IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE



MessaggioOggetto: Re: Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno   Dom 20 Mar 2011, 09:55

In Libia è guerra e Gheddafi minaccia il Mediterraneo













La situazione in Libia è degenerata fino al punto di non ritorno: gli alleati hanno dato inizio all’operazione “Alba dell’odissea” ed è guerra! Alle 17,45 di sabato 19 febbraio i caccia francesi hanno colpito il primo obiettivo; a seguire…






Leggi l’articolo originale su: Blogosfere Politica e Società


20 marzo 2011 | 06:00

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE



MessaggioOggetto: Re: Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno   Sab 19 Mar 2011, 19:35

PRIMO GIORNO
Inizia la guerra,
partono gli aerei






COMINCIA LA GUERRA

Con il battesimo del fuoco di un attacco aereo di un caccia rafale francese si apre l'intervento militare alleato in Libia.

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/nel-mondo/lstp/30687/
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE



MessaggioOggetto: Re: Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno   Sab 19 Mar 2011, 19:30

L'attacco sulla Libia è cominciato
Prime bombe dai caccia francesi Gheddafi minaccia: "Vi pentirete"





Battaglia a Bengasi e Misurata.
E Sarkozy dà il via libera ai raid









PARIGI
L'intervento militare alleato in Libia è iniziato. Un aereo francese ha attaccato oggi per la prima volta alle 17:45 un veicolo in Libia, ha annunciato il ministero della Difesa a Parigi.

Parlando brevemente alla fine del summit di Parigi il presidente francese Sarkozy ha detto che gli aerei francesi stanno già impedendo gli attacchi aerei di Gheddafi contro Bengasi e ha aggiunto che l'aviazione è pronta a colpire i carriarmati del rais che assediano la città.

Aerei caccia rafale francesi sono già in volo sulla Libia da ore senza incontrare ostacoli. Quanto alla partecipazione dell'Italia, il premier Berlusconi parlando da Parigi ha spiegato che al momento l'Italia mette a disposizione le sue basi ma resta disponibile per eventuali raid aerei. E sulla minaccia di possibili rappresaglie libiche Berlusconi ha spiegato che Gheddafi non ha armi in grado di colpire l'Italia.

Il leader libico - ha detto ancora Sarkozy alla fine del summit - ha «ancora tempo di evitare il peggio», ovvero un'offensiva militare - se «rispetterà senza ritardo e senza riserve» la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. «La Francia ha deciso di assumere il proprio ruolo di fronte alla Storia», ha concluso Sarkozy. All'immediata vigilia del summit di parigi, il leader libico Gheddafi aveva rivolto questa mattina un messaggio alle principali potenze che hanno sostenuto la risoluzione 1973 dell'Onu. Rivolgendosi ai leader di Francia e Gran Bretagna Gheddafi ha minacciato: «Rimpiangerete ogni ingerenza in Libia». E a Obama ha detto: «I libici sono pronti a morire per me. Io qui sto combattendo contro al Qaida».

Il summit di Parigi è stato preceduto in tarda mattinata da una riunione preliminare che ha visto impegnati il presidente francese Sarkozy, il ministro degli esteri francese Juppè, il segretario di Stato americano Clinton e il premier britannico Cameron. La comunità internazionale, come ha anche detto il premier belga a fine summit, potrebbe lanciare un attacco militare alla Libia «nelle ore». L'agenzia di stato libica Jana, in previsione di un simile evento, ha diffuso la notizie che i possibili obbiettivi di eventuali raid sono già da adesso presidiati dalla popolazione, che farebbe da «scudo umano» in caso di bombardamenti. Sul terreno, le truppe libiche hanno provato a forzare la situazione per tutta la mattinata. Le truppe di Gheddafi sono entrate oggi a Bengasi. Un giornalista della Bbc ha riferito di carri armati governativi entrati a Bengasi attorno alle 10.30 locali (9.30 italiane) e secondo al Jazeera le forze di Gheddafi starebbero dando l'assalto alla città da sud e dalla costa.

Un aereo militare appartenente ai ribelli è stato abbattuto mentre nel frattempo si sono diffuse contrastanti notizie su l'ex ministro dell'Interno libico, il generale Abdel Fattah Yunis, che si era dimesso per assumere la guida delle rivolte a Bengasi. Yunis, secondo la televisione di stato, avrebbe ripreso le sue funzioni rientrando nei ranghi dei fedeli di Gheddafi (circostanza questa smentita dai ribelli). A Misurata sarebbero stati uccisi una trentina di ribelli. E anche a Tripoli sale la tensione per i possibili raid alleati. Centinaia di libici si sono radunati presso il quartier generale del leader libico Muammar Gheddafi, a Tripoli, «in previsione dei raid francesi». Le autorità libiche hanno portato con loro circa 50 giornalisti stranieri, ha affermato la televisione di Stato.


Guerra a Bengasi Abbattuto un jet militare ribelle














A Bengasi infuria la guerra tra ribelli e militari fedeli a Gheddafi. Dall’alba le forze lealiste hanno lanciato una massiccia offensiva contro Bengasi, roccaforte dei ribelli della Libia orientale. In queste immagini si vede un aereo militare degli insorti abbattuto dalle forze leali al raiss durante gli scontri. Negli scatti si può notare il pilota con il paracadute dopo l'espulsione dal velivolo.
Tornare in alto Andare in basso
JERICHO 2
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE



MessaggioOggetto: Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno   Sab 19 Mar 2011, 19:27

Libia: aerei francesi attaccano veicoli a terra



L'aviazione francese ha distrutto in Libia "alcuni carri armati e veicoli blindati". Lo ha annunciato un funzionario del ministero della Difesa a Parigi. Al Jazira dal canto suo ha riportato che nel primo raid aereo sferrato oggi nel tardo pomeriggio dai caccia francesi i mezzi libici colpiti sono quattro carri armati.

Un responsabile del ministero della Difesa, interrogato in merito alle informazioni diffuse dall'emittente al Jazira ha dichiarato di "non poter confermare" questa cifra ma ha aggiunto che "diversi carri e veicoli blindati" sono stati distrutti. Sempre secondo Al Jazira, i veicoli distrutti si trovavano a nord ovest di Bengasi.

Intanto il portavoce del ministero degli esteri russo, Alexandre Loukachevitch, ha affermato che la Russia si rammarica per l'intervento militare straniero in Libia.

Israele dal canto suo sostiene la risoluzione dell'Onu invocata per giustificare gli attacchi di queste ore sulla Libia, ma non intende parteciparvi in alcun modo. Lo ha affermato il ministro della Difesa, Ehud Barak, in un'intervista rilanciata oggi dai media online israeliani in cui ha aggiunto di sperare che i leader occidentali "abbiano ragione" e che l'intervento militare internazionale non arrivi "troppo tardi".

Infine la Croce Rossa internazionale ha lanciato un appello a tutte le parti in causa in Libia perchè sia garantito l'accesso di medici e ambulanze ai feriti.


ATS


Libia: i francesi bombardano, i ribelli festeggiano. VIDEO


Ecco le prime immagini provenienti da Bengasi dopo l'intervento degli aerei dell'esercito transalpino. La festa esplode anche a Tobruk. GUARDA IL FILMATO




Libia, ecco gli aerei e le navi dell'esercito italiano


Dall'Eurofighter 2000 Typhoon agli F-16: i principali mezzi che il nostro esercito utilizza nell'ambito del dispositivo militare dispiegato in seguito alla risoluzione dell'Onu sulla crisi libica



19 marzo, 2011



Questi i principali mezzi aerei e navali che l'Italia utilizza nell'ambito del dispositivo militare dispiegato in seguito alla risoluzione dell'Onu sulla crisi libica.

EUROFIGHTER 2000 TYPHOON - E' considerato il più avanzato aereo da combattimento sviluppato in Europa. Realizzato per le Forze aeree di Italia, Germania, Gran Bretagna e Spagna, ma ordinato anche dall'Austria e dell'Arabia Saudita.
- Velocità massima: 2 mach; autonomia massima: 3600 km; raggio d'azione: oltre 1350 km; equipaggio: 1-2 piloti; armamento: 1 cannone Mauser cal. 27 mm, fino a 6500 kg di carichi esterni(serbatoi ausiliari, missili aria-aria a guida radar e infrarossa).

TORNADO ECR E IDS - E' un velivolo da combattimento bireattore, biposto, con ala a geometria variabile e capacità "ognitempo" che l'Aeronautica militare ha acquisito a partire dal 1982. Nella versione standard IDS, in dotazione al 6 Stormo di Ghedi, può essere impiegato come cacciabombardiere e ricognitore. Il 50 Stormo di Piacenza, invece, è equipaggiato con la variante IT-ECR, specializzata nella soppressione delle difese aeree con l'impiego di missili aria-superficie Harm.
- Velocità massima: a bassa quota circa 1480 km/h (1,2 mach); autonomia: 3800 km; equipaggio: 1 pilota, 1 navigatore; armamento: 2 cannoni cal. 27 mm (1 su IT-ECR), fino a 9000 kg di carichi esterni (serbatoi ausiliari, pod da ricognizione e designazione bersagli, missili aria-aria AIM-9L Sidewinder).

AMX - "Ghibli" è il nickname attribuito negli anni Novanta al monoreattore AMX, sviluppato come cacciabombardiere e ricognitore in versione monoposto e biposto. In uso ai gruppi di volo del 32 Stormo di Amendola e del 51 Stormo di Istrana.
- Velocità massima: 940 km/h (0,86 mach); autonomia: 3600 km (trasferimento); equipaggio: 1 pilota (2 piloti su AMX-T); armamento: 1 cannone cal. 20 mm, fino a 3800 kg di carichi esterni (serbatoi ausiliari, pod da ricognizione, missili aria-aria AIM-9L Sidewinder).

F-16 - Utilizzati soprattutto per fronteggiare l'incremento delle intercettazioni di velivoli sospetti e a gestire i dispositivi di protezione creati, in occasione di eventi di particolare risonanza, contro possibili minacce terroristiche provenienti dal cielo.
- Velocità massima: 2 mach; autonomia massima di trasferimento: 3900 km; equipaggio: 1 pilota; armamento: 1 cannone cal. 20 mm a sei canne rotanti, missili aria-aria a guida radar attiva AIM-120 e a guida infrarossa AIM-9L Sidewinder.

RQ-1B PREDATOR - E' un velivolo senza pilota concepito essenzialmente per compiti di ricognizione, sorveglianza e acquisizione obiettivi. Utilizzato anche per le attività di controllo del territorio e delle linee di comunicazione, nell'ambito della lotta alla criminalità organizzata e all'immigrazione clandestina.
- Velocità di crociera: 135-160 km/h; autonomia: 24 ore on station a 926 km dalla base di partenza; carico utile: 204 kg (sensori elettro-ottici, radar ad apertura sintetica).

AV-8B 'PLUS - Chiamato anche Harrier II, è un caccia ognitempo monoposto subsonico a decollo verticale in uso alla Marina militare principalmente come intercettore per la difesa aerea della flotta, con un ruolo secondario di attacco.
- L'armamento include: 1 cannone da 25 mm. a 5 canne rotanti 9 punti di attacco subalari per 5000 Kg di carico bellico; 16 bombe Mk.82 o 12 bombe Mk.20; missili Maverik, Sidewinder e Amraam; contenitori per razzi da 70 mm; bombe a guida laser.

PORTAEREI 'GIUSEPPE GARIBALDI' - E' stata la prima della Marina Militare, costruita nei Cantieri Navali di Monfalcone, è entrata in servizio nel 1985.
- Velocità 30 nodi; autonomia 7000 miglia; armamento: linea di volo costituita da 12-18 aeromobili (SH-3D/EH-101 o/e AV-8B Plus); 1 lanciatore a 8 celle Albatros (con missili S/A Aspide); 3 sistemi AM/AA Dardo (con mitragliera Breda da 40/70)

NAVE 'LIBRA' - E' stata costruita nei Cantieri Navali del Muggiano di La Spezia ed è stata consegnata alla Marina Militare nel marzo 1991.
- Velocità 20 nodi; autonomia 3300 miglia; armamento: 1 cannone OTO Melara 76/62; 2 mitragliere da 25/90 mm.; 2 mtg 12,7 mm

NAVE 'ETNA' - E' una unità di Supporto Logistico e sede di Comando Complesso.
- Velocita' 21 nodi; autonomia 7600 miglia; armamento: possibilità di imbarcare 2-3 mitragliere 25/90.

CACCIATORPEDINIERE 'ANDREA DORIA' - Appartiene alla classe di unità navali Orizzonte di cui fanno parte l'unità gemella, il cacciatorpediniere DDG Caio Duilio.
- Velocità 29 nodi; autonomia 7000 (a 18 nd); armamento: 3 cannoni OtoBreda 76/62 SR; 2 mitragliere da OtoBreda da 25 mm; Sistema missilistico PAAMS: 1 lanciatore verticale (48 celle) per missili Aster 15 e Aster 30; 8 missili S/S; 2 lanciarazzi SCLAR-H; 2 lanciasiluri binati Eurotorp MU-90; 1 EH101 o NFH90.

NAVE 'EURO' - E' una unità della classe Maestrale ed è stata consegnata alla Marina Militare Italiana nell'aprile del 1984.
- Velocità 32 nodi; autonomia 6000 miglia; armamento: 4 LMb/s Teseo Mk 2; 1 LM(Cool Albatros/Aspide; 1-127/54 mm; 4-40/70 mm; 2 tls 533 mm; 6 tls ASW 324 mm; 2 AB-212/ASW.




http://tg24.sky.it/tg24/mondo/2011/03/19/libia_elenco_aerei_navi_esercito_italiano_risoluzione_onu.html


Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno   Oggi a 08:24

Tornare in alto Andare in basso
 
Libia : Al mio segnale scatenate l'inferno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Capacità e impedenza dei cavi di segnale.
» Led rosso acceso rilevazione Sim
» Sveglia e finestra di misurazione di Pearly, LadyComp e BabyComp
» dall'Inferno di Dante
» giacenza mud 2015

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: OFF-TOPIC/FUORI ARGOMENTO-
Andare verso: