IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mar 26 Apr 2011, 15:38

TELECINESI



Tra la serie di manifestazioni dovute al potere della mente umana classificabili come Psi-Kappa (PK), c'è anche uno dei fenomeni più strani tra quelli contemplati dalla moderna parapsicologia: la telecinesi.

Per telecinesi si intende la facoltà che permette ad alcuni individui di influire direttamente sugli oggetti, muovendoli a distanza senza toccarli e senza fare uso di metodi ausiliari, insomma solo per mezzo del potere della mente.

Questa facoltà fu studiata per la prima volta dalla Società di Studi Psichici di Londra (fondata nel 1882), che la considerò come una manifestazione straordinaria di ciò che fino ad allora era stato definito "oggetti stregati" o mossi da "spiriti".

Le manifestazioni di questi fenomeni sono di molto anteriori alla data citata. L'influenza della mente sugli oggetti risale alla più remota antichità.
I racconti degli storici greci e romani narrano con eloquenza lo stupore prodotto in essi dai portentosi poteri dei sacerdoti egiziani. Mosè che fu istruito dalla casta sacerdotale di quel paese, provocò una serie di fenomeni che lasciarono addirittura senza parole il faraone ed i sacerdoti, ottenendo in tal modo il permesso di partire dall'Egitto con tutto il popolo di Israele, secondo quanto è narrato dalla Bibbia.

Anche i racconti indiani più antichi fanno riferimento a fenomeni telecinetici, pur facendo uso di denominazioni differenti.

Oggigiorno sono frequenti i casi in cui protagonisti sono oggetti di vario genere come utensili da cucina che si spostano, quadri che cadono oppure porte e finestre che si spalancano all'improvviso.

La popolarità di cui godettero per alcun tempo le "case incantate" o la credenza diffusa sull'esistenza di "spiriti", sono testimoni fedeli della presenza costante dei fenomeni telecinetici nei luoghi e nei momenti più disparati.

Tuttavia fino alla fondazione della già menzionata Società di Studi Psichici, lo studio sistematico di questi affascinanti casi non ebbe inizio.

Uno dei fondatori, Frederic William Henry Myers, si chiese ne 1903:

"Può l'organismo umano emanare una forza tale da mettere in movimento gli oggetti, senza stabilire con essi alcun contatto fisico?"

Lo stesso Myers rispose così alla domanda: "Se ciò fosse possibile si produrrebbe un fenomeno di telecinesi".

La forza capace di originare il movimento di un oggetto a distanza fu anche chiamata da Myers telergia.



_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mar 26 Apr 2011, 15:44

LE CONTROVERSIE ORIGINATE DALLA TELECINESIAnche ammettendo l'esistenza di questo fluido, alcuni scienziati rifiutano la definizione di telecinesi per il fenomeno.

Essi sostengono che il termine non corrisponde alla realtà poichè non si tratta di un movimento (kinesis) provocato da lontano (tele), quanto piuttosto un movimento effettuato per contatto della telergia.

I loro oppositori credono che chi nega l'esistenza della telecinesi sostenendo che il fenomeno avvenga per mezzo di un contatto, perde di vista l'argomento centrale dibattendosi in un'inutile discussione sui termini.

La cosa certa è che, come avviene in quasi tutti i fenomeni di questo tipo, non esiste una spiegazione razionale in grado di fornire risposte univoche e decisive.
Insomma le cause in grado di produrli continuano ad essere ignorate o creano ulteriore confusione tra fenomeni telecinetici e psicocinetici.

La possibilità che una forza mentale sconosciuta possa farsi sentire a distanza ed al punto di provocare il movimento di oggetti anche pesanti come mobili, costituisce una delle teorie più accreditate dai circoli scientifici che si dedicano agli studi di parapsicologia.

A tale conclusione del tutto provvisoria si è giunti dopo numerose ricerche, esperimenti ed analisi. Ciò su cui non esistono ormai più dubbi è che il fenomeno si produce spontaneamente, in modo cosciente o incosciente, e costituisce una delle sfide più appassionanti per gli studiosi del campo.

Esiste un grandissimo numero di fatti che rendono evidenti i risultati ottenuti durante lunghe serie di esperimenti. Come esempio che valga per tutti racconteremo qui di seguito l'interessante storia di una ragazza di 14 anni.
ANGELICA COTTINIl 9 marzo del 1846 comparve davanti ai membri dell'Accademia delle Scienze di Parigi Angelica Cottin, una ragazzina il cui caso numerosi medici si dichiararono incapaci di spiegare: Angelica Cottin aveva "incantato" la casa nella quale viveva.
Nel villaggio di Bourgvigny, Orne, i tavoli avevano cominciato un bel giorno a muoversi, gli oggetti cambiavano di posto da soli, porte e finestre si aprivano e chiudevano a loro piacimento.

I famigliari di Angelica avevano chiesto al parroco locale di esorcizzare la ragazza, ma il buon sacerdote molto saggiamente aveva ritenuto più opportuno sottoporre il caso ai medici, i quali tuttavia non erano riusciti a trovare una causa plausibile a quegli insoliti fatti.

Per questa motivo Angelica fu presentata ai membri dell'Accademia delle Scienze, per essere meglio esaminata.

Davanti all'imponente presenza di tutti quegli studiosi non ebbe luogo nessuno dei fatti meravigliosi accaduti al villaggio. Pertanto il parere dei componenti di quella dotta assemblea suonò così: "Le comunicazioni dirette a questa Accademia riguardanti la signorina Angelica Cottin devono essere ritenute inesistenti ... ".
Brian Davis


Brian Davis possiede capacità telecinetiche per natura. Concentrandosi intensamente, può muovere oggetti, anche se non ha molta maestria con la sua abilità. Brian si dice spaventato dal suo potere e diviene la prima vittima di Sylar.Sylar


Sylar, dopo aver aperto la testa al povero Brian, studia il funzionamento del suo cervello per ottenere i poteri telecinetici. Sin dall'acquisizione della capacità dimostra di avere una certa dimestichezza con essa -molta più di quanta ne aveva Brian- tanto che sotto gli occhi stupiti diChandra Suresh rompe una tazza muovendola con la mente. Sembra essere il suo potere preferito, dal momento che è quello che in tutta la serie utilizza di più.Peter Petrelli


Peter Petrelli, dopo aver visto Sylar lanciargli addosso gli sportelli a Odessa, assimila il potere, utilizzandolo però la prima volta a New York mentre si esercita con Claude Rains. E' sicuramente più abile di Brian con il potere, ma non è ancora al livello di Sylar.





_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mar 26 Apr 2011, 15:46


La Telecinesi fa parte della numerosa serie di manifestazioni classificate nella parapsicologia, ma si manifesta anche in altri ambiti che non sono sempre naturali:

  • Telecinesi, ovvero muovere la materia col pensiero (micro e macro: spostare, sollevare, agitare, creare vibrazioni, girare, piegare, spezzare, o frantumare).


  • Aumentare o rallentare le vibrazioni che esistono naturalmente negli atomi per alterare la temperatura di un oggetto.
  • Aerocinesi, la facoltà di controllare il movimento dell'aria.
  • Idrocinesi, la facoltà di controllare il movimento dell'acqua.
  • Levitazione
  • Elettrocinesi la facoltà di creare energia elettrica o di modificarla a piacimento.
  • Geocinesi facoltà di controllare la terra e la crescita di piante e fiori.
  • Pirocinesi facoltà di creare e modificare il fuoco
  • Criocinesi facoltà di creare e ghiaccio e correnti d'aria fredda.

Fenomeni Telecinetici sono stati prodotti da svariati sensitivi.
Occorre notare che da numerosi anni a questa parte vi sono stati esperimenti che, in condizioni rigorosamente controllate, abbiano avuto esiti eclatanti.

Daniel Dunglas Home, studiato nel 1871 da William Crookes nel suo laboratorio, riuscì a far suonare una fisarmonica racchiusa in una gabbia di rame, tenendola con una sola mano. Addirittura, lo strumento suonò fluttuando nella gabbia, in piena luce.
La polacca Stanislawa Tomczyk era in grado di muovere o far levitare piccoli oggetti senza toccarli. Il dott. Julien Ochorowicz, che nel 1909 sottopose la donna a diversi esperimenti, poté osservarla (e fotografarla) mentre esercitava le sue capacità: riusciva a far oscillare pendoli a distanza, a piegare punte di compassi, a produrre apporti e a far levitare piccoli oggetti, anche racchiusi in contenitori come coppe o tubi.
Grandi doti psicocinetiche furono dimostrate anche da Stella Cranshaw, esaminata in laboratorio dal celebre ricercatore inglese Harry Price tra il marzo e il settembre del 1923. I fenomeni, che Price avrebbe in seguito descritto nel libro Stella C. An Account of Some Original Experiments in Psychic Research (London 1925), comprendevano tre levitazioni complete di un tavolo e la distruzione psicocinetica dello stesso.
Nel 1929, lo stesso Price ebbe modo di testare le doti di un altro sensitivo assai importante: Rudi Schneider. In condizioni di controllo rigorose come solo Price era in grado di escogitare, Rudi fu in grado di far muovere vari oggetti, di far apparire masse di ectoplasma, di far oscillare e sventolare le tende nella stanza e, addirittura, di far ribaltare il tavolo utilizzato per le sedute. Tali capacità furono poi confermate da ulteriori esperimenti condotti dal dott. Eugene Osty presso l'Istituto di Metapsichica di Parigi nel novembre del 1930.
In tempi più recenti, il caso più eclatante di presunte doti psicocinetiche è sicuramente quello della russa Nina Kulagina. Fu studiata da vari scienziati (Zdenek Rejdak, Genady Sergeyev, J.G. Pratt, Jurgen Keil, Benson Herbert) e i numerosi fenomeni da lei prodotti (spostamenti di svariati oggetti, anche protetti da schermature, levitazioni, separazione di tuorli dagli albumi, alterazioni indotte nel battito cardiaco di piccoli animali, ecc.) furono ampiamente documentati da fotografie e filmati tuttora reperibili.
Di seguito il video di Nina Kulagina



_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mar 26 Apr 2011, 15:54

La forza della mente è più potente dei farmaci


Nell’effetto placebo la dimostrazione dell’esistenza del potere di autoguarigione, principale oggetto delle attenzioni della Naturopatia.




Il “placebo” è una sostanza inerte, priva di qualsiasi principio attivo terapeutico, o un provvedimento non farmacologico (consiglio, conforto, atto chirurgico non invasivo, ecc.) che provoca un effetto positivo su un sintomo o addirittura su una malattia.

Studi “in cieco” (dove il paziente non sa cosa sta prendendo) hanno dimostrato in patologie con una rilevante componente psicosomatica (come emicrania, insonnia ecc.) un effetto placebo fino all’80%.

Studi “in doppio cieco” (dove sia il paziente che il medico che somministra non sono a conoscenza delle sostanze utilizzate) hanno dimostrato che raddoppiando la dose di placebo si ottengono risultati terapeutici migliori di quelli con dose normale.

Questo incredibile fenomeno, che non è psicologico, è conosciuto da moltissimo tempo, ma oggi si ritiene che fino al 60% dei progressi ottenuti con un trattamento (qualsiasi esso sia) possano essere dovuti a una risposta placebo.

Il biologo molecolare Bruce Lipton, autore del best seller La Biologia delle credenze: come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula (Macro Edizioni), chiama l’effetto placebo “effetto credenza”, per sottolineare come le nostre percezioni, vere o false che siano, hanno lo stesso impatto sul nostro comportamento e sul nostro corpo.
Egli è totalmente a favore dell’effetto credenza (placebo), perché costituisce una prova sorprendente della capacità di autoguarigione dell’essere umano ed afferma: “il motivo per cui la mente è stata così trascurata dalla medicina ufficiale non è solo il pensiero dogmatico, ma anche considerazioni economiche. Se il potere della mente può davvero guarire il corpo, perché andare dal medico? E, cosa ancora più importante, perché avere bisogno di farmaci“?


Effetto placebo e nocebo


Il termine ‘Placebo’ è il futuro del verbo latino ‘placere’, e significa letteralmente ‘piacerò’. Si tratta di una sostanza inerte, priva di qualsiasi principio attivo terapeutico, o di un provvedimento non farmacologico (consiglio, conforto, atto chirurgico non invasivo, ecc.) che provoca un effetto positivo su un sintomo o addirittura su una malattia.
Studi in ‘cieco’ (dove il paziente non sa cosa sta prendendo) hanno dimostrato in patologie con una rilevante componente psicosomatica (come emicrania, insonnia, ecc.) un effetto placebo fino all’80%. Studi in ‘doppio cieco’ (sia il paziente che il medico che somministra non sono a conoscenza) hanno dimostrato che raddoppiando la dose di placebo si ottengono risultati terapeutici migliori di quelli con dose normale.

Questo incredibile fenomeno, che non è psicologico, è conosciuto da moltissimo tempo, ma oggi si ritiene che fino al 60% dei progressi ottenuti con un trattamento (qualsiasi esso sia) possano essere dovuti a una risposta placebo!
Il biologo molecolare Bruce Lipton, autore del best seller “ La Biologia delle credenze: come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula” chiama l’effetto placebo, ’effetto credenza’ per sottolineare come le nostre percezioni, vere o false che siano, hanno lo stesso impatto sul nostro comportamento e sul nostro corpo. Egli è totalmente a favore dell’effetto credenza (placebo) perché costituisce una prova sorprendente della capacità di autoguarigione dell’essere umano.

«Il motivo per cui la mente è stata così trascurata dalla medicina ufficiale non è solo il pensiero dogmatico, ma sono anche considerazioni economiche. Se il potere della mente può davvero guarire il corpo, perché andare dal medico; e, cosa ancora più importante, perché avere bisogno di farmaci?»[1]

Non a caso le ‘lobbies del farmaco’ studiano attentamente i pazienti che reagiscono alle pastiglie innocue di zucchero (placebo), ma non a scopo di conoscenza, ma semplicemente per poi escluderli dalle sperimentazioni cliniche! Coloro che lavorano per la malattia invece che per la salute delle persone, vedono la pillola zuccherina - che si dimostra più efficace del farmaco - come una minaccia economica, e infatti lo è.
Crollerebbe il palcoscenico se la massa venisse a sapere che miliardi di dollari e anni di ricerche non hanno confronto con uno zuccherino!

Uno studio della Baylor School of Medicine pubblicato nel 2002 nel New England Journal of Medicine ha valutato gli interventi chirurgici su pazienti affetti da gravi dolori alle ginocchia [Moseley et al. 2002]. I pazienti vennero divisi in tre gruppi. Nel primo il dottor Moseley raschiò la cartilagine danneggiata del ginocchio; nel secondo, mise a nudo l’articolazione, eliminando del materiale ritenuto causa dell’infiammazione (entrambe tecniche accettate dalla chirurgia ortopedica ufficiale). Il terzo gruppo invece fu sottoposto a un ‘finto’ intervento: i pazienti vennero anestetizzati, subirono tre piccole incisioni di routine e il dottore durante l’operazione, durata 40 minuti, parlò come di routine.
A tutti e tre i gruppi fu prescritta la medesima terapia postoperatoria e di riabilitazione.
I risultati furono sorprendenti: il terzo gruppo, quello placebo che non è stato operato, migliorò esattamente come gli altri due, e alcuni di loro tornarono addirittura a giocare a basket!

La convinzione, la credenza di essere stati operati, nell’esempio qui sopra, ha fatto superare un problema fisico al ginocchio!
Possiamo ancora affermare che l’Effetto placebo è di tipo psicologico?
Sappiamo ancora poco del vero meccanismo che sta a monte di simili e inspiegabili guarigioni, la cosa che si sa per certo è che si tratta di un fenomeno esistente, la cui potenzialità intrinseca è dentro ognuno di noi.

Effetto Nocebo

Se il pensiero positivo, come abbiamo visto, può liberare dalla malattia, quali conseguenze possono avere i pensieri negativi sulla nostra salute?
Tale effetto, chiamato ‘effetto nocebo’ (dal latino ‘nocere’, nuocere), in medicina è altrettanto potente quanto quello ‘placebo’.
Il pensiero può far ammalare, le parole e il comportamento possono trasmettere messaggi che tolgono speranza e che quindi possono far ammalare.
Lo ha spiegato molto bene il Dottor Geerd Ryke Hamer nella Nuova Medicina Germanica: traumi, shock psicologici ed eventi improvvisi (se vissuti in una certa maniera) possono scatenare (e lo fanno su tre piani contemporaneamente: psiche, cervello, organo) una qualsiasi patologia, dall’influenza al tumore più fulminante.
Una diagnosi errata (i falsi positivi e negativi nella diagnostica preventiva come gli screening sono all’ordine del giorno), una frase mal posta o distaccata da parte del medico, possono scatenare un trauma interiore pericolosissimo in persone sensibili o estremamente paurose.

Le convinzioni positive e negative non hanno solo un impatto sulla salute, ma su ogni aspetto della vita.
Facciamo molta attenzione perciò a quello che sentiamo, ascoltiamo e soprattutto diciamo poiché:

“…non ciò che entra nella vostra bocca vi contaminerà,
ma ciò che esce dalla vostra bocca, questo vi contaminerà.”
[ Vangelo di Tommaso, 15 ]

Potenzialmente riceviamo ogni giorno delle informazioni e/o notizie che sono in grado di farci stare male (predisponendoci alla malattia), se ovviamente vengono vissute non correttamente. Tutto dipende da noi!
Spesso le cose che sentiamo o vediamo non sono corrette, per non dire vere: i filtri con cui osserviamo e recepiamo il mondo, sono condizionati dall’educazione, dalla scuola, religione, ecc. Se fin da piccoli, per esempio, ci è stato inculcato che il musulmano è pericoloso e il negro puzza, quando da adulto avrò a che fare con un arabo o un africano, attiverò automaticamente un programma di sopravvivenza, scappando nel primo caso o turandomi il naso nel secondo. Queste vengono chiamate programmazioni inconsce.

Per capire come funzione il nostro inconscio, basta immaginare una stanza buia dove le pareti sono piene zeppe di scritte, per esempio: “i musulmani sono pericolosi”, “i negri puzzano”, “sei un fallito”, “non farai mai niente di buono” “attento ai cani”, ecc.
Queste scritte - che sono frutto di condizionamenti esterni inconsapevoli da parte dei genitori, maestri, insegnanti, ecc. – giungono a coscienza, cioè vengono alla luce, non appena sentiamo determinate frasi o vediamo determinate cose o ci troviamo in determinate situazioni. Appena vengono a coscienza però, l’inconscio farà di tutto per boicottarci, e incredibilmente, lo farà per il nostro benessere!
Se siamo cresciuti con la scritta interiore “sei un fallito” (diventata poi convinzione e credenza), non appena la vita ci metterà di fronte a dei risultati positivi che dimostrerebbero, al contrario, che abbiamo delle qualità, l’inconscio (avendo registrato che siamo dei falliti) farà carte false per affossare il nostro progetto, perché non vuole la nostra sofferenza. In pratica cerca di evitare tutte le situazioni che potrebbero farci stare male.

Conoscendo come funziona l’inconscio e quindi come avviene questo boicottaggio interiore è possibile liberarsi da questi freni evolutivi.
Esistono numerose tecniche che aiutano a cancellare o prendere coscienza i queste scritte inconsce, ma la cosa più importante rimane l’auto-osservazione o l’auto-coscienza, che vedremo alla fine di questo lavoro.

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
LucioKeller

avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mar 10 Lug 2012, 14:29

Buonasera...volevo chiedere se esistono degli esercizi che ti consentono di apprendere nel migliore dei modi l'abilità telecinetica...grazie
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mer 11 Lug 2012, 15:06

carissimo vedi se riesci a trovare qualcosa a riguardo nel web ed impostalo pure qua nel topic a proposito ,buona permanenza

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   Mer 11 Lug 2012, 15:09

vedi qua http://ufo.forumcommunity.net/?t=29563526

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI   

Tornare in alto Andare in basso
 
IL POTERE DELLA MENTE : TELECINESI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ORACOLO DELLA MENTE 36 GRAZIA
» Maro il Maligno, in arte Lucifero, Guardiano della Mente
» Sentenza della Corte Costituzionale n.127 dell'8 aprile 2010 (centri di raccolta)
» Durante la Magistrale posso fare esami della Triennale?
» STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE - prof. Porro

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: SCIENZA/TECNOLOGIA-
Andare verso: