IL NUOVISSIMO PORTALE SUI MISTERI DELLA SCIENZA .
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Sab 04 Feb 2012, 08:47


2012:The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?



Sembrerebbe la trama di un film,eppure la situazione metereologica che stà colpendo e assedierà l'europa in questi giorni è ben piu di un film immaginario a lieto fine.

Fattevene un idea del cio che stà accadendo ora:




situazione dal satellite dell'europa in questi lunghissimi giorni:






ROMA 4 FEBBRAIO 2012:




BOLOGNA:





LE CAUSE DERIVATE FINO AD ORA IN TUTTA EUROPA:




L'Europa e' al gelo. Ucraina, 200 morti


Neve e ghiaccio assediano Europa, emergenza all'est e nei Balcani



BELGRADO - La neve e il gelo assediano ormai l'intera Europa
centrorientale e i Balcani, dove i morti assiderati sono più di 200, in
massima parte senzatetto e persone residenti in case scarsamente
riscaldate. Dall'Ucraina alla Polonia, dalla Romania alla Bulgaria e
alla Serbia l'emergenza si fa di giorno in giorno più pesante e le
conseguenze più drammatiche. Al freddo artico, con temperature che in
molti casi toccano punte record oltre i -30, si sono aggiunte oggi nuove
estese e abbondanti nevicate che hanno complicato ulteriormente la
situazione di numerose località isolate da giorni e raggiungibili solo
in elicottero.

Il Paese maggiormente colpito finora dall'eccezionale ondata di gelo è
sicuramente l'UCRAINA, dove negli ultimi sette giorni 101 persone sono
morte assiderate, 38 delle quali soltanto nelle ultime 24 ore. In più
della metà dei casi si trattava di senzatetto. Con il termometro che ha
fatto registrare punte record fino a -33 gradi la scorsa notte, il
governo di Kiev per far fronte all'emergenza ha allestito quasi tremila
tende riscaldate per offrire ricovero e cibi caldi ai tanti senzatetto e
alle persone più bisognose. Altre migliaia di persone hanno dovuto far
ricorso alle cure dei medici per principi di assideramento e fratture.
Quasi tutte le scuole sono chiuse. L'emergenza-gelo imperversa con
particolare durezza anche in POLONIA, dove nelle ultime ore altre otto
persone sono morte per ipotermia. Il bilancio delle vittime sale così a
37 nell'ultima settimana e a 75 dallo scorso novembre. Anche in Polonia
le vittime sono in gran parte persone senza fissa dimora o sotto
l'effetto dell'alcol, che cadono e non riescono più a rialzarsi restando
così a lungo preda del gelo. A Jablonka, nel sud del Paese, la notte
scorsa sono stati registrati -36 gradi. In gran parte delle città le
scuole sono chiuse. Il gelo colpisce duro anche in RUSSIA, un Paese
abituato a prolungate condizioni di gran freddo e temperature siberiane.
Come hanno reso noto oggi le autorità a Mosca, sono almeno 64 le
persone morte assiderate nel solo mese di gennaio in 50 delle 83 entità
territorial' di cui si compone l'immenso Paese.

In tutta la SERBIA al gelo si è aggiunta da ieri sera l'emergenza
neve. Quasi ovunque ha ripreso infatti a nevicare con insistenza, e sono
ora 23 le località per le quali le autorità hanno decretato lo stato di
emergenza. Si tratta di villaggi e Paesi rimasti da giorni
completamente isolati dal mondo esterno per l'impraticabilità delle
strade, e che possono essere raggiunti solo con gli elicotteri. La neve è
caduta in abbondanza anche a Belgrado, dove la circolazione ha subito
gravi contraccolpi. Resta molto difficile la situazione in BULGARIA,
dove è salito a 12 il numero delle vittime morte assiderate. Forti
nevicate rendono estremamente difficile la circolazione in buona parte
della rete stradale del paese, dove il Danubio è ghiacciato per il 60%.
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime ore nella vicina ROMANIA,
portando a 24 il bilancio complessivo dei morti nell'ultima settimana.
Tante le località isolate, con le scuole quasi tutte chiuse. Il gelo e
forti nevicate non hanno risparmiato MONTENEGRO e BOSNIA, dove le
temperature sono scese fino a -16 gradi. In CROAZIA a essere colpite
sono state oggi sopratutto l'Istria e la costa dalmata, con Spalato in
grave difficoltà per una violenta tempesta di neve che ha causato il
collasso della circolazione. L'ondata di gelo e le nevicate interessano
anche, pur con conseguenze meno tragiche in termini di vittime, parte
dell'Europa occidentale, a cominciare da GERMANIA, AUSTRIA, FRANCIA.


FONTE:


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2012/02/01/visualizza_new.html_72887594.html



_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Sab 04 Feb 2012, 08:49

Il gelo siberiano colpisce anche il Giappone


ultima ora | 03 febbraio 2012 ore 10:05




Non è solo l'Europa alle prese con gelo record e nevicate ma anche in Giappone il freddo fa sul serio. La
nazione nipponica è stata interessata da pesanti nevicate ed un'ondata
di gelo record soprattutto nella sua zona occidentale e settentrionale.
In queste zone sono state registrate 53 vittime, tra cui 12 a Nigata e 11 ad Okkaido e ben 574 ricoverati a causa di patologie legate al freddo.

A
Sapporo, nell’isola di Hokkaido, la temperatura è scesa fino a -16°C in
pianura, e sono caduti ben 60cm di neve al suolo. Notevoli risultano
anche i -20°C di Obihiro e del Monte Fujii, mentre Tokio, ben più a sud e
in riva al mare, non è andata oltre gli 0°C. Ma il peggio deve ancora arrivare: secondo
le previsioni dell'agenzia metereologica giapponese, infatti, la neve
continuerà a scendere soprattutto nelle zone affacciate sulla costa
occidentale.

In molte città giapponesi la neve sta iniziando a creare seri problemi di mobilità.
Nella città Myoko, ad esempio, la neve ha raggiunto i tre metri di
altezza, e a causa del peso della neve accumulata, un ponte di 95 metri
nella cittadini di Sakae, nella prefettura di Nagano, è crollato. Molte
città e comuni montani hanno esaurito i fondi per la rimozione della
neve e quindi rischiano di rimanere isolati.

Anche la Corea è interessata dal gelo siberiano. Nelle sue zone continentali ormai nevica da due giorni e
alcune città, come Gyeonggi, Gangwon e le provincie del nord
Chungcheong, hanno raggiunto i 20 centimetri di neve. Le basse
temperature, inoltre, stanno ghiacciando le strade e, per questo motivo,
le autorità coreane hanno invitato i cittadini a lasciare la propria
automobile a casa e ad utilizzare esclusivamente i mezzi pubblici.







Articoli correlati



  • Buran: da dove arriva il freddo in Italia?
  • Maltempo: Gelo e Neve sull'Italia. Roma in Allarme; -18°C a Cuneo
  • Neve e gelo sull'Italia, metà Paese paralizzato
  • Maltempo: gelo e neve senza tregua!

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Sab 04 Feb 2012, 08:52

Neve e gelo avvolgono l'Italia: è solo l'inizio


E' freddo killer nei Paesi dell'Est Europa: 60 le vittime:




Il grande gelo è arrivato: l’aria siberiana sta avvolgendo l'Italia con nevicate abbondanti al centronord, ma mercoledì i fiocchi faranno capolino anche alle porte di Roma.

Sono le previsioni di Antonio Sanò del Meteo.it. Oggi un nocciolo di aria fredda polare con contributi siberiani scende dalla Francia diretto verso l’Italia, mentre da est giungono masse d’aria gelida siberiana al nord. Vortice in formazione sul Tirreno.

Il tempo peggiora rapidamente al nordovest con neve e al centro, piogge ancora su Sicilia e Calabria. Poi si scava nel pomeriggio-sera una circolazione depressionaria proprio innanzi l’Isola del Giglio con precipitazioni su nordovest, Alpi, Padana centrale, Emilia Romana, Sardegna e poi Sicilia e resto del sud.

E’ neve subito sul nordovest fino in pianura e anche
sulla Liguria a Genova, neve su Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche
fino in pianura e a quote bassissime 100-200m nella
notte e poi a 5-600m al sud, con forte maltempo su Campania, Sicilia,
Calabria con tantissima neve a 500m nella notte.

Nel corso della notte maltempo su tutto il centrosud, Sicilia, Sardegna, e ancora neve su Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, 10 cm ogni 6 ore a Firenze. Domani sarà anche peggio:
vortice ciclonico, venti forti di Bora, di scirocco su Adriatico e
Ionio, maestrale su Sardegna e Tirreno, tramontana su Liguria e Toscana.
Maltempo che si porta veloce al centrosud e Sicilia, ancora neve forte
al centro sin verso il Veneto. E ancora nevicate fino alle porte di Roma
a 100m, neve al sud tra 300 e 500m.

GIOVEDI' - Giovedì 2 ancora neve sulle regioni adriatiche e
a bassa quota su Abruzzo-Molise e Puglia, fiocchi su ovest Piemonte e
alta Lombardia, precipitazioni su Cilento, Calabria. Poi un nuovo nucleo
freddo perturbato da ovest con contributi continentali che riscendono
ad ovest accerchiando le Alpi colpisce la Sardegna con neve a 400m,
diretto verso il centrosud dalla sera. Attese nevicate su adriatiche,
forti su Campania, Lucania, Foggiano, con 20cm ogni 6 ore sull’Irpinia.
Nella notte vortice sul Tirreno, Bora e tramontana in Liguria.

VENERDI' - Venerdì vortice invernale sull’Italia, con aria siberiana al nord e aria fredda che ridiscende dalla Valle del Rodano. Bora forte su medio-alto Adriatico.
Maltempo al sud, isole maggiori e adriatiche dalla Romagna alla Puglia,
maltempo anche tra Lazio e Campania. Nelle prime ore del mattino
fiocchi anche a Roma. E’ neve dalla Romagna al Molise, fino alle coste Abruzzesi, e ancora su Irpinia, Lucania, a bassa quota su nord Sardegna. Rasserena e gela su resto del nord.

SABATO E DOMENICA - Sabato 4 e domenica 5 saranno
forse le giornate peggiori: venti fortissimi da nordest di origine
siberiana. Circolazione depressionaria e precipitazioni al sud, Isole,
adriatiche e basso Lazio. Venti forti da nordest. Neve sulle Adriatiche
dal Riminese alla Puglia, in calo fino a Bari, neve fino al piano su
Lucania, Cilento, nord Calabria e cosentino, neve anche in Sardegna e
fino Cagliari. Fiocchi fino al Lazio e Roma sud entro sera.

Domenica venti gelidi da nordest, neve sulle coste
Adriatiche dal Riminese alla Puglia, neve su Lucania, Puglia, Calabria, a
bassa quota su Sicilia fino a Palermo. Domenica -16 gradi in Piemonte,
-15 in Emilia, -10 sul resto del nord, -8 al centro, -8 anche a Genova,
-4 a Roma e Napoli. Temperature simili si ricordano nel 1985, 1996,
2001.



EMERGENZA NELL'EUROPA DELL'EST - E’ arrivato a una sessantina di morti il bilancio dell’ondata di gelo che
da giorni ha investito l’Europa dell’est. Temperature a picco in
Ucraina, dove il termometro e’ sceso fino a 33 gradi sotto lo zero.

Punte di -31 si sono registrate in Bosnia e Polonia, -30 in Romania e Bulgaria. Almeno 30 persone, in gran parte senza fissa dimora, sono morte in Ucraina negli ultimi cinque giorni, mentre altre 500 sono state ricoverate in ospedale.

Cinque persone sono morte in Bulgaria, 8 in Romania. Al confine dei due Paesi si sono ghiacciati i laghi salati, per la prima volta in 58 anni. In Polonia le vittime accertate sono 15, di cui cinque la scorsa notte. Tre persone sono morte in Serbia, colpita da copiose nevicate. In alcuni villaggi dell’est della Bosnia sono caduti due metri di neve.
Fonte Agi

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Sab 04 Feb 2012, 08:57

LE FOTO A NOI PERVENUTE DAI NOSTRI UTENTI:




















2 GIORNI FÀ




OGGI:

9 ore fa


TRA UN GIORNO??????






_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Dom 05 Feb 2012, 08:50

Maltempo: Italia in tilt, morti e polemiche Riprende a nevicare da Milano ad Ancona




Weekend da incubo per il Centro-Sud: le intense nevicate e il gelo
hanno causato 8 vittime, il blocco di migliaia di persone su treni,
strade e autostrade, mentre in 120 mila sono senza elettricità. Paura
per un traghetto a Civitavecchia. Esercito in campo




  • FOTO: Maltempo, tra soccorsi e disagi
  • FOTO: Fermi in treno a Carsoli
  • VIDEOSTORY: Italia ed Europa sotto la neve
  • Raffica vento, nave urta pontile nel livornese
  • TWITTER @ansa_maltempo
  • Video: Alemanno: 'Stiamo dando il massimo'
Roma dall'alto, un tappeto bianco


Una inedita panoramica dall'alto della Capitale TUTTE LE FOTO



















Altre foto presso questo link :
http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/primopiano/2012/02/04/visualizza_new.html_74590207.html?idPhoto=6









_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Gio 09 Feb 2012, 20:40

Scuole chiuse a Roma Arriva blizzard




"La previsione della Protezione civile nazionale è di 30 centimetri
di neve a Roma". Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo
avere iL'Italia provata da dieci giorni di neve e gelo come non si
vedevano da trent'anni, si prepara alla nuova ondata di maltempo che
dalle prossime ore investirà tutte le regioni del centro sud con
nevicate abbondanti dall'Emilia alla Basilicata: una situazione che, se
non sarà gestita al meglio e con la collaborazione di tutte le
istituzioni dello Stato, rischia di portare al collasso buona parte del
paese.

Ed infatti non è un caso che prima di partire per gli Stati Uniti il
presidente del Consiglio Mario Monti abbia firmato il decreto che affida
al capo della Protezione Civile Franco Gabrielli il coordinamento delle
operazioni per adottare "ogni indispensabile intervento" al fine di
garantire "gli interessi primari dei cittadini". E soprattutto gli
assicura la copertura finanziaria necessaria a far fronte alle spese.
Così come non é un caso che nella nota di palazzo Chigi al termine della
riunione tra governo ed enti locali per fare il punto sulla situazione,
si sia voluto sottolineare la "perfetta intesa" tra tutti i soggetti
coinvolti con l'obiettivo di "affrontare con determinazione e coesione"
la situazione. Il governo ha anche assicurato che "con i tempi tecnici"
si metterà mano alla legge 10 del 2011 che ha di fatto 'svuotato' la
protezione civile delle sue competenze. Come? E' molto probabile che si
decida di ridare al Dipartimento ogni potere operativo e di spesa in
caso di emergenza, tirando fuori i 'Grandi eventi'. Una soluzione che lo
stesso Gabrielli caldeggia da tempo. Dunque stop alle polemiche che
hanno caratterizzato la settimana e tutti al lavoro per evitare che una
perturbazione ampiamente annunciata da giorni si trasformi nell'ennesima
tragedia italiana. D'altronde la nuova ondata di maltempo arriva in una
situazione già abbondantemente compromessa: in Basilicata, ma anche
nell'entroterra delle Marche, dell'Umbria, dell'Emilia Romagna,
dell'Abruzzo e del Molise, del Lazio e della Campania ci sono decine di
paesi sommersi da oltre un metro di neve.

Centinaia di strade secondarie sono praticabili a fatica e solo con
le catene o i pneumatici da neve. Già 500 sono i milioni di euro persi
dal settore agroalimentare, migliaia sono ancora gli utenti senza
energia elettrica, centinaia quelli senz'acqua, mentre prosegue
l'emergenza gas, anche se il distacco delle utenze 'interrompibili' ha
permesso un risparmio di circa 15 milioni di metri cubi al giorno. Ed
alle oltre 40 vittime dei giorni scorsi, si sono aggiunte le cinque di
oggi, in maggioranza anziani uccisi dal freddo di questi giorni. E' vero
che la giornata di oggi ha concesso una tregua, ma le previsioni dicono
che domani ricomincerà a nevicare e le temperature scenderanno di
nuovo: non si escludono, ha confermato il ministro dell'Interno Anna
Maria Cancellieri nella sua informativa alla Camera, "eventi
eccezionali", con il 'blizzard' che porterà neve, vento e gelate. Dopo
un veloce passaggio sul nord est, stanotte, l'aria artica colpirà tutto
il centro sud a partire dalle prime ore di domani: alle temperature in
rapido calo si sommeranno nevicate abbondanti, anche a quote di pianura.

Su alcune zone interne della Romagna, delle Marche, dell'Abruzzo e
del Molise gli accumuli di neve potranno raggiungere il metro d'altezza e
si andranno a sommare a quelli già accumulati. Piogge anche molto
intense, invece, su Sicilia, Sardegna e Puglia. Le Ferrovie hanno già
attivato il piano neve e domani verranno sospese diverse linee locali,
per evitare che i convogli rimangano intrappolati nella neve con decine
di passeggeri a bordo. Anche la circolazione stradale e autostradale
sarà ridotta al minimo: l'invito del Viminale è a mettersi in viaggio
soltanto in casi di estrema necessità e per i mezzi superiori alle 7,5
tonnellate scatteranno i filtri ai caselli per evitare che si
intraversino, bloccando la circolazione e rendendo i soccorsi più
difficili. "Siamo pronti per la nuova emergenza - ha detto il ministro
dello Sviluppo economico Corrado Passera - abbiamo predisposto il
massimo degli strumenti per affrontare l'emergenza". Neve anche a Roma,
dopo la disfatta della settimana scorsa: gli ultimi bollettini prevedono
sull'area della capitale tra venerdì e sabato un accumulo di neve tra i
10 e i 30 centimetri. Vista però l'estensione di Roma, con zone che
hanno un'altitudine tra gli 0 e i 250 metri, ci saranno zone dove si
registreranno significati accumuli di neve e altre dove la neve cadrà
mista a pioggia. Il Sindaco Alemanno, d'intesa con il prefetto, ha
disposto la chiusura di scuole e uffici pubblici, ma saranno garantiti i
servizi d'emergenza e le strutture funzionali del soccorso pubblico. E
scatterà alle 6 di domani mattina l'obbligo di catene o pneumatici da
neve per tutti e il divieto di circolazione a moto e ciclomotori, mentre
sulle strade sono già schierati mezzi e uomini per evitare il bis di
venerdì.
GRAVE OPERAIO FOLGORATO SU TRALICCIO - Restano gravissime, ma
non e' morto, le condizioni di Marco Capodiferro, l'operaio della Clem
di Subiaco rimasto folgorato sui tralicci dell'Enel ieri ad Acuto
(Frosinone). E' quanto fatto sapere da ambienti ospedalieri smentendo
quanto reso noto dalle prime fonti che indicavano la morte dell'operaio


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2012/01/29/visualizza_new.html_74553968.html



_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Gio 09 Feb 2012, 21:49








[center]



[/center]

_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Dom 12 Feb 2012, 07:51

Centro-Sud sotto la neve Paesi isolati, negozi vuoti

Video shock

11/12 febbraio 2012


http://www.ansa.it/web/notizie/videogallery/italia/2012/02/11/visualizza_new.html_77534026.html





Veduta aerea della zona sorvolata dai vigili del fuoco a Novafeltria, Rimini



Freddo
polare e vento continuano a interessare le Regioni del Nord; situazione
pesante invece in Emilia-Romagna, Marche e Toscana, dove le forti
precipitazioni nevose non sembrano invertire la tendenza degli ultimi
giorni. Sostanziale tregua per le nevicate in Campania, pur rimanendo
una situazione preoccupante all'interno della Regione, e in Puglia,
Basilicata e Sardegna. Diversa la situazione in Calabria, ancora nella
morsa della neve e del gelo.

VALLE D'AOSTA - Rimangono abbondantemente sotto lo zero le
temperature in Valle d'Aosta (-25 gradi a Punta Helbronner, a 3.460
metri di altitudine). La giornata di oggi è stata tuttavia
prevalentemente soleggiata. Anche domani il sole dovrebbe caratterizzare
la situazione meteorologica, accompagnato dal gelo. Un rialzo termico è
invece previsto lunedì.

PIEMONTE - Temperature molto rigide, con massima +0,1 a
Torino, oggi in Piemonte, e deboli nevicate sparse soprattutto in
montagna. Disagi per il gelo in due capoluoghi di provincia: a Vercelli
la rottura di una tubatura ha allagato la centrale dell'azienda
municipalizzata che eroga i servizi lasciando un migliaio di famiglie
senza acqua luce e gas per quasi tutta la giornata. Domani ancora molto
freddo e rischio valanghe a livello 3 (marcato) anche nelle zone
prealpine.

TRENTINO ALTO ADIGE - E' l'avvio di leggere nevicate in quota e
al confine con il Veneto, la novità meteo di oggi in Trentino Alto
Adige. Su tutta la regione permane il freddo, con temperature sotto lo
zero e punte di gelo polare in quota sino alla temperatura percepita di
-45 sulla Marmolada a causa del vento.

VENETO - Freddo e vento continuano a interessare la Regione.
Una nave carica di 5.400 tonnellate di sabbia silicea e battente
bandiera cambogiana è stata per un giorno in difficoltà a causa del
maltempo mentre era all'ancora nella rada di Malamocco, a Venezia. Sul
posto mezzi della capitaneria di porto e due rimorchiatori. EMILIA
ROMAGNA - Resta pesante la situazione in Emilia Romagna, sferzata dalla
tormenta di neve e gelo. Nel Bolognese, sospesa la circolazione
ferroviaria tra il capoluogo regionale e Porretta, mentre la situazione
delle strade di collina e montagna resta di allerta. Rinviate, per il
maltempo, le sfide tra Bologna e Juventus e tra Parma e Fiorentina, in
programma domani.

TOSCANA - Le zone più colpite dal maltempo sono quelle del
grossetano, dell'aretino e dell'Alto Mugello. Manca acqua e telefono in
alcune frazioni, nell'aretino 13 anziani di una casa di riposo sono
rimasti all'addiaccio per la sospensione dell'erogazione di gas.
L'allerta neve è stata prolungata fino alle 13 di domani. Si teme anche
per il vento e il ghiaccio.

MARCHE - E' un bollettino di guerra quello che accompagna
l'emergenza neve nelle Marche: 40-50 centimetri in città a Pesaro e
Macerata, un paio di metri nell'Urbinate, cumuli fino a 3-4 metri in
alcune località in provincia di Pesaro Urbino e a Fabriano. E le
previsioni annunciano neve fino a domani. Negli ospedali di Pesaro e
Fano i ricoveri programmati sono sospesi per far posto alle urgenze e
perché mancano sacche di sangue. Chiusa l'A14 fra Rimini e Ancona per
ripulire le carreggiate.

UMBRIA - Dopo la forte nevicata della scorsa notte e di questa
mattina, nel pomeriggio sta nevicando solo sull'Appennino e sta
lievemente ricominciando nella zona di Città di Castello.

ABRUZZO - Un 'fuori pista' ha provocato una slavina, nella
stazione sciistica di Campo Felice. Soccorso dalla Finanza lo sciatore è
stato denunciato. La neve è ripresa a cadere abbondante nel pomeriggio.
"C'é il rischio di crollo per gli edifici storici e i monumenti
danneggiati dal terremoto e non non puntellati". L'allarme è del vice
commissario per i beni culturali, Luciano Marchetti.

CAMPANIA - Temporanea attenuazione del maltempo in queste ore
in Campania, in attesa di nuove nevicate previste per domani sera.
Restano forti i disagi nelle aree interne, soprattutto nel territorio
del 'cratere' del terremoto del 1980 in Irpinia, dove la scorsa notte
sono caduti due metri di neve. Ad Avellino è stata fatta sgomberare una
palazzina, abitata da nove famiglie, per consentire verifiche alla
stabilità dell'edificio.

PUGLIA - Su tutta la regione la situazione è in sensibile
miglioramento. Oggi la neve, poca, è caduta solo nel Subappennino dauno.
Un elicottero stamani ha portato viveri, medicinali e foraggio ad
alcune masserie del foggiano che da giorni sono isolate a causa delle
abbondanti nevicate.

BASILICATA - La tregua che la neve ha concesso oggi alla
Basilicata - dove, su molte zone, è riapparso il sole - ha fatto
migliorare la situazione di disagio determinata da una settimana di
maltempo. Le strade sono tutte percorribili e sono state raggiunte quasi
tutte le contrade bloccate dalla neve: delle circa mille persone
irraggiungibili fino a ieri sera, 200 sono state raggiunte ma tutte sono
state contattate dalla protezione civile.

CALABRIA - Non si allenta la morsa della neve e del gelo in
Calabria dove le precipitazioni sono riprese nel pomeriggio sui rilievi
della Sila e del Pollino che registrano temperature ancora rigide.
Restano ancora disagi per la mancanza di corrente elettrica in alcune
contrade montane di Acri dove sta nevicando.

SARDEGNA - Lieve tregua nelle precipitazioni nevose nelle ore
centrali della giornata nelle zone a bassa quota, ma la Sardegna
mantiene un insolito aspetto con alcune delle più note spiagge delle
località del nord dell'isola, come La Pelosa, a Stintino, e quelle della
Costa Smeralda, completamente imbiancate. Continuano i disagi per la
circolazione stradale, mentre Croce Rossa e Ferrovie dello Stato hanno
fatto scattare il piano neve.


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2012/01/29/visualizza_new.html_74553968.html




_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
CYBORG
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE
avatar


MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   Dom 12 Feb 2012, 08:03






_________________
NESSUNO PUO NASCONDERE E NEGARE LE VERITÀ ALL UMANITÀ.
http://anno2012.secretsstories.com/


@ADMIN
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: 2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?   

Tornare in alto Andare in basso
 
2012: The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» iscrizione 2011-2012
» terre e rocce - novità gennaio 2012
» PROSSIME VACCINAZIONI 2012-2013
» Alimentazione e comunicopatie. Milano, 16 marzo 2012
» MUD 2012: disponibile il modello

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SECRETS - STORIES  :: . :: EVENTI CATASTROFICI-
Andare verso: