IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli   Mer 09 Feb 2011, 12:41






Nel 2012 due Soli nel cielo?


Il Dr. Brad Carter, esimio professore di fisica all’università del South Queensland, ha notato la progressiva perdita di massa di Betelgeuse, una delle stelle più luminose del nostro firmamento, situata nella Nebulosa di Orione, chiaro indice del suo prossimo collasso.

L’evento, dato ormai per certo dagli astronomi, potrebbe impiegare un po’ di tempo prima di verificarsi (anche milioni di anni), ma è probabile che Betelgeuse diventi una supernova nel 2012, illuminando il cielo notturno per due settimane e, di fatto, apparendo di giorno come un…secondo Sole.

Inoltre, successivamente la supernova provocherà la formazione di una stella di neutroni oppure di un buco nero, che sarebbe distante “appena” 1300 anni luce dalla Terra.

Nel momento in cui Betelgeuse diventerà una Supernova, essa rilascerà il 99% dell’energia prodotta sotto forma di particelle che, senza far danno, attraverseranno il nostro pianeta; questa “doccia di neutrini”, secondo Carter, porterà dei benefici alla Terra, in quanto queste particelle formano tutto ciò che è nell’Universo, inclusi materiali preziosi, quindi la supernova dovrebbe “rifocillare” il nostro suolo.

Molti catastrofisti sono convinti che l’esplosione di Betelgeuse porterà morte e distruzione, confermando la teoria dei Maya sulla fine del mondo nel 2012, francamente, c’è veramente poco che potremmo fare, anche se fosse così, quindi direi di aspettare e goderci lo spettacolo dei due Soli, che sicuramente vi ricorderà questo:

Mostra Approfondimento ▼

Articolo dell’Huffington Post

Intervista completa a Carter.


fonte: leganerd.com/
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli   Mer 09 Feb 2011, 12:39

Sulla Terra sorgerà un secondo sole che rivitalizzerà il nostro pianeta




L’immagine dei due soli è stata immortalata dal film Guerre stellari,
con il personaggio di Luke Skywalker che osserva il tramonto degli astri
gemelli sul suo pianeta Tatooine. E presto da fantascienza potrebbe
diventare realtà, non in una galassia lontana ma sulla Terra.

IN ARRIVO NEL 2012 - Come scrive il quotidiano on-line australiano
News.com.au, si prevede che Betelgeuse, stella rossa super-gigante nella
nebulosa di Orione, stia per provocare una serie di effetti devastanti.
Al punto che la supernova potrebbe raggiungere la Terra prima del 2012.
Quando ciò accadrà la realtà supererà la fantascienza e vedremo cose
che, come si dice in Blade Runner, noi umani non possiamo nemmeno
immaginare. La seconda stella più grande della costellazione di Orione
starebbe infatti perdendo massa, una tipica indicazione del fatto che si
sta per verificare un collasso gravitazionale.

PRONTA A COLLASSARE - Quando questo accadrà, sulla Terra comparirà un
secondo sole. A sostenerlo è Brad Carter, ricercatore di Fisica
all’University of Southern Queensland, in Australia. «Questa vecchia
stella sta esaurendo il combustibile nel suo nucleo», ha dichiarato
Carter. «Questo combustibile consente a Betelgeuse di continuare a
brillare. Quando questo combustibile si esaurirà, la stella finirà
letteralmente per collassare su se stessa e lo farà molto in fretta».
Provocando un’esplosione gigante, decine di milioni di volte più
luminosa del sole.

FRAGORE E LUCE - Ma anche a costo di deludere i catastrofisti di casa
nostra, anziché nel 2012 tutto questo potrebbe avvenire nell’arco di un
milione di anni. Fatto sta che, quando accadrà, sulla Terra per diverse
settimane la notte sarà illuminata a giorno. «Sarà il canto del cigno
della stella Betelgeuse – osserva il dottor Carter -. Si udrà un grande
fragore, la stella esploderà e illuminerà tutto. Avremo un’incredibile
luminosità per un breve periodo di tempo di circa due settimane, poi nei
mesi successivi il secondo sole inizierà a svanire finché sarà molto
difficile vederlo». A poche ore dall’annuncio del dottor Carter, la Rete
è stata inondata da teorie apocalittiche secondo cui l’imminente
supernova confermerebbe la fine del mondo predetta dal calendario Maya
per il 2012.

LA MANO DI AL-JAUZA - E ad aumentare la forza di queste ipotesi, il
fatto che secondo alcuni siti la parola Betelgeuse avrebbe dei forti
legami con Satana. Anche se in realtà sembra che la sua etimologia
derivi dalla frase in arabo «yad Al-Jauza», che significa «mano di
Al-Jauza», con riferimento a una donna misteriosa che controllerebbe
l’ordine dell’universo. Fatto sta che, come scrive sempre News.com.au,
diverse persone in tutto il mondo, e soprattutto in Australia, avrebbero
già iniziato a rimettere in sesto i loro rifugi anti-atomici e a
riempirli di cibo in scatola. Ma per il dottor Carter in realtà la
supernova non sarà affatto un segno dell’Apocalisse, in quanto fornirà
alla Terra gli elementi necessari per la sua sopravvivenza e continuità.

PIOGGIA DI NEUTRINI - «Quando una stella esplode, la prima cosa che
osserviamo è una pioggia di minuscole particelle chiamate neutrini –
afferma il ricercatore -. Questi ultimi attraverseranno l’atmosfera
terrestre, illuminando il cielo notturno in modo evidente. Ma l’effetto
più strano è che il 99% dell’energia della supernova attraverserà i
nostri corpi e la Terra senza provocare nessun danno di alcun tipo». Le
stelle come la supernova producono elementi che sono indispensabili per
la vita sulla Terra. L’intera Terra e il nostro sistema solare sono
infatti composti di polvere di stelle, da cui proviene la maggior parte
dei componenti pesanti della tavola degli elementi.

POLVERE DI STELLE - «Le stelle sono all’origine di metalli come oro,
argento e di tutti gli elementi pesanti fino all’uranio… E gli atomi
della Terra e dei nostri stessi corpi provengono da supernove come
Betelgeuse che si sono disintegrate molti secoli fa», ha detto il dottor
Carter. Alcuni esperti hanno ipotizzato che l’esplosione di Betelgeuse
potrebbe dare vita a una stella di neutroni o a un buco nera distante
circa 1.300 anni luce dalla Terra, e il dottor Carter afferma che le
cose potrebbero andare in entrambi i modi. «C’è una possibilità
ragionevole che si produca sia una stella di neutroni sia un buco nero»,
afferma. «Il mio sospetto però è che l’ipotesi più probabile è che
Betelgeuse diventi un buco nero con una massa pari a 20 soli».

Fonte web:.ilsussidiario.net
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli   Mer 09 Feb 2011, 12:32

La Terra riscaldata da due soli: la supernova Betelgeuse illuminerà il pianeta come mille anni fa



Verrà un giorno in cui la terrà sarà riscaldata da due soli…
Detta così, sembra chissà quale profezia apocalittica che, presto o tardi, si abbatterà sul nostro bel pianeta. E, invece, si tratta di una semplice previsione, che non si sa di preciso quando avverrà, ma si sa solo che avverrà. Forse nel già troppo catastrofico 2012…
A darne notizia è il fisico Brad Carter dell’Università del Queensland, in Australia, notizia riportata anche dal Telegraph, il quotidiano inglese che annuncia: “potrebbe succedere a breve…”. Cosa accadrà di preciso attorno alla Terra?
Nella costellazione di Orione, in alto a sinistra, si trova una stella rossastra chiamata Betelgeuse, una supergigante rossa di classe spettrale M1-2 Iab, quindi attualmente in una fase piuttosto avanzata della sua evoluzione. Si tratta della decima stella più brillante del cielo notturno vista ad occhio nudo, anzi tra le più luminose in assoluto: la sua superficie, infatti, è pari a 15-20 volte quella del Sole. Considerando queste eccezionali qualità, il destino di Betelgeuse è quello di esplodere in supernova, che corrisponde allo stadio finale delle stelle più grandi.

Esplosione di una supernova
Piero Benvenuti, professore di astrofisica all’Università di Padova e presidente dell’Inaf, ha spiegato: “Che esploda come supernova è sicuro, ma sapere quando accadrà è una sciocchezza! Quando si esaurisce la sorgente, il combustibile nucleare che si trova all’interno della stella, questa collassa e i materiali che la compongono vengono proiettati verso l’esterno creando una sfera di fuoco che si allarga a una velocità di 5, 10 mila chilometri al secondo. L’evento sarebbe visibile anche di giorno. Ma sarebbe davvero difficile definirlo come secondo sole“.
Questo dipende dalla distanza che separa Betelgeuse dalla Terra: circa 640 anni luce. Ciò significa che, se la luce del Sole arriva sul nostro pianeta in soli otto minuti, quella di Betelgeuse impiegherà invece 640 anni. Ma nonostante sia eccessivo definire questo evento come la nascita di un secondo sole, anche perché dovrebbe durare appena due settimane, Benvenuti ha aggiunto: “Dal punto di vista scientifico è una grande opportunità di studio. È raro vedere un’esplosione galattica”.
Questo evento, nel corso della storia, sarebbe accaduto già altre volte: nel 1054 furono i cinesi a veder brillare una grossa stella nel cielo: “Era nella nostra galassia, nella costellazione del Granchio. Nel 1572 il danese Tycho Brahe ne osservò una e nel 1604 Giovanni Keplero e Galileo Galilei ne videro un’altra a occhio nudo” ha spiegato il professore.
E, per i più curiosi che si domandano quando avverrà questo straordinario evento, molti avanzano l’ipotesi che possa accadere proprio nel 2012, l’anno della profezia Maya, che prevede quella fine del mondo immaginata anche nel film omonimo. Ma forse non tutti sanno che gli esperti della Nasa hanno stilato una classifica dei film scientificamente più sbagliati. Al primo posto si trova proprio 2012 di Roland Emmerich.

Una scena tratta dal film “2012″: Los Angeles distrutta
http://www.fanpage.it/la-terra-riscaldata-da-due-soli-la-supernova-betelgeuse-illuminera-il-pianeta-come-mille-anni-fa/
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli   Mer 09 Feb 2011, 12:30

2012: quando la Terrà avrà 2 Soli




..La Grande Stella nel Cielo Brillerà per Sette notti; Nel cielo si vedranno apparire due Soli; Il Gran Mastino Urlerà tutta la notte; quando il Gran Pontefice lascerà la sua terra..” cosi scriveva Nostradamus nel lontano 1555 nel suo libro le Profezie. Pura fantasia o verità? In molti credono che in quest'ultima opzione e tra questi anche esimio professore di fisica all’università del South Queensland il Dr. Brand Carter. Già da tempo esso, infatti, ha notato la progressiva perdita di massa di Betelgeuse, una delle stelle più luminose del nostro firmamento, situata nella Nebulosa di Orione, chiaro indice del suo prossimo collasso. Essa è una supergigante rossa di classe spettrale M1-2 Iab, ovvero una stella in una fase già piuttosto avanzata della sua evoluzione, e vanta una luminosità ben 135mila volte superiore a quella del nostro Sole e una massa pari a 20 volte quella della nostra stella. Nella costellazione di Orione, guardando in alto a sinistra è quella rossastra, non è vicinissima, ma neanche così lontana da non poterla vedere a occhio nudo: si trova a circa 640 anni luce dalla Terra.



Il suo collasso è dato ormai per certo dagli astronomi, anche se potrebbe impiegare un po’ di tempo prima di verificarsi (anche milioni di anni), ma secondo Carter è probabile che Betelgeuse diventi una supernova nel 2012, illuminando il cielo notturno per due settimane e, di fatto, apparendo di giorno come un secondo Sole, avvalorando la profezia di Nostradamus. Inoltre, successivamente la supernova provocherà la formazione di una stella di neutroni oppure di un buco nero.
Nel momento in cui Betelgeuse diventerà una Supernova, essa rilascerà,
a una velocità di 30mila chilometri al secondo, il 99% dell’energia prodotta sotto forma di particelle che, senza far danno, attraverseranno il nostro pianeta; questa “doccia di neutrini”, secondo Carter, porterà dei benefici alla Terra, in quanto queste particelle formano tutto ciò che è nell’Universo, inclusi materiali preziosi, quindi la supernova dovrebbe “rifocillare” il nostro suolo.



C'è chi parla di nuovo della profezia dei Maya, un evento cosmico di tale portata, preannunciato poi da un esperto del calibro di Carter, per giunta per il 2012, non poteva far altro che alimentare l’antica profezia (in realtà non così specifica) dei Maya che parlano indirettamente della fine del mondo come noi lo conosciamo. Inoltre il misterioso 2012 si arrichisce di una altre profezie tra cui quella Hopi in cui viene ancora una volta viene preannunciato un evento analogo: «Quando il Purificatore arriverà lo vedremo prima come una piccola Stella Rossa che verrà molto vicina e siederà nei nostri cieli a guardarci. Ci osseverà per vedere come abbiamo ricordato gli insegnamenti sacri. Questo Purificatore ci mostrerà molti segni miracolosi nei nostri cieli. In questo modo sapremo che il Creatore non è un sogno. Anche coloro che non sentono il loro collegamento con lo Spirito potranno vedere il volto del creatore nel cielo. Le cose invisibili si faranno sentire molto forte».







Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: 2012: quando la Terrà avrà 2 Soli   

Tornare in alto Andare in basso
 
2012: quando la Terrà avrà 2 Soli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» iscrizione 2011-2012
» info ADR: N. ONU obbligatorio?
» terre e rocce - novità gennaio 2012
» sedute di laurea luglio
» COME VI SIETE ORGANIZZATE? (chi fa cosa, quando...)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: SPECIAL-TOPIC-ZONE-
Andare verso: