsi _dopo_ che si scopre il proprio figlio in chat anche con gente più grande di lui, anziché pensare che forse se cerca riferimenti e compagnia altrove, è anche colpa nostra che li lasciamo soli?
Ovviamente, questo che s’è suicidato e ha ammazzato la figlia aveva altri problemi di sicuro che avranno portato forse anche le figlie a isolarsi preferendo facebook, ciò non toglie che di fronte a queste realtà c’è sempre una tendenza a cercare il colpevole sulla tecnologia, soprattutto da parte dei giornalisti.

http://www.iadkiller.org/facebook-carabiniere-uccide-sua-figlia-per-colpa-di-una-lite/

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   Lun 24 Gen 2011, 11:45

Facebook è un sito web di reti sociali, di proprietà della Facebook, Inc., ad accesso gratuito. E' il secondo sito più visitato al mondo, preceduto solo da Google
Il nome del sito si riferisce agli annuari con le foto di ogni singolo soggetto (facebook) che alcuni college e scuole preparatorie statunitensi pubblicano all'inizio dell'anno accademico e distribuiscono ai nuovi studenti ed al personale della facoltà come mezzo per conoscere le persone del campus.
Secondo i dati forniti dal sito stesso, nel 2010 il numero degli utenti attivi ha raggiunto e superato quota 500 milioni in tutto il mondo. Il sito nel 2009 è divenuto profittevole segnando il primo bilancio in attivo.
Facebook è stato fondato il 4 febbraio 2004 da Mark Zuckerberg all'epoca studente diciannovenne presso l'università di Harvard, con l'aiuto di Andrew McCollum e Eduardo Saverin. Per la fine del mese, più della metà della popolazione universitaria di Harvard era registrata al servizio. A quel tempo, Zuckerberg fu aiutato da Dustin Moskovitz e Chris Hughes per la promozione del sito e Facebook si espanse all'Università di Stanford, alla Columbia University e all'Università Yale. Questa espansione continuò nell'aprile del 2004 quando si estese al resto della Ivy League, al MIT, alla Boston University e al Boston College. Alla fine dell'anno accademico, Zuckerberg e Moskovitz si trasferirono a Palo Alto in California con McCollum, che aveva seguito uno stage estivo alla Electronic Arts. Affittarono una casa vicino all'Università di Stanford dove furono raggiunti da Adam D'Angelo e Sean Parker.
Il dominio attuale, facebook.com, fu registrato soltanto in seguito, tra l'aprile e l'agosto 2005,[5] e molte singole università furono aggiunte in rapida successione nell'anno successivo. Col tempo, persone con un indirizzo di posta elettronica con dominio universitario (per esempio .edu, .ac.uk ed altri) da istituzioni di tutto il mondo acquisirono i requisiti per parteciparvi. Quindi il 27 febbraio 2006 Facebook si estese alle scuole superiori e a grandi aziende.
Dall'11 settembre 2006, chiunque abbia più di 13 anni può parteciparvi. Gli utenti possono fare parte di una o più reti partecipanti, come la scuola superiore, il luogo di lavoro o la regione geografica. Se lo scopo iniziale di Facebook era di far mantenere i contatti tra studenti di università e licei di tutto il mondo, con il passare del tempo si è trasformato in una rete sociale che abbraccia trasversalmente tutti gli utenti di Internet.
Dal settembre 2006 al settembre 2007 la posizione nella graduatoria del traffico dei siti è passata secondo Alexa dalla sessantesima alla settima posizione. Dal luglio 2007 figura nella classifica dei 10 siti più visitati al mondo ed è il sito numero uno negli Stati Uniti per foto visualizzabili, con oltre 60 milioni di foto caricate settimanalmente.
Nel 2007 Microsoft acquista una quota dell'1,6% per 240 milioni di dollari e un gruppo di investitori russi compra il 2% per 200 milioni di dollari. Il valore del sito era stimato da Microsoft all'epoca in 15 miliardi di dollari, ma successivamente smentito e corretto in 3.7 miliardi di dollari nel 2009 ,

In Italia c'è stato un boom nel 2008: nel mese di agosto si sono registrate oltre un milione e trecentomila visite, con un incremento annuo del 961%; il terzo trimestre ha poi visto l'Italia in testa alla lista dei paesi con il maggiore incremento del numero di utenti (+135%). Secondo i dati forniti da Facebook e raccolti nell'Osservatorio Facebook,gli utenti italiani nel mese di ottobre 2010 sono 17,3 milioni.
A inizio 2010 l'azienda è stata valutata a 14 miliardi di dollari.
Nel 2010 il sito ha superato, negli Stati Uniti per una settimana, come numeri di accessi, il motore di ricerca Google.

Chi usa Facebook?




Un uomo uccide la moglie per avere cambiato il suo status su Facebook

Edward Richardson, sul cui giudizio lasciamo a voi la parola, è stato condannato da una giuria di suoi pari per avere ucciso la moglie Sarah Richardson, dopo che lei aveva cambiato il suo status su Facebook da “sposata” a “single”.
Richardson è stato condannato all’ergastolo per avere accoltellato a morte, lo scorso maggio, la moglie da cui era separato. La donna viveva a casa dei genitori quando il fatto è accaduto. Quando ha cambiato il suo status in “single”, Richardson ha fatto irruzione nella casa e l’ha uccisa. Poi ha tentato, senza riuscirci, di suicidarsi.
E’ il terzo caso di omicidio collegato a Facebook che si verifica nell’ultimo anno in Inghilterra.
Lo scorso anno a Barnsley, nel South Yorkshire, un uomo ha ucciso la moglie e poi si è suicidato perché lei aveva detto a chi visitava la sua pagina su Facebook che stava per separarsi dal marito. A ottobre, a Croydon, nel Surrey, un altro uomo ha ucciso la moglie perché, anche lei, aveva cambiato il suo status in “single”. Naturalmente, non pensiamo che Facebook abbia qualche responsabilità in nessuno di queste tragedie, perché probabilmente queste persone si sarebbero comportate allo stesso modo, purtroppo, a prescindere dal mezzo scelto dalle mogli per porre fine al loro matrimonio o per comunicare che era già finito a tutto il mondo.

http://www.geeklife.it/2009/01/26/un-uomo-uccide-la-moglie-per-avere-cambiato-il-suo-status-su-facebook/

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?   

Tornare in alto Andare in basso
 
HA.A.R.P & FACEBOOK : Entrambe causano vittime. Perchè esistono?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» FACEBOOK: GRUPPI DI INSEGNANTI O ASSOCIAZIONI PER DISABILI
» gruppo facebook
» "Tu hai le pigne in testa.. sei un pinolo!" - qualità dei pinoli ❖ Vulvodinia.info Vulvodinia.info
» Lettera di una mamma
» ERRORE SSL

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: SPECIAL-TOPIC-ZONE-
Andare verso: